Utente 406XXX
Salve, sono un ragazzo di 18 anni. Da circa una settimana avverto un fortissimo e pulsante dolore alla tempia sinistra. Avviene puntualmente ogni giorno e non termina se non assumo un antidolorifico. Dopo uno/due giorni il dolore ha iniziato a comprendere anche la mascella (sempre dal lato sinistro) e tutto il lato sinistro del cranio, fronte compresa. Adesso noto che faccio un po' di fatica a tenere l'occhio sinistro aperto, la palpebra è un po' calata. Tutto questo avviene esclusivamente dal lato sinistro! Quando il dolore si presenta devo interrompere tutto quello che sto facendo in quel momento, perché non riesco più a concentrarmi e stare in mezzo alla gente. Sono andato dal mio medico curante, il quale (solo attraverso un'anamnesi) mi ha "diagnosticato" una sinusite frontale. Perciò, mi ha prescritto Augmentin e aerosolterapia con Prontinal e Broncalt per 10 giorni. Premetto che non avevo mai provato un dolore del genere, sì, ogni tanto un mal di testa, ma non così pulsante. Chiedo...si tratta realmente di sinusite o c'è qualcos'altro? Posso fare qualche visita per confermare la diagnosi? Ho pensato anche di recarmi al P.S. quando si presenta il dolore, pensate che sia il caso di andare?
Vi ringrazio!

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

un dolore pulsante unilaterale di forte intensità farebbe pensare anche una cefalea di tipo emicranico, ovviamente è solo un'ipotesi.
Considerato che è la prima volta che soffre di cefalea è doveroso avere una corretta diagnosi di tipo anche per valutare gli altri segni oculari che riferisce, pertanto una visita neurologica presso un collega esperto in cefalee è ampiamente indicata, essendo il neurologo lo specialista di riferimento per le cefalee.
Recarsi al P.S.? Solo se il dolore è di forte intensità.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 406XXX

Egr. Dott. Ferraloro, la ringrazio per la Sua rapida ed esaustiva risposta. Vorrei inoltre chiederLe, premettendo che comprendo benissimo che non è possibile fare diagnosi online, se, dati i sintomi, potrebbe trattarsi di sinusite. Grazie ancora!

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Con i famosi limiti del consulto a distanza, una sinusite frontale sembrerebbe poco probabile.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 406XXX

E di cosa, secondo Lei, potrebbe trattarsi?

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

nella prima risposta avevo ipotizzato una possibile cefalea di tipo emicranico, ovviamente come pura ipotesi a distanza e senza pretesa diagnostica, non potendo escludere quanto detto dal Suo medico curante che ha l'indubbio vantaggio di averLa visitata (ho solo scritto che mi sembra poco probabile).
Se il problema persiste faccia la visita neurologica.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro