Utente
Buonasera,
Scrivo su questo sito per la prima volta e mi farebbe piacere avere un consulto da uno specialista riguardo una mia problematica che mi perseguita da circa un mese e mezzo, passo subito a descrivere ciò che mi sento.

Come ho già detto è da circa un mese e mezzo che ho vari fastidi, in pratica sento che la parte destra del mio corpo è molto diversa rispetto alla parte sinistra, la gamba spesso mi fa male soprattutto dietro al ginocchio e dietro il polpaccio e mi capita di sentirmela "indolenzita"(attenzione non addormentata), poi mi si stanca in breve tempo dopo una camminata e ho la sensazione di poggiare il piede a terra in modo non normale, oltre questo fastidio ho un dolore alla parte destra della testa e quando tocco la fronte sempre lato destro mi si irradia un dolore a tutta la parte destra della testa, non so se queste cose coincidono oppure no ma intanto i disturbi mi sono venuti insieme.
Un altro fastidio che avverto è il non riuscire a svolgere le mie attività quotidiane, se mi sforzo nel parlare o nel ridere o nel fare altro mi comincia a mancare l'aria sempre nella parte destra del mio corpo come se non mi si ossigenasse e mi partono delle bruttissime extrasistole... non so più cosa pensare, il medico mi ha consigliato di rivolgermi da un neurologo, l'ho fatto, (prenotazione al policlinico di Napoli) e mi ha fatto la visita neurologica di routine guardando i riflessi, la pupilla ecc. e ha constatato che neurologicamente sto bene e non ha ritenuto opportuno fare altri esami, ma intanto io il fastidio continuo ad averlo e sto avendo anche dei bruciori sempre al lato destro della testa con lacrimazione all'occhio destro, soprattutto al mattino ho la vista appannata sempre all'occhio destro

Mi sto preoccupando molto, Potrebbe essere qualche problema venoso? cosa mi consigliate di fare? Una TAC? A chi mi devo rivolgere? per favore aspetto una vostra risposta.

Cordiali saluti

P.S. Soffro di reflusso gastroesofageo e di alcune intolleranze che dovrò approfondire in un ospedale specializzato a Pozzuoli, non so se queste cose possano incidere ma ritengo opportuno informarvi...

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

non si può stabilire a distanza se i vari sintomi che descrive siano tra loro correlati o meno, come impressione generale sembrerebbe di no.

Le spiego, <<la gamba spesso mi fa male soprattutto dietro al ginocchio e dietro il polpaccio e mi capita di sentirmela "indolenzita"(attenzione non addormentata), poi mi si stanca in breve tempo dopo una camminata e ho la sensazione di poggiare il piede a terra in modo non normale>> potrebbe riconoscere una causa a partenza dalla colonna lombo-sacrale. Questo l'avrebbe dovuto valutare il neurologo in corso di visita.

<< ho un dolore alla parte destra della testa e quando tocco la fronte sempre lato destro mi si irradia un dolore a tutta la parte destra della testa>> il dolore è stato evocato anche dalla pressione delle dita esercitata dal collega durante la visita? Dolore nevralgico? Muscolare (pericranial tenderness)?

Capisco che la visita neurologica sia stata negativa ma il collega come ha giustificato i sintomi da Lei riferiti?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie Dottor Ferraloro per aver risposto al mio quesito, rispondo subito alla sua domanda.

Il suo collega a fine visita mi disse che per lui poteva trattarsi di un disturbo d'ansia, e se i sintomi non fossero scomparsi da lì a due mese avrei dovuto ricontattarlo in modo da somministrarmi qualche ansiolitico.

Durante la visita neurologica ricordo che il medico non ha esercitato pressione sulla testa, in quel periodo il dolore era meno frequente (la visita l'ho effettuata il 20 gennaio) e glielo accennai solo a fine colloquio, mi disse che poteva trattarsi di una sinusite ma lo riteneva poco probabile visto che il dolore era localizzato solo ad una parte della testa e continuò sulla sua tesi riguardo l'ansia

Quello che vorrei sapere è possibile che tutta questa situazione sia riconducibile solo all'ansia? Non è stato troppo superficiale il neurologo a non avermi consigliato delle altre analisi?

Grazie per l'attenzione, cordiali saluti

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'ansia potrebbe essere teoricamente all'origine della sintomatologia riferita ma prima è necessario escludere problemi organici.
In ogni caso solo con l'ansiolitico difficilmente risolverà il problema, qualora sia di natura ansiosa.
Un secondo parere neurologico potrebbe essere utile.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Salve dottore la ringrazio ancora per la sua attenzione, voglio dirle una cosa che mi è capitata stamattina.

Ero in auto per lavoro e dopo aver raggiunto la destinazione dopo circa 45 minuti appena sceso dall'auto ho sentito la gamba destra bruciarmi tantissimo e molto stanca, come se mi bruciasse il muscolo una sensazione insopportabile che è cominciata ad alleviarsi dopo circa mezz'ora restando in piedi... in questo lasso di tempo avevo una sensazione di svenimento e mancanza di sensi, nel frattempo il dolore alla testa è sempre lì e ripeto che alla gamba ho sempre una sensazione bruttissima come se non fosse ossigenata... non so spiegarlo purtroppo ma le assicuro che è una cosa fastidiosissima
in tutto ciò ho 21 anni e non voglio pensare che sia qualcosa di grave a livello ischemico, circolatorio o di carattere sclerotico, solo il pensiero mi terrorizza.

Grazie per l'attenzione Dr. Ferraloro

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

faccia un doppler venoso e arterioso agli arti inferiori se il medico curante concorda, in base all'esito poi si vede se il problema necessita di ulteriori approfondimenti.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno Dottor Ferraloro,

la voglio aggiornare in base alla visita dal mio medico curante, gli ho spiegato il problema alla testa e ha detto che secondo lui si tratta di una nevralgia del trigemino;
dopodiché gli ho riferito del problema della gamba, mi ha fatto stendere sul lettino e ha verificato anch'egli i riflessi, e mi ha riferito che ha notato assenza di riflessi addominali e questo lo ha preoccupato, mi ha consigliato di consultare un altro neurologo, ho chiamato un neurologo privato e ho l'appuntamento fissato per Lunedi 15/02

Il medico mi ha un pò impaurito perchè mi ha fatto delle domande allusive sulla sclerosi multipla, in realtà dottore anch'io ho il forte dubbio che si tratto proprio della SM... sto accusando dei bruciori alla testa come se mi si accendesse un fiammifero per pochi secondi... la gamba continuo a sentirmela stanca e quando respiro sento un'asma nel lato destro, per non parlare del malessere generalizzato e senso di stanchezza perenne, purtroppo ho fatto ciò che non dovevo fare, leggere i sintomi su internet, la correlazione tra trigemino e sclerosi, oppure della neurite ottica e la SM, il medico davvero mi ha messo un grosso dubbio in testa e ora credo me lo possa togliere solo il neurologo, ma quello che mi chiedo è: durante la prima visita neurologica, se c'era un sospetto di SM, il suo collega non se ne sarebbe accorto?

Grazie ancora DR. Ferraloro

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

certamente, eventuali alterazioni o anomalie dell'esame neurologico sarebbero emerse alla precedente visita specialistica.
Strano il sintomo "sento un'asma nel lato destro", in effetti è la prima volta che sento riferire una sensazione del genere, cioè lateralizzata.
Vediamo cosa Le dirà il secondo neurologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Buonasera Dottore,
La voglio aggiornare riguardo la seconda visita neurologica che ho effettuato lunedi.

Ebbene il suo collega mi ha sottoposto all'esame neurologico di routine, e anche lui non ha notato nessuna alterazione o anomalia, anche lui ritiene che non ci sia bisogno di altri esami specifici, però mi ha consigliato di fare una visita oculistica descrivendogli il problema che ho con l'occhio destro, e poi ha detto che se i sintomi non passano potrei fare una risonanza magnetica senza contrasto, ma da come mi ha fatto capire non ce n'è bisogno, anche lui ritiene che il mio corpo stia somatizzando in questo modo e mi ha consigliato di tornare a fare palestra, sport ecc. Insomma io credevo che questa volta si fosse capito qualcosa, invece sono sempre punto a capo.

Come mi ha consigliato il neurologo ieri sono tornato in palestra con tutta la mia parte destra indolenzita, gamba compresa, e con il mio malessere generalizzato... stanotte non riuscivo ad addormentarmi, avevo la sensazione di non riuscire a respirare e sentivo il mio addome rigido, tutti mi dicono che è ansia ma non riesco a comprendere come l'ansia possa portare dolori e bruciori sul mio corpo.

Stamattina mi sveglio e vado dall'oculista, il quale nota solo una blefarite ad entrambi gli occhi... Retina, fondo oculare e nervo ottico, tutto ok!
I miei sospetti sulla neurite ottica sono scomparsi, ma intanto il mio malessere è costante...

Dottore lei cosa mi consiglia di fare?

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

già due neurologi Le hanno parlato di ansia e di sintomi psicosomatici, a questo punto affronti il problema rivolgendosi ad uno psichiatra.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Salve Dottore,

La ringrazio per il consiglio, certamente ne farò tesoro in caso mi potesse servire, però prima di consultare uno psichiatra vorrei prima escludere le eventuali patologie neurologiche, probabilmente la settimana prossima andrò a farmi la RMN all'encefalo e al rachide cervicale che mi ha consigliato il suo collega, l'unico dubbio che mi rimane è il come mai non ha ritenuto opportune farla con mezzo di contrasto, se ci fossero lesioni demielinizzanti all'encefalo si noterebbero ugualmente? Non vorrei fare un esame sbagliato

Attendo risposta, cordiali saluti.

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

eventuali lesioni demielinizzanti vengono rilevate anche senza mezzo di contrasto, non si può sapere soltanto se sono attive o meno, pertanto se l'esame è negativo si può stare tranquilli.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
Buonasera Dottore,

Ho effettuato la risonanza di cui vi parlai, vi scrivo il responso:

L'esame di risonanza magnetica del cranio-encefalo, eseguito con la tecnica TSE T1 T2 dipendente, mediante scansioni secondo piani assiali e sagittali, FLAIR T2W in piani coronali ed assiali non ha evidenziato aree di alterato segnale del tessuto nervoso encefalico.
Spazi subaracnoidei della volta e della base non dilatati nè deformati.
Sistema ventricolare sovra e sottotentioriale di regolare morfologia e dimensioni.
Strutture delle linea mediana nella norma.

Lunedi ho appuntamento col mio neurologo, da quel che ho capito sembrerebbe tutto apposto, devo prendere seriamente in considerazione che si tratti di un disturbo ansiogeno?

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

come già ha capito, la RM è perfettamente normale, si avvalora l'ipofisi ansiosa già avanzata da due precedenti neurologi.

Buon fine settimana.
Dr. Antonio Ferraloro