Utente 427XXX
Buongiorno ,
Vi scrivo perche soffro di alcuni sintomi che fanno pensare alla sla.
Circa 5 mesi fa ho sofferto di un dolore pollice sinistro dovuto ad alcuni esercizi fatti al pianoforte.
Dalla lastre risulta instabilita trapezio metacarpale.
Stranamente il problema è poi comparso anchee al pollice destro.
Si è aggiunto poi un impaccio motorio alla gamba destra , tale da richiedere visita neurologica che ha evidenziato ROT vivaci.
sono soppragiunte fascicolazioni ai polpacci .
Successivamente dolenzia muscolare in particolare alle gambe.
Da elettromiografia risultana lieve reinnervazione.
Da risonanaza magnetica spondilosi , osteofitosi senza pero mielopatia.
Per ultimo il piede sinistro recentemente presenta tutte le dita a parte l alluce meno mobili del destro con annessa parestesia.
Vi ringrazio per il parere
Saluti

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

il dolore non è un sintomo di SLA, se non in fase avanzata, e nemmeno le parestesie.
L'esito della RM della colonna vertebrale può giustificare una parte della sintomatologia.
Il neurologo, a parte i riflessi vivaci che si possono riscontrare frequentemente anche in soggetti sani, come ha interpretato la sintomatologia descritta?
Ha manifestato questi dubbi al collega?

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 427XXX

Grazie tante Dr Ferraloro per la sua pronta risposta.
Purtroppo i dubbi sono tanti ....
Riguardo al dolore :
Ho letto che l esordio della sla avvolte avviene in seguito a trauma , mi conferma tale possibilita ?
Io h avuto dolore al pollice sinistro nell estensione, dolore che è regredito in seguito a utilizzo di un ortesi durante la notte. Mi venne fatta diagnosi di capsulite trapezio metacarpale. Nel momento in cui il dolore è diminuito , lasciando posto a un movimento di estensione del pollice piu limitato , come frenato la sintomatologia è diventata bilaterale.
Quindi ho fatto visita reumatologica ,nella quale è stata esclusa artrite proprio per assenza di dolore importante.
quindi da un esordio doloroso acuto son passato a una situazione bilaterale di non dolore ma di impaccio nel movimento d estensione dei pollici.
Succesivamente un ortopedico ha evidenziato dalla radiografia un instabilita trapezio metacarpale che da ancora un po di dolore.
Se ho ben capito i muscoli delle mani sono spesso tra i primi ad essere colpiti nella sla e ho anche visto come la debolezza di un muscolo posso dare luogo a sofferenza delle articolazioni.
VI è da dire che i muscoli in questione all esame neurologico non hanno dato deficit di forza e non presentano atrofia.
Per la parestesia , ho letto che puo essere avvolte presente alle estremita ,lei cosa pensa del fatto che tale sensazione verta su dita di un piede che ho difficolta a divaricare?
Altro fatto che mi allarma è aver letto che il primo motoneurone darebbe piu che mancanza di forza e atrofia impaccio e mancanza di destrezza che è la sintomatologia che ho la gamba.
Per intenderci posso camminare anche correre ma non potrei giocare a calcio o praticare sport dove richiesta agilita nel movimento.
Ho consultato vari neurologi , che escludendo la sla sempre con la formula non vi sogno segni clinici si sono espressi in maniera differente sulla spondilosi come causa della sintomatologia e non solo l ultimo specialista in sla h anche parlato di riflessi normali come anche lei fa notare.
Alcuni hanno rilevato clono achilleo altri no.
Strano no ?
Dimenticavo ho fatto elettromiografia che ha dato lieve reinnervazione su alcuni muscoli..
Che dire tutta la situazione mi mette in uno stato di forte ansia e confusione.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

" esordio della sla avvolte avviene in seguito a trauma , mi conferma tale possibilita ?" No, perchè la causa della SLA è sconosciuta.
Se la malattia che teme è stata esclusa da diversi neurologi, compreso un collega esperto in questa patologia, deve stare tranquillo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 427XXX

Grazie ancora per la risposta.
Io temevo piu appunto la possibilita inversa cioè che un indebolimento dei muscoli piccoli della mano avesse provocato danno all articolazione e conseguente dolore. il problema articolare come conseguenza della patologia neurologica.
Dottore io cerco di stare tranquillo , pero mi preoccupa sapere che vi è un ritardo diagnostico dovuto alla restrittezza dei criteri diagnostici.
la sua opinione rispetto ai vari sintomi che espongo potrei chiedere quale è a prescindere dalla valutazione dei colleghi?
in particolare sulla difficolta avvertita alla gamba e sul esito positivo della elettromiografia.
per ultimo questo fasidio avvertito al piede ...
Sono ancora in forte ansia devo ammettere...
Grazie ancora

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per esprimere un parere a distanza devo basarmi su quanto detto dai colleghi che l'hanno visitata e che hanno escluso (tutti) la malattia che teme, pertanto non ci sono i presupposti per un sospetto diagnostico in tal senso.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 427XXX

Grazie Dr Ferrarolo ,
Mi dovrei dunque orientare verso n altra diagnosi .
Uno dei neurologi mi diceva appunto spondilosi.
L e riporto qui il referto della RM cervico dorsale :
Modica osteofitosi postero laterale in c3 c4 e postero laterale bilaterale in c4 c5 c5 c6.
Lieve cuneizazzione anteriore del soma di d5 in assenza di associato edema alterazione del segnale della spongiosa midolare.
Piccola focalita ernaria endocalanare laterale sinistra alivello d6 d7 determinante impronta sullo spazio subaracnoideo anteriore delo stesso lato.

Un altro , quello esperto in malattie neurodegenerative ,
mi ha prescritto alcuni esami sulla base di un valore abbastanzo alto ma nei limiti della creatinina di precedenti analisi.
Parlava di possibile lievi neuropatie periferiche di origine metabolica.
Risultati alterati solo i valori di ferritina 305 colesterolo ldl 254 hdl 68 acido urico7,7.
nella norma il cpk 125.

Lei che ne pensa ?
Grazie ancora per la disponibilita
un saluto

[#7] dopo  
Utente 427XXX

Dimenticavo lo stesso medico mi ha prescritto amitriptilina a basso dosaggio , che ha alleviato abbastanza le dolenzie muscolari alle gambe che mi portavano a stirarle con frequenza.Anche la sensazione di rigidita alla gamba sembra giovare della terapia senza risolvere l ' impaccio pero.

[#8] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

due neurologi che hanno avuto la possibilità di visitarLa e di visionare direttamente le immagini degli esami effettuati hanno dato due orientamenti diagnostici differenti, pensi noi al buio, da questa postazione, se possiamo avanzare ipotesi attendibili..
Diciamo che entrambi gli orientamenti teoricamente possono essere possibili.
Il beneficio ottenuto dall'amitriptilina farebbe pensare ad una neuropatia che non esclude comunque la spondilosi.
Tra gli esami manca una RM al rachide lombosacrale, inoltre è incompleto l'esito dell'EMG, infatti "lieve reinnervazione" è una dicitura molto generica che non indica nemmeno la sede di tale reinnervazione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#9] dopo  
Utente 427XXX

Grazie ancora Dr Ferraloro per la disponibilità.
La Rm al rachide lombosacrale non mi è stata prescritta .
Come mai ?
Invece ho fatto Rm encefalo risultata negativa.
le riporto parte della EMG :
Sono stati eaminati il muscolo TA di destra i muscoli GI ,retto femorale , BB, Interosseo bilateralmente.
In tutti i muscoli assenza di attivita spontanea a riposo.
nella contrazione volontaria vengono attivati potenziali di unita motoria di ampiezza lievemente aumentata agli arti superiori (fino a 10 mv interosseo bilateralmente fino a 10mv in BB sn fino a 7 mv a dx ed in TA a dx fino a 9 mv tracciati interferenziali a massimo sforzo.
Conclusioni:
in tutti i muscoli assenza di attività spontanea a riposo.
rilevati fenomeni di reinnervazione di grado lieve e di carattere cronico nei muscoli esaminati agli arti superiori ed in TA di destra.

Mi spaventano i pum aumentati diffusi agli arti superiori , sono spiegabili alla luce della Rm?
la velocita di conduzione è risultata invece sempre nei limiti.
mi faccia sapere
Un saluto

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

non posso sapere perchè non sia stata richiesta una RM lombosacrale considerato che ha pure una sintomatologia agli arti inferiori.
Il reperto elettromiografico è compatibile con quanto rilevato alla RM.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente 427XXX

Grazie ancora !
Buono , quindi anche la spondilosi puo dare reinnervazione alla emg. Non vi è maniera di differenziare le alterazioni date rispetto alla sla o neuropatie ???
Cio non faciliterebbe la diagnosi ??

[#12] dopo  
Utente 427XXX

Dr Ferraloro , le chiederei inoltre se possibile una delucidazione rispetto all' impaccio motorio di cui soffro.
Ho notato piu volte che se mi fermo ad esempio sto seduto per un po quando poi riprendo la marcia l ' impaccio sparisce e riprendo a camminare bene purtroppo solo per qualche minuto dopodichè ritorna la sensazione alla gamba come se fosse fuori asse,un po frenata, rigida.
Ancora piu strano , posso correre ma dopo qualche minuto avverto dolore ma non tanto muscolare quanto sulle articolazioni o sul piede.
La ringrazio ancora per la sua disponibilità
Un saluto

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

senza una visita diretta non è possibile dare un parere attendibile.
La SLA è stata esclusa dai neurologi che l'hanno visitata.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 427XXX

Gentile dottore ,
mi viene il dubbio che con la sua risposta intenda dire che la sintomatologia effetivamnete fa pensare alla sla e che dobbiamo affidarci al parere degli esperti durante la visita per escluderla.
Nel fratempo mi trovo letteralmente terrorizzato a tal punto che ho fato altra visita con un altro neurologo specializzato pure lui.
Ancora una vola visita negativa , a parte a detta del neurologo hoffman leggermente positivo ma non di significato patologico.
Ha notato u leggero tremore della mano riposo ma non significativo , e mi ha fatto saltare solo con una gamba. Ho avvertito piu difficolta con la destra.
Riguarda alla spondilosi ha dato poca importanza pure lui , lo stesso riguardo alle analisi che presentano solo la ferritina un po alta a parte il colesterolo.
Rispetto al piede sinistro e alle dita ha detto che non possiamo sapere se il problema sia di lunga data o recente per tanto da vigilare.
Sulla reinnervazione ha fatto un discorso analogo essendo cronica , per tanto mi dovrei preoccupare solo se alla prossiima emg venisse fuori un processo di denervazione in progressione.
Per l impaccio motorio , mi ha accennato alla claudicatio neurogena dato che io lo avverto come le dicevo dopo qualche minuto e se riposo e riprendo a camminare sparisce per poi peggiorare....
Alla fine anche se non troppo convinto mi ha prescritto rmn lombare .
Meglio con mezzo di contrasto le chiedo ??
Che dire ??
mi devo fidare dei dottori quando dicono non vi sono segni di malattia neurologica o chissa fra qualche mese mi arriva qualche brutta sorpresa ??
Mi spaventa leggere del ritardo diagnostico dovuto all' osservazione...addirittura di un anno dall esordio dei sintomi ..
La ringrazio
un cordiale saluto

[#15] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

mi pare che dopo l'ennesima visita neurologica sia stata ancora esclusa la malattia che teme.
La RM lombare la può effettuare senza mezzo di contrasto.

"mi viene il dubbio che con la sua risposta intenda dire che la sintomatologia effetivamnete fa pensare alla sla e che dobbiamo affidarci al parere degli esperti durante la visita per escluderla."
Assolutamente no, non era nelle mie intenzioni scrivere nel senso che Lei ha percepito, mi sono spiegato male.
Volevo solo dirLe che, considerato che la diagnosi di SLA è essenzialmente clinica, la malattia è stata esclusa dai neurologi che non hanno riscontrato segni sospetti, tutto qui.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente 427XXX

Buonasera Dott Ferrarolo ,
le scrivo in quanto mi trovo in una situazione di stallo.
La mia sintomatologia , persiste essenzialmente fascicolazioni ai polpacci ,difficolta bilaterale nell ' opposizione del pollice e sensazione di difficolta nella marcia dovuta alla gamba destra. Per ultimo una assimetria tra le mobilita.dita del piede destro e quello sinistro.
Da tutto cio che ho letto sino a d ora , le zone interessate sarebbe quelli che piu tipicamente si riscontrano in un esordio piu comune di SLA.
Come sa le mie paure son state piu volte smentite da vari neurologi che mi hanno esaminato.
L ' ultimo dei quali esperto in malattie del motoneurone mi ha inviato il referto nel quale riporta che non trova segni ne tantomeno sintomi che facciano pensare a una SLA o altra malattia neurodegenerativa. Ha riportato il referto della eletro miografia dove si evinceva lieve dennervazione come di scarsa rilevanza e non ha ritenuto di richiedere altra eletro miografia o ulteriore studi.
Ora , i miei sintomi persistono a distanza dei pio meno 6 mesi dagli esordi senza evidenti peggioramenti, ma al tempo stesso rendendomii difficile condurre una vita normale..
Come muoversi ?
Rivolgersi a specialista in altro campo e se si quale ?
Contatare altro neurologo , magari per poi giungere alla stessa conclusione...
Non le nascondo da ipocondriaco quale sono che ancora qualche perplessità la nutro.
Tutta la vicenda è iniziata con il riscontro di un rot molto vivace assimetrico che ha dato luogo alle indagini, ainsieme anche a clono achilleo.
Le ultime visite sono invece negative e i rot giudicati normali, clono assente.
Sempre da ipocondriaco ho effetuato varie ricerche su internet e ho letto che i ROT nel corso della SLA possono variare , se ho capito bene potrebbe essere vivaci per interessamento iniziale del primo motoneurone per poi cambiare in seguito a interessamento del secondo motoneurone.
Lei puo confermare questa cosa ? Se si in quanto tempo puo avvenire i cambio di valutazioni del ROT.
Nel mio caso sulla gamba con rot vivace son subentrate fascicolazioni circa un mese dopo la visita alterata.
Un altra cosa che mi lascia pensieroso è aver letto che la ferritina spesso si riscontra elevata nella SLA e l ' unico valore alterato delle miei analisi è proprio la ferritina .!
la ringrazio anticipatamente per il suo interessamento
Cordiali Saluti

[#17] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

siamo di fronte ad una condizione a dir poco singolare, Lei che accusa dei sintomi a Suo dire assimilabili alla SLA e colleghi che non riscontrano nulla alla visita neurologica.
NON esiste una malattia con segni univoci (i ROT che possono variare devono avere un corrispettivo clinico, un arto "cadente", un'atrofia muscolare evidente. Lasci perdere la ferritina perchè non ha valore diagnostico in tal senso).
Il segno fondamentale è il deficit di forza obiettivabile dal neurologo (non la stanchezza o la perdita di forza soggettive del paziente) e il deficit motorio, cioè l'impossibilità di compiere un determinato movimento.
A distanza, con diverse visite neurologiche negative, non saprei cosa consigliarLe se non la solita visita neurologica, capisco bene che sono ripetitivo ma l'alternativa è "Viva tranquillo e non faccia nulla".

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#18] dopo  
Utente 427XXX

Buongiorno Dott Ferraloro ,
La aggiorno sulla situazione :
Ho effetuato una altra visita neurologica , questa volta è stato trovato piu evidente l hoffman bilaterale e anche purtroppo un atriofa sempre bilaterale thenar e ipotenar.
Ho quindi effetuato i potenziali evocati motori ,con esito invece negativo.
Solita consolazione finale da parte del neurologo :lei non ha la sla.
Ho fatto poi la risonanza lombare che ja evidenzziato piu marrcata spondilosi pur senza ernie o interessamento midollo.
Ho fatto vista ortopedica che ha evidenziato un deficit forza alluce destro e un ipomiotrofia del quadricipite di 1 cm inferiore al sinistro.
Vi sono 2 angiomi ma il neurologo mi ha detto di non considerarli.
Per il resto la sintomatologia è piu o meno costante ,
fastidio nel opposi zione del pollice , debolezza alla gamba destra senza dolore , ultimamte anche fastidio alla muscolatura del collo.
Sorprendentemente avendodovuto prendere del cortisone (bentelan) per altre ragioni tutta la sintomatologia è molto migliorata.
Non si potrebbe prescrivere il cortisone dato i benefici riscontrati se si che tipo ?
Un ultima domanda l esito negativo dei potenziali evocati esclude categoricamete l interessamneto del primo motoneurone e quindi la SLA ?
Ho visto che l esame purtroppo puo dare spesso falsi negativi e avvolte si ripete...
L ringarzio anticipatamnete
Cordiali saluti

[#19] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la terapia cortisonica cura svariate condizioni anche molto diverse tra loro per cui non mi sorprende il beneficio che ha avuto, ovviamente non agisce sui sintomi della SLA.
Consigliare farmaci a distanza è vietato.
Potrebbe invece ripetere l'EMG qualora la prima l'abbia effettuata da diversi mesi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro