Utente 477XXX
Salve, vorrei un parere perché sono in una situazione che mi rende la vita impossibile. Ho 26 anni e ad ottobre ebbi un brutto incidente automobilistico che mi ha causato la cervicale, infatti da quel momento soffro di dolori al collo e alla nuca. Ho fatto delle cure che mi hanno allevato un po' il dolore, ma appena terminate sembra che vada sempre peggio. Mi spiego: permetto di essere ansiosa e a tratti ipocondriaca, ma avverto ogni sera (e pure durante il giorno a volte) pressione alle tempie, pesantezza alla testa, tachicardia, dolori dietro la nuca o sulle spalle e a volte sensazione di calore alla testa. Mi è pure successo di svegliarmi la notte e sentirmi i muscoli della testa bloccati o dolore. Mi agito e non riesco a calmarmi, cerco su Internet i sintomi e si parla di aneurismi e simili. Per dormire prendo le sedanam compresse, che il mio medico curante mi ha prescritto per l'ansia. Premetto che dopo l'incidente non hanno ritenuto opportuno farmi una Tac. Ho paura mi sento sempre questa pressione alla testa e non so cosa pensare.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

il senso di pressione alla testa è un sintomo benigno che non ci preoccupa, infatti è di solito causato da tensione dei muscoli pericranici, in più, nel Suo caso, c'è l'aggravante del trauma cervicale causato dall'incidente automobilistico.
Stia tranquilla e si rivolga al medico curante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 477XXX

Gentile Dottore, intanto la ringrazio per la risposta immediata. Il mio medico curante mi ha detto che si tratta di cervicale e tensione muscolare, mista ad ansia. Però quests pressione alle tempie mi preoccupa perché ho paura possa venirmi qualcosa. Proverò a stare più tranquilla comunque, grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

concordo con quanto detto dal medico curante.
Consideri che esistono terapie farmacologiche che possono fare regredire la sintomatologia ma, considerato che è vietato consigliare farmaci a distanza, si rivolga sempre al medico di fiducia per eventuale prescrizione di farmaci.

Cordialmente Le auguro una buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro