Utente 468XXX
Buongiorno mi chiamo riccardo e cerchero di essere il piu breve possibile.
Faccio il cuoco da 12 anni ed essendo un lavoro molto pesante ho sempre avuto vari acciacchi, a 25 anni mi hanno diagnosticato una forma di gastrite cronica e da quella volta ho sempre avuto problemi di ansia ed ipocondria ora dopo vari travagli ci convivo con tranquillita.
Quest'anno ho fatto la stagione estiva facendo anche 360 ore di lavoro al mese senza problemi a parte delle forti rigidita ai polpacci al risveglio (se stringevo i muscoli si trasformano in principio di crampi)
Verso fini stagione a lavoro calato comincio ad avvertire una sensazione di stanchezza alle braccia....col passare del tempo adesso ho i muscoli molto tesi tant'è che se resto fermo coi muscoli in tensione ho dei leggeri tremori
Allarmato cerco in rete e leggo della sla....mi sono terrorizzato e dopo pochi giorni sono cominciate le fascicolazioni (che ho tuttora) terrorizzandomi ancora di piu
Comincio a fare di proposito lavori pesanti per testare la mia forza e mi riescono senza problemi....
Io gioco a freccete e dopo un estate ho ripreso , all inizio, il solo tenere le frecce da pochi grammi mi faceva esaurire il muscolo del braccio ma ora ad esempio no...
La mia domanda è ,secondo voi se fosse sla, la situazione del muscolo che brucia tenendo le frecce in mano (che adesso non ho piu) essendo una malattia degenerativa sarebbe potuta migliorare? Ho eseguito vari autotest come tenere le braccia sopra la testa per tre minuti, alzare pentoloni pieni d acqua, fare 4 piani di scale a piedi ecc ecc
Al tempo stesso oggi ho pulito un pollo da seduto e mi bruciavano i trapezi dopo pochi secondi
Premetto che ho un ernia cervicale e che sono stato dal medico di base che senza nemmeno visitarmi mi ga risposto : " ma quale sla non hai nulla"
Eppure non riesco a stare tranquillo ultimamente mi sento come "stordito" con facicolazioni e come dei leggeri crampi a piedi polpacci e persino alla schiena
Mi consigliate una visita da uno specialista?
Grz per le vostre risposte

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Riccardo,

non vedo nessun elemento che possa fare pensare alla SLA, non vada in Rete alla ricerca di autodiagnosi in quanto non ha nessun senso e causa solo preoccupazioni e paure.
La causa dei disturbi riferiti va cercata altrove, in condizioni anche banali, ovviamente non è questa la sede per fare diagnosi.
È evidente inoltre una marcata componente ansiosa che si evince dal contenuto del post e dalla pratica dei vari test che ha effettuato.
Stia tranquillo e non pensi malattie importanti.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 468XXX

Gentile Dottore
Spero molto che lei abbia ragione
E la ringrazio tantissimo per il consulto e la celere risposta
Saluti

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona giornata
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 468XXX

Buona sera dottore
Dopo il suo consulto mi sentivo abbastanza tranquillo ,coi sintomi persistenti ma tranquillo, quando stasera camminando ho avvertito una forte scossa all'alluce che si e ripetuta per ancora un paio di volte....non dolorosa ma forte.
Purtroppo ho fatto l errore di andare a leggere i sintomi su internet e la mia tranquillita e venuta nuovamente meno.
Mi rendo conto di essere un soggetto ipocondriaco ma le chiedo gentilmente pazienza.
Crede che a fronte di questo nuovo sintomo associato alle fascicolazioni sia motivo di preoccupazione?
Ormai sono 2 settimane che non lavoro e per farle un esempio l altro giorno ho riempito il frigo chinadomi 4-5 volte sulle gambe e dopo 3 gg ho ancora l acido lattico....possono (per quanto un giudizio a distanza lo possa permettere) secondo lei essere sintomi di malattia degenerative?
Premetto che non le scriverò di nuovo ad ogni minimo sintomo ma vista la reticenza del mio medico di base non so a chi rivolgermi per poter avere un parere
Grz infinite

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le confermo quanto detto precedentemente, cioè non vedo sintomi che possano fare pensare malattie importanti, almeno per quanto riguarda l'impressione a distanza.
Tuttavia, anche per Sua tranquillità, qualora la sintomatologia dovesse persistere, una visita neurologica sarebbe certamente indicata.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro