Utente 386XXX
Buongiorno, ho 34 anni, premetto che penso di essere un soggetto abbastanza ansioso (ho sofferto una decina di anni fa di attacchi di panico) e che negli ultimi tempi sono stata molto stressata dal lavoro. Più di un mese fa ho passato una nottata svegliata continuamente da scatti involontari nella fase di addormentamento. Non gli ho dato nessuna importanza ed è stato un episodio isolato. Qualche giorno dopo mi ha vibrato la palpebra tutto il pomeriggio. Anche là non ho dato importanza e ho risolto con una bella dormita. Circa 15 giorni fa hanno però ricominciato le mioclonie notturne, ovvero facevo degli scatti, in qualunque parte del corpo, tutte le volte che iniziavo ad addormentarmi. Ho continuato così fino alle ore 4-5:00 di notte, poi sono dovuta andare a fare pipì e finalmente sono riuscita ad addormentarmi. Questa cosa è successa per due notti di seguito. Siccome, anche sentendo il medico, ho pensato ad un calo di potassio, ho preso qualche integratore e per 3-4 giorni sono riuscita a dormire fatta eccezione per una o due scosse. Una settimana fa invece ho ricominciato con la stessa sequenza: scatti che mi impedivano di dormire (anche molto lievi, ma sufficienti per sentirli), ad un certo punto bisogno di fare pipì e poi addormentamento per disperazione. Ho fatto le analisi ma è regolare sia il potassio che la tiroide. Ho quindi iniziato a prendere 5 gocce di Xanax ogni sera. In tutte le notte seguenti sono riuscita a dormire ma ho sempre fatto almeno uno scatto. Questa situazione mi innervosisce molto perchè non riesco a fare passare il disturbo. Alcune giornate sono stata veramente nervosa e in quei giorni noto che faccio dei piccolissimi scatti anche durante il giorno. Ho pensato quindi che possa essere tutto legato all'ansia, ma nelle ultime due settimane ho smesso di lavorare, ora sono al mare, e cerco di rilassarmi tutto il giorno pensando che non è nulla, perciò comincia a venirmi il dubbio che possano esserci altre cause, perchè se fosse ansia dovrebbe diminuire, non aumentare! Ieri ad esempio mi sentivo tranquilla, ma nonostante avessi preso il circadin e 5 gocce di xanax ho avuto la mia peggiore nottata, ho vibrato in continuazione. Il fenomeno è molto esasperante, secondo lei devo stare tranquilla e continuare a prendere gocce per dormire (cosa che vorrei evitare)?

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

come prima impressione il Suo disturbo sembrerebbe assimilarsi alle cosiddette scosse ipnagogiche che sono delle scosse che si presentano all'addormentamento e sono benigne, non si trattano neppure a meno che non influiscano sulla qualità del sonno.
Prendere le gocce per un lungo periodo può causare assuefazione, cioè nel tempo possono perdere gradualmente di efficacia se non si aumenta la dose.
Però se il problema dovesse persistere sarebbe consigliabile rivolgersi ad un centro di medicina del sonno per una valutazione diretta ed eventuali esami strumentali.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 386XXX

Grazie dottore,
beh direi che le scosse stanno influendo parecchio sulla qualità del mio sonno. Ho dimenticato di dirle, se potesse essere importante, che da circa un anno ho scoperto di essere celiaca, ma sto seguendo la dieta. Inoltre ho avuto qualche volta negli ultimi tempi episodi di addormentamento o formicolio della mano o della gamba destra, nonchè, circa 3-4 mesi fa, un paio di giorni di vista un po' "abbagliata", nel senso che avevo fotosensibilità e la sensazione di luce negli occhi. Avevo attribuito questa cosa all'allergia, perchè sono allergica agli acari e ho avuto un periodo di continui starnuti mattutini. Non so se questi siano fenomeni a parte o siano influenti. Comunque lei escluderebbe cause neurologiche o malattie gravi?
Grazie

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

se il disturbo interferisce con la qualità del sonno è ancora più indicato il consiglio che Le ho dato precedentemente, cioè di rivolgersi ad un centro di medicina del sonno.
Ovviamente a distanza non si può escludere nulla non avendo la possibilità di una visita diretta.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 386XXX

Salve dottore.
Ho eseguito una visita neurologica e un'elettromiografia. Tutto bene, nulla di anomalo. Siamo quindi passati alla polisonnografia che ha evidenziato un indice di movimento delle gambe PML = 47 (normale sarebbe <5). E' stato quindi tutto attribuito ad un periodo di stress e mi è stato prescritto il Rivotril, 10 gocce a notte. Effettivamente ora riesco a dormire abbastanza tranquillamente senza scatti ma ho notato che se ad esempio faccio un pisolino pomeridiano, ho comunque qualche mioclonia, in particolare alla faccia, tipo sopracciglia o bocca, o qualche giorno fa ero in posizione supina e ho avuto un paio di volte delle deglutizioni involontarie in cui mi si chiudeva la gola. In effetti uno dei sintomi che avevo avuto prima che tutta la storia cominciasse era anche un movimento continuo della zona sotto l'occhio che mi palpitava (di giorno da sveglia!), non so se è indicativo di qualcosa. Che ne pensa? Lei concorda con la diagnosi che siano mioclonie ipnagogiche legate a stress? Devo stare tranquilla e sperare che passino cercando di non aumentare l'ansia? Al solito vorrei staccarmi il più possibile dagli psicofarmaci ed evitare di prenderli per un lungo periodo ma ho un po' di preoccupazione perchè non so quanto tempo possa durare il periodo di "guarigione". Grazie

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente, concordo con la diagnosi fatta.
Le piccole contrazioni sotto l'occhio potrebbero essere delle banali miochimie su base ansiosa.
Stia tranquilla.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 386XXX

Dottore, è passato ormai più di un mese, ora sto prendendo 9 gocce di rivotril e dormo sempre bene, tranne 3-4 episodi in cui ero particolarmente nervosa e ho avuto sonno disturbato sempre da scatti. Ho notato che se il pomeriggio mi rilasso per dormire continuo ad avere piccoli movimenti alle dita o facciali o ai piedi. Molto piu lievi di prima ma si verificano anche solo nella fase di rilassamento. Devo preoccuparmi? Ho paura che se comincio a scalare le gocce serali tornero dq capo. Secondo lei per quanto tempo ancora dovro assumere le gocce? Di solito, supponendo sempre che sia una forma di stress, dopo quanto tempo dovrei tornare alla normalità? Grazie

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non ci sono tempi stabiliti uguali per tutti, dipende da fattori esclusivamente individuali che non possono essere preventivati.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro