Utente 434XXX
Buongiorno e complimenti per il servizio.
Scrivo perché desidererei avere un parere riguardo alla mia problematica di recente insorgenza.
Da circa una ventina di giorni soffro di un mal di testa quasi sempre molto blando, tanto che ad ora non ho preso assolutamente nulla a livello di farmaci in quanto anche in due o tre casi in cui durante il pomeriggio/sera è aumentato, è sempre comunque rimasto sopportabile. Per quanto riguarda la localizzazione non sempre è facile indicarne una perché durante alcune fasi della giornata è presente semplicemente come pesantezza di testa o comunque il dolore è talmente lieve da non permettere una precisa localizzazione. Altre volte invece si fa sentire di più, all'apparenza abbastanza casuale come tempi quindi a volte mi ci sveglio, a volte aumenta la sera, ecc. Il dolore,quando localizzabile, sembrerebbe essere frontale e laterale ambo i lati quasi mai contemporaneamente. A volte qualche fittina dentro l'occhio tipo sinusite a volte qualche fittina sulla tempia e così via. Infine ho notato da un paio di giorni che le tempie, soprattutto la sinistra sono doloranti al tatto. C'è da dire che ultimamente conduco una vita piuttosto sedentaria e sono un soggetto abbastanza ansioso e stressato e anche per questo temo che a volte il mio medico, conoscendomi, tenda a sottovalutarmi. Ringrazio anticipatamente chiunque voglia darmi un suo parere.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

in base alle caratteristiche che descrive un'ipotesi che si potrebbe avanzare a distanza è la cefalea di tipo tensivo, ovviamente con tutti i limiti di un consulto a distanza.
Lo stress ed il freddo di questi giorni potrebbero essere dei fattori scatenanti.
I punti che alla pressione suscitano dolorabilità potrebbero essere i cosiddetti "pericranial tenderness" cioè punti di dolorabilità pericranica, non raramente associati a cefalea tensiva.
Ne parli inizialmente col Suo medico curante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 434XXX

Salve,grazie mille per la risposta. Certo dottore, ovviamente comprendo i limiti di un consulto a distanza. Sono stato oggi dal mio curante e ha parlato di nevralgia e mi ha detto di prendere tachipirina al bisogno e poi se tra un pò di tempo non passa si vedrà. Non le nascondo di essere un ipocondriaco nonché oncofobico. In particolar modo da un anno a questa parte ho avuto un sacco di fissazioni. Prima per un senso di corpo estraneo in gola temevo di avere una brutta cosa all'esofago, poi continue eruttazioni e gonfiore di stomaco, brutta cosa allo stomaco, ora la testa. Me ne passa una e me ne viene un'altra. Nonostante ammetta di preoccuparmi più del dovuto a volte, fatto sta che i sintomi sono reali e ,appunto, stress, freddo, ecc avvalorano l'ipotesi che non sia solo ansia ma qualcosa di fisico grave o meno che sia. In questo momento ad esempio il dolore c'è alla tempia sinistra anche se non la tocco con qualche fitta sporadica e non forte che mi prende all'interno della testa oltre al leggero dolore/fastidio diffuso. Lei capirà che per un ansioso avere una sintomatologia anche se non acuta ma comunque prolungata nei giorni è motivo di pensieri brutti. Ho sofferto di eventi di cefalee acuti in passato quindi so cosa significa avere mal di testa forte che porta addirittura a nausea ma dopo un giorno andava via. Questa è leggera ma mi tiene sempre sull'attenti diciamo. Lei crede che dovrei farmi vedere da un neurologo? O posso provare ad aspettare un pò. Ci sono sintomi compatibili con brutte malattie? Non so se appare la data di nascita ad ogni modo non è un dato sensibile quindi ho 28 anni se può aiutare. E mio padre e mia zia soffrono rispettivamente di sinusite e cefalee ricorrenti. Grazie ancora buona serata.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

un mal di testa lieve non indica generalmente una neoplasia cerebrale in cui la cefalea è di forte intensità.
Ritengo che possa ascoltare il consiglio del medico curante ed attendere ancora, successivamente, qualora il dolore dovesse persistere, faccia una visita neurologica, non perchè sospetti condizioni importanti ma per avere una diagnosi corretta ed eventuale adeguata terapia.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 434XXX

Grazie mille dottore! Se vuole la terrò aggiornata qualora ci fossero novità. Cordiali saluti.

