Utente
Gentilissimi Dottori buongiorno,

Ho 45 anni, sostanzialmente in buona salute, in sovrappeso ( ma non obesa ) da un mese in cura con cipralex 10 mg e tavor 1 mg per stati di ansia e sfondo depressivo con grave deriva ipocondriaca, vorrei sottoporvi un quesito relativo ad una cefalea persistente con dolore costante al centro della testa come se avessi un peso sul cranio. Inizialmente tale situazione si presentava in fase premestruale per scomparire con l'arrivo del ciclo per cui era piuttosto tranquilla. Ultimamente invece la cefalea sembra essere del tutto svincolata dal ciclo mestruale. È persistente per giorni con gravitá di dolore a fasi alterne. Una sera circa un mese fa presa da un attacco di grave ansia mi sono recata al ps dove mi hanno fatto una Tac cranica con esito di assenza di lesioni cerebrali. Sono decisamente preoccupata ho evitato di assumere farmaci perchè lo faccio solo in caso di dolore insopportabile. Il mio medico di base mi ha consigliato di assumere tachipirina all'occorrenza ma io non vedo l'ora che questa cefalea divenga un lontano ricordo.

Ringraxio anticipatamente chi vorrá rispondermi.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

si può tranquillizzare già con l'esito negativo della TC.
È possibile che la cefalea di cui parla sia di tipo tensivo, a tal riguardo Le ricordo che, in questa eventualità, esistono delle terapie molto efficaci, non con antidolorifici però che vanno utilizzati solo in fase acuta quando il dolore è di notevole entità, come correttamente ha detto il Suo medico curante.
Ovviamente non si possono escludere a distanza altre forme di cefalea, per cui per una diagnosi corretta Le consiglierei una visita neurologica presso un collega esperto in cefalee qualora il problema dovesse persistere.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Egr. Dottor Ferraloro,

La ringrazio per la risposta che mi ha tranquillizzata non poco. Se dovesse persistere l'attuale stato di cose sicuramente seguirò il suo consiglio. Quindi secondo Lei, questo problema non è legato a questioni vascolari ( ho omesso di riferire che soffro di flebolinfedema agli arti inferiori tenuto sotto controllo al momento con utilizzo di calze elastiche compressione K2 ) o di tipo ormonale ? Le confesso che sono questi pensieri ad agitare le mie notti. La ringrazio ancora.

La terrò aggiornato.

Cordiali saluti.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

da quanto scrive sembrerebbe poco probabile quanto teme, in ogni caso Le ricordo che questo è solo un consulto a distanza senza alcuna pretesa diagnostica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Certo. Ne sono consapevole. Non essendo un medico ho collegato l'insorgere della cefalea durante la fase pre ciclo alle fluttuazioni ormonali e l'ipocondria ha fatto il resto.

La ringrazio ancora e Le auguro una buona serata.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la cefalea che insorge regolarmente in prossimità del ciclo è ovviamente influenzata da fattori ormonali ma, considerato che scrive che ultimamente questa correlazione non si verifica, Le ho detto che al momento mi sembra meno probabile questa ipotesi.

Cordialità

Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
La ringrazio nuovamente per la Sua squisita disponibilitá tenuto conto che è anche domenica sera.

Se vi saranno sviluppi, La contatterò di sicuro nuovamente.

Cordialissimi saluti.

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro