Utente
Salve sono un ragazzo di 32 anni e soffro da almeno 15 anni di un dolore localizzato nella parte interna del sopracciglio , in corrispondenza dell'apice del naso. Il dolore si manifesta con una frequenza media di due volte a settimana nei periodi buoni almeno una volta al mese. Il dolore che provo è di tipo fisso ma se provo a fare sforzi o a chinarmi diventa pulsante. Quando il dolore è molto forte può anche portarmi a un senso di nausea. L'unico modo per far passare totalmente il dolore è prendere una bustina di Oki anche in dose bambino. Il dolore non si manifesta subito in maniera eccessiva ma parte in modo graduale per poi arrivare all'apice dopo circa 8 ore se non prendo Oki. Ho anche provato con altri tipi di analgesico oltre l'oki ma non ho sollievo. È talmemte forte da non farmi prendere sonno (nonostante io abbia un sonno molto pesante) e riesce addirittura a svegliarmi se già stavo dormendo. Il dolore si manifesta alternativamente su uno dei due sopraccigli ma è molto raro che si presenti su entrambi contemporaneamente(in 15 anni mi sarà capitato 4 o 5 volte). Inoltre ho notato che avverto dolore anche alla pressione e anche quando il dolore non è manifesto. Non ho ancora notato una causa scatenante anche se il freddo e l'umidità, alcuni alimenti come l'alcool e patate, e le sigarette tendono a favorire l'innesco del fenomeno. Aggiungo che ho già escluso la sinusite, non ho mai il naso otturato né abbondanza di muchi. Aggiungo inoltre che mio nonno soffriva di nevralgia del trigemino localizzata nella zona mandibolare. Chiedo questo consulto perché negli ultimi anni questo dolore si manifesta con maggior frequenza e vorrei capirne l'origine ed eventualmente vorrei capire a quale specialista rivolgermi anche perché prendere Oki così spesso non mi sembra salutare. Colgo l'occasione per augurare Buon Anno a tutti.

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Sintomatologia prolungata per anni, oltre un decennio, a frequenza sporadica e responsiva a semplici analgesici.

Mai fatta una visita neurologica?
Oppure esami strumentali prescritti dal medico di medicina generale?

Ritengo sia il caso, seppur per scrupolo (valutato l'sordio così remoto), di effettuare una valutazione clinica neurologica di persona.

Questo è solo un cosulto a distanza e comme tale non può sostituiree una vera visita medica.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta immediata.Mi sono già affidato al mio medico di famiglia il quale ha continuato a ipotizzare una sinusite per la quale ho fatto diverse cure senza alcun risultato. Ascolterò il suo consiglio di rivolgermi ad un neurologo , non l'ho fatto finora perché solo ultimamente ho iniziato a prendere in seria considerazione questo mio disturbo (tra l'altro non sono mai stato sicuro a quale specialista rivolgermi). Però volevo chiederle un suo parere o quantomeno che idea si fosse fatto dando per scontato che ovviamente senza esami è impossibile avere un risultato certo. La ringrazio ancora. Le auguro buona serata.

[#3]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
La sintomatologia che riferisce è quella di una flogosi dei seni paranasali.
Ciò "visto da qui".
Comunque poichè trattasi comunque di dolore cranio-facciale una valutazione neurologica è corretta.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente
La ringrazio ancora per la cortesia e non appena farò la visita specialistica le farò sapere. Buona serata!