Utente 215XXX
Gentili dottori, vi scrivo per cercare di venire a poco di una situazione che va avanti da circa 3 mesi e di cui sono fortemente preoccupato.Il 21.12.17, ho contratto la classica influenza stagionale , il cui stato febbrile ( fase acuta), è durata fino al 29.12.17 e fin qui nulla di strano.Nei giorni successivi, all' esordio influenzale ho iniziato ad avvertire unitamente all' innalzamento della temperatura, un forte stato confusionale con perdita di memoria a breve termine e difficoltà di concentrazione.Ho inizialmente addebitato il tutto all' influenza appunto senza dare peso più di tanto.La preoccupazione è però aumentata quando ho visto che passavano i giorni e nulla cambiava e non vi erano miglioramenti.In aggiunta, anzi ,sono subentrati ulteriori sintomi quali: scarsa reattività di pensiero, torpore mentale,inappetenza,insonnia,fitte alla testa,leggeri formicolii ,sensazioni di scosse e di vibrazioni interne specialmente nel piede dx , bruciori diffusi e campate di calore alla testa.Preoccupato, mi sono dunque rivolto ad un neurologo,il quale mi ha visitato non riscontrando nulla di significativo se non un "clono " più prolungato del previsto nella gamba destra rispetto alla sinistra , che però ha addebitato all' ansia dicendomi che " teoricamente da solo non vuol dire nulla" . Detto questo, per mia tranquillità e anche per eliminare ogni tipo di sospetto, mi ha comunque prescritto una RMN encefalica a cui mi sono già sottoposto e che mi hanno eseguito, sia con mezzo di contrasto che senza , perché volevano escludere eventuali complicazioni dovute all' influenza ( encefalite subdola).Tuttavia,fortunatamente la risonanza ha dato esito negativo.Nonostante questo,ho continuato e continuo tutt'ora ad avvertire gli stessi sintomi,mi sono dunque rivolto ad un secondo specialista ( anche qui visita negativa),che mi ha diagnosticato , una forma di depressione ansiosa e mi ha prescritto alcuni integratori ( synaid 1 cpr al mattino prima di colazione+ partena anche qui una compressa la sera prima di dormire), inoltre mi ha prescritto anche il laroxyl ad un dosaggio però basso fino a max 7 gocce prima di dormire.Ho continuato questa terapia per tre settimane senza risultati, allora il medico ha deciso di insistere con la terapia accostando alla terapia, l' entact gocce ( dosaggio con partenza da 3 gocce al mattino, con aumento di due gocce ogni mattina fino ad arrivare a 15 gocce tutte le mattine). Sono al secondo giorno di assunzione di entact e spero di ottenere dei benefici , premettendo però che non mi sento affatto depresso anche se sono da sempre ansioso e ipocondriaco.Ho una grande paura di avere una malattia grave tipo la s.m anche perché avverto sempre queste punture di spilli e queste scosse . Vorrei gentilmente un vostro parere a riguardo.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

con la RM encefalica negativa può tranquillizzarsi riguardo la SM, mi pare che i Colleghi consultati si siano orientati verso un disturbo d'ansia. L'entact, come molti altri antidepressivi, non è indicato soltanto nella depressione ma anche nel disturbo d'ansia generalizzato, nel disturbo da attacchi di panico, ecc., pertanto non è stato prescritto per la depressione.
Consideri che per vedere i primi benefici devono trascorrere circa 3-4 settimane a dosaggio pieno.
Per tranquillizzarsi ulteriormente può effettuare una RM al midollo spinale.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 215XXX

Dottore la ringrazio per la celerità della risposta. Volevo chiederle ma l' entact crea dipendenza? Perché mi sono raccomandato con il mio neurologo a proposito di questo, in quanto non voglio dipendere da questi medicinali a vita,e lui mi ha rassicurato dicendo di non preoccuparmi perché l' entact appartiene alla classe degli antidepressivi triciclici e non è un ansiolitico. Conferma questa tesi? Oggi comunque mi sento molto meglio,fatto salvo un episodio di vista sfocata risalente a stamattina che è durato qualche minuto solo all' occhio sinistro però ed il fatto che sono ancora senza appetito( mangio lo stesso ma senza la necessità).E' remota la possibilità che una sm possa manifestarsi con lesioni solo al midollo spinale? Lei me la farebbe eseguire dopo tutto questo iter diagnostico?

[#3] dopo  
Utente 215XXX

A in ogni caso per il trattamento dell' ansia ho iniziato un corso di terapia cognitivo- comportamentale con uno psicologo perché voglio risolvere il problema, non nasconderlo con i farmaci.

[#4] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

Le confermo che l'entact (SSRI) non causa dipendenza e, aggiungo, nemmeno assuefazione, stia tranquillo.

Ottima l'associazione della terapia farmacologica con la psicoterapia.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro