Utente
Buon giorno, ho tremori a mano e braccio destro e rigidità alla mano destra e alle dita. Per questo motivo mi sono sottoposto a risonanza magnetica. Questo è il referto:

Referto:
Esame acquisito con tecnica FSE, GRE e FLAIR ottenendo immagini T1, T2 e T2*
pesate sui tre piani, esclusivamente in condizioni basali.
Encefalo
Multiple areole iperintense nelle sequenze con TR lungo tendenti alla confluenza sono
presenti nella sostanza bianca periventricolare e subcorticale biemisferica, più evidenti
nele sedi paratrigonali, riferibili ad esiti gliotici con verosimile genesi vascolare
ischemica cronica.
Sistema ventricolare normoampliato ed in asse.
Spazi subaracnoidei diffusamente lievemente ampliati.
Rachide cervicale.
Canale vertebrale di normale ampiezza.
Attenuazione della fisiologica lordosi cervicale, per quanto valutabile nel decubito di
esame.
Diffusi segni di spondilosi rappresentati da disidratazione discale, osteofitosi marginosomatica
ed interessamento delle apofisi articolari.
Nel tratto C3-C7 si rilevano protrusioni disco-osteofitarie posteirori determinanti
impronta durale e stenosi foraminale bilaterale senza apprezzabile prevalenza di lato
ad alcun livello.
Midollo spinale nei limiti della norma per morfologia e segnale.


Vorrei sapere cche cosa ho, dato che non riesco a comprenderlo dal referto.
Grazie

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

alla RM encefalica, stando a ciò che è scritto nel referto, sono state riscontrate delle vecchie piccole ischemie passate probabilmente inosservate.
A livello cervicale si rilevano artrosi e multiple sporgenze dei dischi intervertebrali.
La sintomatologia che riferisce invece potrebbe non essere associata ai reperti riscontrati per la quale è indicata un'accurata visita neurologica per tipizzare il tremore e valutare la rigidità di cui parla, ovviamente non possibile a distanza.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Dottore la ringrazio per la risposta. Il mio medico curante ha richiesto la RM per i tremori e la rigidità, pensando al morbo di Parkinson o a parkinsonismi. Per quanto attiene le problematiche cervicali sono sintomatologie che mi porto dietro da molti anni e con le quali riesco a convivere facendo attività sportiva (sono un camminatore) e accettando qualche dolore. Il tremore e la rigidità sono sintomi invalidanti e di difficile gestione oltre che con possibili gravi cause e conseguenze.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con la RM è possibile riscontrare un eventuale parkinsonismo vascolare se ai sintomi tipici e ai segni della visita neurologica sono associate alterazioni vascolari cerebrali che li possano giustificare.
Nel Suo caso non posso pronunciarmi non potendo visionare direttamente le immagini della RM ma stando a quello che recita il referto non sembrerebbe tanto probabile questa ipotesi.
La RM invece ci dice poco o nulla sulla malattia di Parkinson primaria per cui non rappresenta un esame di prima scelta.
La diagnosi di Parkinson è clinica, cioè si fa con la visita neurologica e con la storia del paziente, nei casi dubbi è utile il DaTSCAN.
Si rivolga ad un neurologo per una valutazione diretta del caso.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Dottor Ferraloro la ringrazio per la sua risposta. Ho un appuntamento con il neurologo per il 15 ottobre. I suoi pareri mi sono stati molto utili. Grazie di nuovo e buona giornata.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla, buona serata!
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Buon giorno dottore, ho fatto visionare il referto della RM al mio medico curante, il quale ha fatto la diagnosi di "encefalopatia vascolare cronica" e mi ha prescritto:
- visita cardiologica ed ECG,
- ecocardiogramma,
- ecocolordoppler dei vasi epiaortici.

Secondo lei è una diagnosi corretta? e gli esami prescritti sono adeguati?

La ringrazio anticipatamente

Roberto

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è tutto corretto, mi pare però che manchi la visita neurologica che ritengo essenziale.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Ha ragione per quanto riguarda la visita neurologica. Ho appuntamento dal neurologo il 15 ottobre.
Grazie dott. e cordiali saluti

Roberto

[#9] dopo  
Utente
Buon giorno dottore, ho eseguito gli accertamenti cardio-vascolari e non ho nulla che possa far ritenere che la causa del mio tremore sia di tipo vascolare. Il mio medico curante mi ha detto che, a questo punto, il problema è solo neurologico. La visita neurologica è prevista tra 10 giorni. Le cosa ne pensa? grazie per l'attenzione

[#10]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

accertamenti cardiovascolari non c'entrano nulla con un eventuale parkinsonismo vascolare, per una diagnosi di questo tipo, oltre l'indispensabile valutazione clinica, cioè con la visita, un supporto importante è rappresentato da esami di neuroimaging come TC e RM encefalica.
E lo stesso parkinsonismo vascolare è ugualmente di competenza neurologica.
Le ricordo che Lei non ha ancora una diagnosi, vediamo cosa Le dirà il neurologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro