Utente 459XXX
Gentili Dottori, chiedo gentilmente un vostro consulto e mi scuso fin da ora se saro' un po' lunga con il racconto.
l'estate scorsa ebbi una uveite all'occhio dx curata dopo una ventina di giorni e una forte crisi di vertigini in corrispondenza della stessa scomparse invece dopo circa 48 ore. la cosa sembrava essere risolta e non ho approfondito.
Ad aprile di quest'anno sono iniziate di nuovo forti crisi di vertigini , visione offuscata soprattutto dall'occhio dx e stanchezza.questi sintomi non scompaiono ed io ho costantemente senso di instabilita'
Il Neurologo che mi ha visitato mi ha inviato a fare un RMN con MDC che senza di cui riporto il referto .
RM senza MDC :
"..presenza di piccola area di alterato segnale a margini netti disposta in sede subdurale in sede fronto-insulare Sx che presenta estensione antero-posteriore di circa 2,8 cm e spessore di circa 5mm.nelle adiacenze della piccola lesione si rileva un vaso venoso ectasico. ... Non lesioni cerebro vascolari ischemiche"
RM con MDC:
" Si rileva e si conferma moderato e focale ispessimento originante da teca cranica interna della regione pterionale sinistra. Il reperto mostra un segnale intermedio ed e' circoscritto da una stria corticale forse ossea, forse calcifica.
Il suo diametro e' di circa 2,3 cm x 6mm.
La sua configurazione convessa verso il compartimento intracranico impronta moderatamente la dura madre. Non si puo' escludere la sua origine sottodurale.I solchi corticali adicenti mostrano lievissima impregnazione.
Si rileva arteria vertebrale destra a decorso tortuoso ed ipoplasica. la localizzazione extradurale suggerisce un ispessimento osteomatoso, quello intradurale potrebbe suggereire la genesidi formazione meningiomatosa.."
A seguito di queste sono stata inviata a fare le prove vestibolari dove e' emersa una iporeflessia labirintica destra.
Dalla visita oculistica e' emersa invece una diplopia.
L'ecocolordoppler dei vasi aortici ha indicato invece arterie vertebrali con flusso libero.L'angio RM non ha rilevato alcun problema.
Il neurologo a questo punto mi consiglia di eseguire un esame del campo visivo ed eventuale prelievo del liquor..
i miei disturbi non accennano a diminuire con il microser.
Ringrazio anticipatamente gli specialisti dell'attenzione che vorranno darmi.
Un saluto

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,
dal Suo resoconto traspare che Lei sta presentando dei disturbi (vertigini e diplopia) che non parrebbe di poter raccordare in senso patogenetico alla lesione endocranica che è stata rilevata dalla Risonanza Magnetica e che verosimilmente potrebbe essere un meningioma in fase di formazione che è stato "accidentalmente" scoperto. Il mio consiglio è di procedere spediti verso questo problema e di posporre la risoluzione degli altri nelle sedi competenti, Per cui si rivolga ad un Neurochirurgo per decidere il da farsi.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 459XXX

Buonasera Dottore, la ringrazio per la celere risposta. Quindi anche lei concorda che dovrei fare il prelievo del liquor? Ringrazio anticipatamente per l'attenzione prestata

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Non credo che l'esame del liquor possa contribuire meglio alla diagnosi della modesta lesione espansiva di quanto abbia già fatto la RM. Persisto nel mio consiglio di rivolgersi ad un Neurochirurgo.
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it