Utente 250XXX
Salve, da circa 3 giorni e senza diminuzione dei sintomi, ho un forte mal di testa nella parte sinistra, è molto doloroso e invalidante e mi costringe a stare a letto tutto il giorno in posizione supina e a prendere aspirine anche 2 volte al giorno per avere un poco di sollievo.
Il dolore aumenta in modo vertiginoso dopo i pasti o dopo una semplice evacuazione, il dolore è di tipo profondo e pulsante. Quandi mi prende forte mi crea anche una leggera nausea e capogiro, debolezza e testa pesante, la notte faccio fatica a dormire e anche se mi addormento mi risveglio la mattina con queste fitte persistenti.

Ogni tanto anche in passato mi capitavano episodi di emicrania sul lobo sinistro ma non così forti come ora e così persistenti, bastava un'aspriina e un pò di sonno e passava tutto.

Non saprei cosa fare, potrei provare con un purgante a ripulire l'intestino (soffro di colon irritabile e ho la sibo e per tanto evito pasti abbondanti con verdure che mi creano gonfiore) e a digiunare per vedere se l'emicrania passa o e meglio se vado al pronto soccorso?
Oppure avete qualche altro consiglio o terapia che posso provare?

Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

la cefalea che descrive sembra avere le caratteristiche di una forma emicranica e considerato che è la prima volta che ha questa durata è corretto avere una diagnosi diretta presso un neurologo esperto in cefalee.
Certamente capisco che non può consultare un collega in brevissimo tempo come è evidente serva a Lei (lei il dolore ce l'ha ora), per cui se tale condizione non si risolve spontaneamente e il dolore è invalidante è consigliabile rivolgersi al P.S. considerata la giornata prefestiva.
In ogni caso, anche risolto per il momento il problema, la visita neurologica è ugualmente consigliabile effettuarla.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 250XXX

Grazie per la risposta, questo mal di testa anomalo mi sta facendo veramente stare male, credo opterò essendo sabato per il PS, sperando mi diano almeno qualcosa per calmarlo e darmi un pò di sollievo.

Grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

buona soluzione temporanea, se vuole potrà farmi sapere eventuali sviluppi del caso.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 250XXX

Certo.
Allora ieri sera sono stato al PS e mi hanno fatto tac e analisi sangue, risultate negative per fortuna, allora mi hanno fatto flebo con artosilene + zantac e sono stato subito bene, mi hanno poi dimesso e finalmente ho potuto dormire questa notte.

Stamani il lato sinistro mi faceva leggermente male al risveglio ma non forte come i giorni scorsi, ho comunque bevuto una tisana per non appesantirmi perchè dopo un pasto normale i sintomi peggiorano di molto (di solito mangio 2 uova e verdura cotta la mattina per via della sibo).
Mi sa sia cosa lunga e non guaribile con 2 fiale di antodolorifico.

Il medico del PS mi ha detto in caso di ricaduta di prendere 1 bustina di Tachidol per 3 volte al di e di parlarne al mio medico. Mi ha anche dato il nome di uno specialista della mia zona per la cefalea.

Non vorrei diventare dipendente dai farmaci, spero sia una cosa momentanea e non si cronicizzi, in ogni caso mi consiglia di andare dallo specialista?

ps: Questo farmaco il Tachidol è molto forte o è come una aspirina?

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la visita neurologica è senz'altro consigliabile sia per avere una diagnosi corretta sia per iniziare una terapia di prevenzione, ove possibile e se indicata, proprio per non abusare con gli antidolorifici che alla lunga possono cronicizzare la cefalea.
Il tachidol è a base di paracetamolo (tachipirina) e codeina, una molecola che agisce sul dolore a livello del sistema nervoso centrale, morfinosimile.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 250XXX

Cronicizzare la cefalea è proprio quello che voglio non accada mai, al momento non lo assumo, limito con una aspirina ogni tanto anche se non lo elimino ma almeno lo riduco specialmente dopo il trattamento di ieri al PS che mi ha giovato parecchio.

Provvederò a prenotare una visita da un neurologo. Grazie mille dei suggerimenti dottore e le auguro buona domenica.

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona domenica anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro