Utente 459XXX
Buonasera, scrivo per conto del mio ragazzo, un ragazzo alto quasi 1,70 che pesa all'incirca 68 kg. Per via del suo lavoro guida tutto il giorno e in passato ha subito due traumi cranici di cui uno mediamente grave più di un anno fa e un secondo lieve questo inverno. Dal primo trauma è uscito fuori un assottigliamento dei dischi cervicali che hanno causato parecchi problemi di nausea e stordimento curati con iniezioni di Muscoril e voltaren, e anche con della fisioterapia all'incirca due/tre mesi fa.
Adesso è da quasi un mese che lamenta un forte stordimento che si ripercuote sulla sua vita quotidiana, ripetendomi spesso che "si sente fuori dal mondo, completamente impotente", accompagnato da un forte mal di testa alla nuca, avvertendo come delle pulsazioni e un forte calore, tanto è che suda tantissimo proprio in quella zona fino al collo.
A questo si aggiunge dolore, stanchezza e secchezza a gli occhi, lamentata però da sempre. Ha fatto ben due visite oculistiche e la seconda ha rilevato una lieve ipermetrofia che non necessitava di uso di occhiali, che infatti non porta.
Tra l'altro a volte prende dei vertisec prescritti dal suo medico curante che gli alleviano notevolmente tutti i sintomi, ma sono dei dolori che si presentano ormai ogni giorno quindi spesso cerca di evitare di assumere farmaci di continuo.
Siamo in una lunga attesa di una risonanza, nel frattempo spero tanto nei vostri consigli.
Grazie mille in anticipo.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

è possibile che la sintomatologia che riferisce sia correlata ai precedenti traumi cranici che quasi sicuramente hanno interessato anche la colonna cervicale.
In attesa della RM (preferibilmente encefalo e colonna cervicale) il Suo ragazzo potrebbe effettuare una visita neurologica per avere una valutazione clinica diretta.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro