Paura per una mia amica. rispondete vi prego

Egregi dottori,
Non credo che questa sia la pagina adatta per il consulto, ma ho bisogno presto e urgente di una risposta. In realtà dovevo scrivere in Neurologia, ma c'erano troppi consulti.
Stamattina ero al parco con la mia migliore amica. Lei ha 18 anni (come me, ma qualche mese più grande), non fuma,non beve,non fa uso di droghe. Non ha neanche problemi di sovrappeso o obesità, ma soffre d'asma, e proprio qualche settimana fa, aveva avuto un attacco.
Appena ci siamo incontrate le vedevo un pò strana. Mi ha detto che aveva avuto 2 paralisi notturne in una notte. Ma non ci ha dato peso. Dopo un pò ha preso il pacchetto di Cipster che aveva portato con lei e abbiamo mangiato insieme. Passa il tempo, ridiamo e scherziamo, ma a volte le manca il respiro e mi dice di non stare bene. Poi si riprende e continuamo a e chiaccheriare. Dopo 2 ore dall'accaduto, comincia a respirare veramente a fatica, si siede su una panchina e si piega a metà. Dice di avere dolore alla schiena e alle gambe, e sta così tanto male che si mette a piangere. Poi si mette a tremare e diventa pallidissima. Io spaventata la porto dal medico più vicino, che le dice di sedersi e di respirare piano. Quando il dottore ha provato a parlarle lei era immobile, con lo sguardo fisso. Come se fosse sotto shock. A me veniva da piangere, non soppoertavo di vederla stare così. Ed ecco che nemmeno il medico sa dirmi che cos'ha. Così la porto al pronto soccorso dove la ricoverano. I medici mi dicono di andare a casa. Li ascolto, ma mi sarebbe piaciuto rimanere con lei. Dopo 3 ore mi chiama. Mi dice che si sente meglio e naturalmente sono sollevata. Pensavo che fosse finita, ma dopo 30 minuti sua mamma mi ha scritto un messaggio, dicendomi che la mia amica ha avuto una crisi epilettica! A quel punto mi sono messa a piangere? Perchè a lei? Che è successo? Quando c'è una crisi epilettica vuol dire che c'è qualcosa che non va. Qualcosa di grave. Ho paura, cosa potrebbe essere? Non voglio una diagnosi, voglio solo delle ipotesi. Non voglio perdere la mia amica.
Mi scuso per eventuali errori grammaticali ma sto scrivendo di fretta. Ringrazio a tutti.
[#1]
Dr. Giovanni Migliaccio Neurochirurgo 13,7k 398 94
E' verosimile si sia trattato di una crisi epillettica. Non ha avuto eoisodi simili in passato? Sarà il caso di approfondire con accertamenti quali EEG, RM ecc.
E' necessario un consulto neurologico.
Trasferisco la Sua richiesta nella sezione di Neurologia per maggiori ragguagli

Cordialità ed auguri per la Sua amica
[#2]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Utente,

non posso che confermare quanto ha detto il Dr. Migliaccio, cioè effettuare una visita neurologica, meglio se presso un epilettologo (neurologo esperto in epilessie) ed eventuali esami diagnostici il collega richiederà.
Di solito in questi casi si effettua un EEG, meglio delle 24 ore, ed una RM encefalica.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test