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Se vuole può farci sapere eventuali sviluppi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 434XXX

Buonasera dottore. Le scrivo per aggiornarla un pò sulla situazione. Dunque, premetto dicendo che la tachipirina l'ho presa solo un paio di volte in quanto non vi è mai stata una vera e propria necessità di diminuire il dolore che non è mai stato forte. Tra l'altro la prima volta sembra aver fatto un minimo effetto la seconda poco o nulla. La situazione è più o meno sempre la stessa ovvero leggero mal di testa che va e viene senza seguire uno schema preciso. L'altro ieri sono stato meglio, ieri peggio, oggi di nuovo leggermente meglio. A livello di novità posso riscontrare che i punti dolorabili sono un po regrediti sono durati solo un paio di giorni ma non erano quelli che mi preoccupavano diciamo. Non so se è un caso ma qualche giorno fa sono stato fuori al freddo per più tempo del solito e quella sera il mal di testa era leggermente più aggressivo. Però c'è anche da dire che se sto tutto il giorno a casa senza prendere vento ecc  il fastidio ce l'ho lo stesso. Altro sintomo sempre costante è una sensazione di pesantezza di testa ,tipo gonfiore, a volte sento tipo come orecchie tappate come avere la testa e le orecchie piene d'aria. Il fastidio alla testa sembrerebbe accentuarsi con movimenti di testa bruschi. Tipo se faccio come per dire no sento sbattere dentro ma anche quello a volte è piu doloroso a volte meno, inoltre sembra accentuarsi il dolore se abbasso la testa in giu concentrandosi tra occhi naso e fronte per poi migliorare quando torno alla posizione normale. Per quanto riguarda il sonno dormo tutto sommato bene e parecchie volte(non sempre) nell istante in cui mi sveglio non ho un minimo di fastidio ma giusto il tempo di realizzare che sono sveglio e cominciare le prime banali attività come alzarmi o staccare la sveglia ed ecco che ricomincia con quella presenza. Segnalo solo un addormentamento completo del braccio sinistro una di queste notti, cosa che mi è gia successa in passato ma questa volta il braccio non era sotto il corpo o bloccato in qualche modo. Comunque come al solito tempo una 30ina di secondi ed ho ripreso totalmente il controllo dell arto. Sono sempre ansioso e preoccupato che possa succedermi qualcosa da un momento all'altro inoltre faccio l'errore di leggere su internet dove in alcuni siti dice che i tumori cerebrali, oltre alla classica cefalea, possono essere accusati anche come semplice pesantezza di testa e il dolore puo andare e venire e accentuarsi con cambi di posizione. Che ne pensa? Inoltre non potrebbe essere possibile magari un minimo di sinusite secondo quanto descritto? A livello visivo,cognitivo,motorio non noto nulla di importante. Certo ovviamente non vedo benissimo come 10 anni fa. Diciamo che se 10 anni fa vedevo in full hd adesso è soltanto un hd normale eheh. Spero di averle strappato un sorriso con questa battuta un po stupida. Grazie per la pazienza e scusi il disturbo buona serata

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non ho che da confermare quanto scritto precedentemente, sembrerebbe una cefalea tensiva ma per una diagnosi corretta occorre una visita neurologica.
Lasci stare Internet per autodiagnosi in quanto qualsiasi sintomo può essere di natura neoplastica, dico qualsiasi sintomo.
Solo che internet non conosce l'analisi clinica ed il contesto specifico di ogni singolo sintomo.
Inserire questi e aspettarsi una diagnosi è la cosa più sbagliata che si possa fare.

Buona serata a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 434XXX

Grazie per la risposta dottore. Si, appena ho la possibilità e se nel frattempo non passa la effettuerò. Una cefalea tensiva quanto può durare in caso di mancanza di terapia adeguata? Anche tutti i giorni per mesi?

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

sì, il decorso è variabile e può durare anche diverse settimane come pochi giorni.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 434XXX

Ok. Grazie mille per la disponibilità. Cordiali saluti

[#11] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prego.

Buona serata a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente 434XXX

Buonasera dottore. Siccome sembra alternarsi anche la dolorabilità pericranica (specialmente intorno alle tempie con dolore al tatto a volte acuto) , volevo farle una domanda. Che differenza c'è tra la semplice dolorabilità pericranica e la nevralgia del trigemino? Quest'ultima si presenta con gli stessi sintomi? Può essere indice di patologie importanti? Grazie e scusi il disturbo

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nella classica nevralgia del trigemino il dolore è trafittivo e di forte intensità, non ha nulla a che vedere con la normale dolorabilità pericranica dove il dolore è lieve.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 434XXX

Grazie come sempre per la disponibilità e per la celere risposta. Si nel mio caso il dolore è lieve e un po' generalizzato se non tocco. Ma se tocco determinati punti in determinate giornate lo sento abbastanza intenso e acuto. Mi sembra di capire che nella nevralgia del trigemino quindi il dolore forte è spontaneo e non viene per forza indotto dal tocco? Inoltre ultimamente sembra che la cefalea si intensifichi di più verso sera scaricando anche un po' nella zona oculare. Purtroppo nell'immediato non ho possibilità di effettuare una visita neurologica. Vorrei davvero evitare di infastidire ma allo stesso tempo sono curioso di sapere. Buona serata

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non è questo mezzo informatico che può far fare diagnosi differenziale per cui la visita resta fondamentale.
Da questa postazione Le posso solo dire che, come impressione a distanza, è poco probabile una nevralgia del trigemino classica, quella tipica. Che poi ci possa essere un risentimento trigeminale è possibile.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 434XXX

Grazie mille dottor ferraloro. Cordiali saluti