Utente 389XXX
Salve, vi scrivo mentre sto morendo di paura.
Il 14 agosto, per la prima volta in vita mia, ho avuto un'emicrania con aura, che è stata molto simile a questa: https://www.youtube.com/watch?v=qVFIcF9lyk8

Da lì, tutto ok. Fino a quando pochi giorni fa non ho iniziato a fissarmi di vedere "strano".
Mi sembra che la mia visione "lampeggi" leggermente (così http://media.giphy.com/media/3QegDkfeLfRUA/giphy.gif ma ovviamente nel mio caso è a malapena percettibile, altrimenti sarei corsa in ospedale naturalmente).. me ne accorgo soprattutto quando guardo un oggetto a tinta unita oppure a righe. Altre volte invece ho l'impressione che più che lampeggiare tremi leggermente.
Cercando su internet sono incappata nella cosiddetta "Snow Vision", la quale non descrive completamente il mio sintomo, però è qualcosa di simile.

Inutile dire che ho coinvolto tutti i miei conoscenti in test del tipo "ecco io quell'oggetto lo vedo vibrare, tu come lo vedi?" e spesso mi danno risposte "si anche io, ma è un effetto ottico normale perché quell'oggetto ha un colore forte" e così via, però non riesco a darmi pace.

Dall'oculista ci sono stata due settimane fa per rifarmi gli occhiali. Non mi ha visto il fondo oculare con le gocce, ma mi ha comunque guardata bene, gli ho addirittura chiesto se si vedeva un'ipertensione endocranica (l'aura, non avendola mai avuta prima, mi aveva fatto pensare a un tumore al cervello) e mi ha risposto di no e che avevo tutto nella norma.

Ora cosa devo fare? Mi sto fissando di avere un tumore al cervello.

Il problema è che sono ipocondriaca, ed è da più di due mesi che vado da una psicologa per cercare di tenere a bada la paura delle malattie (senza medicinali, ci tengo a precisarlo).
Fino a cinque mesi fa facevo continuamente esami, fra prelievi del sangue, elettrocardiogrammi, visite da medici etc perché ogni volta me ne uscivo con una malattia nuova (un mal di pancia per me era appendicite, una febbricola per me era sepsi, un prurito più insistente era un linfoma e così via). Dunque non so se è il caso di assecondare l'ennesima mia paura e correre da un neurologo. Al tempo stesso però è una settimana che non vivo più, non faccio altro che fare test su cosa vedo lampeggiare e cosa no.

Vi prego aiutatemi. So che non potete fare diagnosi via internet, cerco solo un po' di conforto. Da cosa può dipendere il mio sintomo? Fin'ora riesco a pensare solo al tumore al cervello, al massimo distacco della retina che comunque non è confortante.

Ci tengo anche ad aggiungere che 5-6 giorni fa, appena sveglia, per circa cinque minuti ho visto lampeggiare in maniera molto evidente una sottile striscia della periferia sinistra del mio campo visivo. A differenza del sintomo descritto prima, questo mi sembra più una cosa oculare (fra gel vitreo e retina) che cerebrale, però non so. In effetti da quando è successa questa cosa che mi sono iniziata a fissare ancora di più.

Credo non ci sia nient'altro per adesso, ringrazio in anticipo per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la diagnosi di emicrania con aura chi l'ha fatta?
Ha effettuato una visita neurologica?
Comunque dal contenuto del Suo post appare evidente una forte componente ansiosa.
Da quando si rivolge alla psicologa ha notato un miglioramento della sintomatologia ansiosa?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 389XXX

Salve, ringrazio per la celere risposta.

Dunque, non sono mai stata da un neurologo in vita mia (effettivamente credo sia l'unica visita che mi sono scampata negli ultimi sei mesi, insieme all'ortopedico), dunque non mi è stata mai diagnosticata un'emicrania con aura, se non dal mio oculista al quale ho descritto i sintomi.
Ad ogni modo l'episodio è stato solo uno, il 14 agosto, e non si è mai più ripetuto nulla di simile.

Posso descriverglielo meglio: erano le 6-7 di sera ed ero parecchio sotto stress (avevo un leggero mal di testa su tutto il lato sinistro che coinvolgeva anche l'occhio, non avevo mangiato a pranzo, ed erano parecchi giorni che dormivo e mangiavo ad orari sballati, trascorrendo gran parte della giornata a sforzare gli occhi al pc con degli occhiali leggermente più deboli di quanto dovrei portarli).

A un certo punto finalmente mangio uno spuntino, e mi viene chiesto di grattare un gratta e vinci. A metà processo inizio ad avere difficoltà perché nella destra del campo visivo si stava iniziando a formare una striscia tutta colorata, che nel giro di qualche minuto si è ingrandita leggermente spostandosi sempre più in periferia (in alto a destra), fino a scomparire. Affianco alla linea colorata c'era anche un punto "grigio" dove vedevo leggermente più offuscato, proprio come nel video, nella stessa identica posizione.
Presa dal panico ho chiamato medici, guardia medica, e ho persino cercato su internet, trovando finalmente il video che le ho allegato nel primo post.
Ad ogni modo l'evento mi ha lasciata parecchio scombussolata per un paio di ore: mi ha lasciato un leggero mal di testa, debolezza, nausea, sonno e leggeri tremori.. ma c'è anche da dire che ero letteralmente terrorizzata (quando ho estremamente paura di una malattia in particolare inizio a tremare, sentire freddo, mi viene la nausea e mi sento debole), ed ero semi-digiuna.

Per quanto riguarda la psicoterapia, indubbiamente avverto dei miglioramenti, e il tempo fra una fissazione e l'altra si è allungato, permettendomi di vivere qualche giorno alla settimana in serenità senza pensieri ipocondriaci.
Purtroppo però al primo accenno di "sintomo" (o di quello che io considero tale) crolla tutta la serenità e torno nel panico.
Ad ogni modo la cosa positiva è che mi trovo molto bene con la psicologa da cui vado, e sto iniziando a comprendere gli errori che tengono la mia ipocondria in piedi, dunque ho fiducia di poterne uscire se mi impegno.
La ringrazio per l'interessamento.

Lei cosa ne pensa di tutto il quadro?
La ringrazio ancora una volta per la risposta e le auguro una buona serata.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è probabile che l'episodio di agosto sia un attacco di emicrania con aura anche perché la diagnosi è di un oculista, il resto della sintomatologia potrebbe anche essere di origine ansiosa ed influenzato dal primo episodio. Ovviamente questa è solo un'ipotesi a distanza, forse solo una visita neurologica potrebbe tranquillizzarla.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 389XXX

Salve, ringrazio per la celere risposta, piuttosto mi scuso per aver ritardato la mia: ho evitato l'uso di PC e cellulare tutto ieri per vedere se riscontravo miglioramenti.
Oggi va un po' meglio ma vedo ancora strano.
Ho notato che i primi minuti appena sveglia ho come una "scarica" di snow vision che piano piano si attenua lasciandomi i solito disturbi.
Sono nel panico e sto male, ormai ho la certezza di avere un tumore o la sclerosi multipla.

Oggi ho l'appuntamento con il neurologo e la mia mente già sta correndo a quando dovrò chiedere "ma è curabile? Mi dovrò operare? Potrei rimanere danneggiata dall'operazione?". Sto male.

Lei mi può tranquillizzare?

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Non si fasci la testa prima che si sia rotta per cui veda cosa Le dirà il neurologo e se vorrà può farci sapere l'esito.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 389XXX

Salve, mi scuso per la tarda risposta. Purtroppo ho avuto problemi con la mia email (sulla quale c'era il messaggio di medicitalia.it con le credenziali per accedere) e non riuscivo più ad entrare, dunque ho dovuto ripristinarla.

Tornando al problema, sono andata dal neurologo, il quale però mi ha trattata con tenerezza, sicuro che io non abbia nulla. Mi ha fatto qualche test sui riflessi e sull'equilibrio, tutti negativi.
Dice che non esistono tumori al cervello che causano questi specifici sintomi, quindi mi ha tranquillizzata.
Ha però aggiunto che sa che non mi tranquillizzerò finché non vedrò una RM negativa, quindi me ne ha prescritta una (senza contrasto ovviamente), specificando che non è per diagnosi ma per placare l'ansia (che in effetti mi sta divorando).

Ho intenzione di prenotare la RM proprio in questi giorni.
Nel frattempo sono incappata in un dubbio: RM aperta o chiusa?
So che quelle aperte spesso hanno un software più aggiornato, e quindi in teoria producono immagini migliori, però ho anche letto che quelle "classiche" in realtà sono migliori meccanicamente.
Dunque chiedo a lei: per cosa mi conviene optare per avere una diagnosi il più precisa possibile?

Per quanto riguarda i sintomi, innanzitutto mi sembra di aver capito una cosa: è come se nel mio campo visivo avessi una specie di "pioggerellina" leggerissima, che si evidenzia con le superfici di colore scuro, e avendo io gli occhiali vecchi (dunque non vedo nitido) questa si confonde con i bordi degli oggetti e mi da l'impressione come se questi lampeggiassero o vibrassero.
E' qualcosa di simile a questo http://33.media.tumblr.com/4ad7c58a831820557cd45eb3288d6b92/tumblr_n1q7sxlWnQ1s1vn29o1_400.gif però i puntini sono meno luminosi, sono più piccoli, e si muovono come se fossero granellini di polvere velocissimi (invece di luccicare sul posto come nella foto). Forse questa immagine è più appropriata: http://i.imgur.com/4AazsD7.gif ma anche qui, nel mio caso i puntini sono molti di più, meno bianchi e molto più piccoli.
Ne ho trovata un'altra che pure potrebbe dare l'idea: http://blogs.esa.int/rosetta/files/2015/08/ESA_Rosetta_OSIRIS_dust_July2015.gif

Poi ho un nuovo sintomo, o quello che io considero tale. Ogni tanto vedo delle "afterimage" a forma di pallini; il problema è che questo si presenta senza che io abbia guardato una luce.
Mi capita ogni tanto, generalmente per un paio di secondi (basta che io sposti lo sguardo e sparisce).

Infine, dall'altroieri la palpebra superiore sinistra mi trema, con una frequenza di circa una volta in 2-3 minuti.
Non è la prima volta che ho mioclonie palpebrali: mi è successo anche a febbraio e aprile, entrambe le volte è durato 2-3 giorni e riguardava la palpebra inferiore. Non me ne sono mai preoccupata perché so che queste sono spesso causate da stress, oppure cali di potassio e magnesio... e di entrambe le cose io ne ho da vendere. Ora che ho problemi visivi, però, sto rivalutando questo sintomo sotto un'ottica più catastrofica.

Lei pensa possa essere un tumore al cervello?
So che mi dirà di aspettare di fare la RM, e ovviamente lo capisco dal lato logico. Dal lato umano, però, ci sono io che sto morendo di paura, e avere un parere rassicurante adesso mi farebbe affrontare in modo più sereno questi giorni di attesa prima di effettuare la risonanza.

La ringrazio, e ancora una volta mi scuso per il ritardo nella risposta.
Le auguro una buona giornata.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

lasci stare i tumori, anche il neurologo l'ha tranquillizzata anche in base all'esito negativo della visita neurologica.
Per quanto riguarda la RM, senz'altro quella "chiusa" è da preferire e ad alto campo, 1,5 tesla (quelle aperte sono in maggioranza a basso campo).

Cordialità

Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 389XXX

Salve,

la ringrazio infinitamente per la rassicurazione, non può immaginare quanto sia importante per me.

La ringrazio anche per il consiglio: mi assicurerò che la macchina sia "chiusa" e ad alto campo! Per il resto, la terrò aggiornata sui sintomi e ovviamente sul risultato della risonanza, sperando vada tutto bene.

Le auguro nuovamente una buona giornata.

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla!

Ok, mi faccia sapere.

Buona giornata anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 389XXX

Salve,
ancora una volta tardo nel rispondere per via della password (stavolta la cambierò). Ad ogni modo non avrei avuto molte novità da dire, perché la RM l'ho fatta recentissimamente.

Il risultato è negativo, nel prossimo post le scriverò anche cosa c'è scritto sul foglio (che ora non ho con me). Il problema è che nel centro dove volevo fare l'esame non accettavano pazienti senza ticket.. dunque sono dovuta andare in un altro centro dove avevano solo le macchine aperte Hitachi.. il tecnico mi ha detto "per quello che dobbiamo cercare noi dovrebbe bastare", però nonostante ciò mi sta tartassando il pensiero che io abbia un piccolo tumore che la risonanza aperta non è stata in grado di evidenziare.

E' un'eventualità possibile? Ritiene che io debba ripetere l'esame con un macchinario classico?

Dal punto di vista dei sintomi invece, sono ancora perseguitata dalle macchiette nere.
Ho cercato in lungo e in largo su internet qualcuno che avesse dei sintomi simili ai miei, e ho trovato solamente questi tre:

- https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/78668-macchie_luminose_nel_campo_visivo.html

- https://m.reddit.com/r/AskDocs/comments/2a9vkz/23_f_black_spots_and_dots_of_light_in_vision_not/

- http://ask.metafilter.com/143167/Vision-Anomaly-or-Ordinary-AfterImages

Ci tengo molto a farle leggere questi post perché descrivono cose molto simili a ciò che sperimento io. Però se non le dispiace vorrei anche descriverle esattamente il mio sintomo dal mio punto di vista.

Vorrei non essere prolissa, però questo problema mi sta condizionando tantissimo, non riesco più a vivere serena :(
Ammetto che l'esito negativo della risonanza mi ha tranquillizzata parecchio, però ancora non sono serena.

Mi faccia sapere cosa ne pensa fino ad ora, e se vuole che le descriva meglio il sintomo.

Le auguro una buona giornata.

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con RM negativa può stare tranquilla riguardo i tumori, infatti un tumore cerebrale per causare sintomi deve essere voluminoso e comprimere le strutture vicine, questa tipologia di tumori viene rilevata anche con RM "aperta"

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 389XXX

La ringrazio, questo mi rincuora!

Per la precisione, il referto recita:

"Sequenze:
- FSE pesate in T2, piani assiali e coronali
- FLAIR, piani assiali
- SE pesate in T1, piani sagittali ed assiali

Sistema ventricolare in asse, simmetrico, normodimensionato.
Conservata ampiezza degli spazi liquorali periencefalici.
Non apprezzabili alterazioni focali del reperto perenchimale encefalico di rilevo patologico."

Posso stare tranquilla? Anche per altre malattie come SM, SLA etc?

Se questo sintomo non è causato da un tumore, cosa potrebbe essere secondo lei?
Il mio medico di base non mi prende sul serio perché sa che sono ipocondriaca (come se gli ipocondriaci non si potessero ammalare poi), mentre l'oculista dice "finché il problema è ad entrambi gli occhi e non è persistente, non è ambito mio, devi parlarne col neurologo", ma il neurologo dice che secondo lui "non è nulla" quindi non vuole rivisitarmi.

Insomma, tutti si tirano fuori, però a me il sintomo rimane.
Mi dicono "sei ipocondriaca, non cercare su internet" e io internet non lo tocco, ma se i medici non mi aiutano, e non mi è "concesso" nemmeno farmi autodiagnosi, cosa devo fare, tenermi il sintomo e basta?

Nel frattempo ho fatto parecchie ipotesi, alcune un po' fantasiose, queste sono le principali:
- carenza di qualche vitamina specifica, o di sali minerali
- un piccolo coagulo di sangue (il sintomo si è presentato pochi giorni dopo un lunghissimo viaggio in aereo, durante il quale mi si sono spesso addormentati gli arti)
- malattie sistemiche come candida, lupus, lyme etc
- un dente del giudizio dell'arcata superiore che fa leggera pressione contro gli altri denti
- stress
- fenomeni "sconosciuti" correlati in qualche modo all'emicrania con aura (di cui, preciso, il primo e ultimo episodio si è verificato il 13 agosto)
- epilessia

Lei ritiene che qualcuna di queste cose possa esserne la causa? Sto sperando soprattutto nelle carenze, come può immaginare, che sarebbero la causa meno grave.

Oltretutto negli ultimi mesi ho iniziato a soffrire di due tipi di mal di testa mai sperimentati prima (non che ricordi almeno):
- emicrania (senza aura), sempre dal lato sinistro.. spesso mi viene con il ciclo, ma mi è capitato che mi venisse in giorni "non sospetti".
- uno strano mal di testa costrittivo, che prende soprattutto alla fronte e alle sopracciglia, a volte anche alle tempie, ed è bilaterale.

Nessuno di questi due tipi di mal di testa passa dormendo, semplicemente passano "quando devono passare", solitamente dopo in un periodo che va da poche ore a due giorni.

Mi ritrovo un po' spiazzata perché sono abituata ai mal di testa tensivi "classici", che vengono magari dopo essere stata troppo tempo al pc, e che passano con una dormita, anche di poche ore.
Ora mi ritrovo questi mal di testa strani (anche la "qualità" del dolore mi sembra diversa in un modo che non riesco a spiegare), che non so come gestire.
Non so se reagiscono ai farmaci, perché fino ad ora non ho mai provato a prendere un analgesico per farli passare.
Per quanto riguarda la frequenza, è difficile stabilirlo perché ci sono volte in cui per due o tre settimane intere non ho mal di testa.. altre in cui invece per una settimana ho mal di testa quasi tutti i giorni. Diciamo che se ho avuto un mal di testa "strano" un giorno, ci sono parecchie chance che lo abbia anche il giorno seguente. Più tempo passa dopo l'ultimo episodio e meno chance ci sono che il mal di testa si presenti.

Poi è da 3-4 giorni che ogni tanto per pochi secondi avverto una sensazione di "cambio di pressione" nella testa e nelle orecchie, assieme ad un lieve giramento di testa, ma forse qui mi sto suggestionando.

Lei cosa ne pensa?
So di essere ansiosa, e so che l'ansia amplifica i sintomi. Sono apertissima anche all'ipotesi che sia proprio l'ansia a causare sia gli scotomi/fosfeni che i mal di testa. D'altro canto, però, voglio assicurarmi che non mi stia accadendo nulla di grave.

Buona giornata di nuovo.

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

lasci perdere ipotesi fantasiose e restiamo con i piedi per terra.
Al momento ci sono solo due sintomi principali, la cefalea ed il disturbo visivo.
Sia il neurologo che l'oculista non hanno riscontrato nulla di patologico, il tutto confermato dalla RM encefalica con esito negativo.
A questo punto affronti il disturbo ansioso rivolgendosi ad uno psicologo o ad uno psichiatra, mentre per la cefalea si rivolga ad un neurologo esperto in tal senso per avere una diagnosi corretta ed un'adeguata terapia. Nella stragrande maggioranza delle cefalee, essendo primarie, non ci sono alterazioni dell'esame neurologico né della RM, ciò non toglie però che bisogna fare una diagnosi e fare passare il dolore al paziente mediante un'appropriata terapia.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 389XXX

La ringrazio.
Il disturbo visivo, però, da cosa crede possa essere causato?

In questo consulto https://www.medicitalia.it/consulti/Medicina-interna/483421/Urgentissimo-paura-di-morire parlavo di un'ipotetica infezione non curata (poiché non diagnosticata). E' possibile sia quella la causa?

La cefalea non mi disturba molto al momento, considerando che i periodi di remissione sono lunghi, come dicevo. Al contrario, il disturbo visivo sta diventando invalidante. Ogni qualvolta mi trovo in un ambiente poco luminoso sono perseguitata da queste macchie scure evanescenti, con una frequenza di 1-2 ogni pochi secondi. E' insostenibile :(

Cordiali saluti

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Escluderei che un'ipotetica infezione ginecologica possa causare il disturbo della vista.
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 389XXX

Una buona notizia.

Ma allora da cosa crede possa essere causato questo disturbo visivo?

Ovviamente non è possibile fare "diagnosi" su internet, ma per fortuna è ugualmente possibile pensare a delle ipotetiche piste da seguire!

[#17] dopo  
Utente 389XXX

C'è qualche ulteriore esame che potrebbe essermi utile?

Buona giornata

[#18] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Potrebbe riassumere quali esami ha effettuato finora?
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente 389XXX

Ultimo mese:
- Risonanza magnetica aperta

Ottobre:
- visita neurologica

Settembre:
- emocromo completo
- VES
- PCR
- ferro
- elettrocardiogramma
- urine complete + urinocoltura
- visita oculistica normale (misurazione della pressione intraoculare compresa)

Maggio:
feci un day hospital perché credevo di avere febbricola persistente a 37.2, ma alla fine si trattava di ansia, unita al fatto che dopo l'ovulazione la temperatura si alza fisiologicamente (allora non lo sapevo).
Durante il day hospital mi fecero:
- svariate analisi del sangue che non ricordo bene, ma erano comprese toxoplasmosi, rosolia, mononucleosi, igg, igm e markers tumorali (non so se i markers fossero tutti, se non ricordo male la lista era di 4-5 nomi)
- raggi X al torace
- ecografia completa addome e linfonodi
- urine complete + urinocoltura
- tampone faringeo
- visita otorinolaringoiatrica

Tutto sempre perfetto e nella norma.

[#20] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ritengo che gli esami effettuati siano sufficienti.
Potrebbe al limite ripetere le visite oculistica e neurologica considerato che sono state effettuate alcuni mesi fa.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#21] dopo  
Utente 389XXX

Salve, la ringrazio. Ho seguito il suo consiglio e ho prenotato la visita oculistica per la settimana prossima. Fatto ciò, cercherò di farmi visitare di nuovo anche dal neurologo.

Per il resto, in questi giorni sto cercando di integrare i sali minerali, perché l'ottico tempo fa mi disse che uno squilibrio di elettroliti potrebbe essere la causa di fenomeni strani nella vista, e ricordo che lessi qualcosa di simile anche in un mio vecchio libro di medicina.
Non mi sorprenderei se fosse così, considerando che due anni fa feci delle analisi del sangue dove risultò una lieve carenza di potassio e magnesio, ma nonostante ciò non ho mai eseguito una vera e propria "cura" per integrarlo... giusto qualche polase qui e lì quando mi sentivo debole.

E a proposito di ciò, mi basta sudare pochissimo e subito mi prende un calo di pressione e mi sento svenire. Dunque sono costretta a stendermi e bere qualcosa prima di potermi rialzare. Ovviamente questo mi capita soprattutto in estate, però accade di frequente anche in inverno.

Lei crede che questa lieve carenza possa essere correlata ai disturbi visivi?

Cordiali saluti

[#22] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

teoricamente potrebbe anche starci, faccia i dosaggi ematici degli elettroliti.
Dr. Antonio Ferraloro

[#23] dopo  
Utente 389XXX

Ok eccomi qui dopo la visita oculistica. Risultato: tutto ok e nella norma. Mi ha misurato la pressione intraoculare con il soffio (dunque non a contatto): tutto normale anche lì.

Ho descritto i sintomi all'oculista, e mi ha risposto che la risonanza magnetica avrebbe messo in evidenza un eventuale tumore al cervello o agli occhi, ovemai ci fosse stato. Dunque mi ha detto di star tranquilla a riguardo.

La sua ipotesi è che possa trattarsi di vasospasmi.

Il bello è che da ieri ho un nuovo sintomo, oltre alle macchie:
ogni volta che guardo una fonte di luce (per esempio la finestra), e poi guardo da un'altra parte, oltre all'afterimage (che tutti normalmente hanno) vedo anche dei "brillantini" per un paio di secondi.

Ho riferito all'oculista di questo nuovo sintomo, e mi è sembrato un po' insicuro, ma alla fine ha detto che potrebbe trattarsi sempre di vasospasmo.

Ora ho varie domande, che non sono riuscita a porre all'oculista perché gli ho fatto talmente tante altre domande che non mi sembrava il caso aggiungere anche queste.
Dunque:

1. E' normale che io abbia vasospasmi 24 ore su 24 senza pausa? Prima di novembre non mi era MAI successo.

2. Vasospasmi retinici non dovrebbero causare cecità temporanea, oppure offuscamento della vista, o l'effetto di un vetro rotto? Oltretutto ho sentito di persone che hanno attacchi di emicrania oftalmica anche 20 volte al giorno, ma mai tutto il tempo. Nel mio caso, io vedo una macchia nuova circa ogni pochi secondi, mentre per i brillantini mi basta guardare una fonte di luce ed ecco che appaiono. Mi sembra strano che dal non avere mai in vita mia un'emicrania oculare adesso sono passata ad averne una perenne ogni singolo istante della mia vita. Dunque mi sto chiedendo se in realtà il problema non sia un altro.

3. Ricordo che i sintomi sono iniziati dopo un lungo viaggio in aereo, potrebbe esserne la causa?

4. Una conoscente una volta mi disse che quando era incinta, vedeva spesso glitter e macchie nere. Io non sono incinta e non lo sono mai stata, però mi sembra una bizzarra coincidenza, magari c'è qualche ormone strano nel mio corpo ultimamente?

5. Ieri cercando su internet (so che non dovrei farlo e ultimamente mi sto astenendo) mi sono imbattuta in un forum, in cui un ragazzo scriveva che dopo aver fatto uso di LDS si ritrova questo stesso bizzarro sintomo: ogni volta che guarda una fonte luminosa, dopo vede dei glitter per un paio di secondi.
Io non ho mai toccato droga in vita mia, però magari c'è qualcosa che non va nel mio corpo che fa da trigger agli stessi effetti causati da una droga?

6. dalla risonanza che ho fatto, si sarebbe visto un aneurisma?
Queste sono le sequenze effettuate:
- FSE pesate in T2, piani assiali e coronali
- FLAIR, piani assiali
- SE pesate in T1, piani sagittali ed assiali

7. Prima di natale (non ricordo esattamente quando, né se è stato prima o dopo il disturbo), feci una doccia calda per una decina di minuti, in un bagno le cui pareti erano state riverniciate poche ore prima. Purtroppo non mi era stato detto, e me ne sono accorta solo una volta entrata nella doccia, a causa della puzza (inizialmente credevo fosse acetone per unghie).
E' possibile che l'acqua calda abbia fatto evaporare le sostanze chimiche sulle pareti ancora fresche causandomi danni neurologici? Se sì, c'è qualche test per verificarlo? Corro altri rischi al momento, come il progredire dei sintomi?

Spero trovi pazienza per rispondere alle mie domande. Mi dispiace rubare il suo tempo, capisco che una persona ipocondriaca possa risultare fastidiosa e insistente ai medici, dunque mi scuso. Spero che superati questi problemi recenti io riesca a focalizzarmi sulla cura dell'ipocondria.

Ad ogni modo presto farò anche gli esami ematochimici che mi ha consigliato.
Nello specifico pensavo di effettuare:
- emocromo completo con formula
- VES
- PCR
- glicemia a digiuno (sto sospettando il diabete perché so che può portare problemi alla vista bizzarri)
- calcio, sodio, magnesio, potassio, zinco
- B12, folati, omocisteina, trigliceridi
- ferritina, sideremia, transferrina
- urine complete

E poi ero indecisa se effettuare le analisi per il lupus e la malattia di lyme (purtroppo costano parecchio da quello che ho letto).

Lei cosa ne pensa? C'è qualche esame importante che dovrei aggiungere? Per esempio ero indecisa anche se aggiungere il colesterolo, l'omega 3 e qualche altra vitamina oltre alla B12, ma non so.
Ultima info: ho misurato l'altroieri la pressione (con l'apparecchio manuale, non quello elettrico), il risultato: una volta 70/115 e un'altra 65/120.

La ringrazio in anticipo, e le prometto di non disturbarla più con post così lunghi.
Le auguro una buona giornata.