Utente 461XXX
Buongiorno a tutti, sono un ragazzo di 19 anni che di di recente ha effettuato, in due occasioni diverse ma per lo stesso motivo, RMN encefalo con m.d.c.+RMN rachide in toto senza m.d.c. Premetto che tali esami, eseguiti per via di un sintomo che mi affligge da tre mesi circa (rappresentato da formicolii piuttosto diffusi e costanti e bruciori), non sono stati prescritti per via di un concreto sospetto diagnostico, ma per tranquillità personale, dato che le due visite neurologiche effettuate non avevano rilevato alterazioni (io temevo una SM).
Ho ritirato il refeto delle due risonanze e non pare siano state riscontrate lesioni demielinizzanti né di altra natura: tuttavia ricordo che il giorno della RMN encefalo il tecnico, notando che avevo un apparecchio ortodontico fisso (a quel tempo alla sola arcata superiore), mi ha detto che forse ci sarebbero potute essere alterazioni tali da compromettere l'affidabilità dell'esame. Hanno fatto una prova e probabilmente andava tutto bene, dato che comunque mi hanno fatto eseguire l'esame e non hanno accennato a tale aspetto nel referto. Stessa situazione per quanto riguarda la RMN rachide in toto, con la differenza che questa volta (in cui l'apparecchio era presente anche all'arcata inferiore) non si è fatto minimo cenno all'apparecchio neanche a voce, oltre che sul referto. Ora mi chiedo: è possibile mettere in dubbio la validità di tali esami sulla base di sospette interferenze di tipo ferromagnetico? Perché mi è stato fatto eseguire l'esame se esiste la concreta possibilità che eventuali lesioni demielinizzanti, soprattutto in area encefalica e cervicale, possano essere sfuggite? Spero di non dover ripetere tutto da capo, anche perché gli esami costano, e sinceramente non vorrei doverli rifare per via della negligenza o superficialità di alcuni dottori. Nella vostra esperienza qual è il grado di affidabilità e precisione di un esame di imaging eseguito in queste condizioni?
Cordialmente

[#1] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
"...Ora mi chiedo: è possibile mettere in dubbio la validità di tali esami sulla base di sospette interferenze di tipo ferromagnetico?..."
...o più correttamente "sulla base di sospette interfeerenza da apparecchio ortodontico.

Nel caso che descrive non è possibile.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente 461XXX

Gentile Dottore,
innanzitutto la ringrazio per la tempestiva risposta. Mi avevano parlato bene di questo servizio, ma non immaginavo fosse tanto rapido.
In secondo luogo vorrei chiederle, senza mettere in discussione l'attendibilità della sua risposta, le ragioni per cui secondo lei tale evenienza non è possibile. Nella sua esperienza professionale le risonanze effettuate con apparecchio ortodontico (in titanio) sono comunque di buona qualità? Creano interferenza solo in bocca?

Cordialmente

[#3] dopo  
Utente 461XXX

Buongiorno dottore,
sono ancora io. Ho ritirato il referto della RMN rachide in toto smdc. Come temevo, il referto recita:"Eseguita RM della colonna con sequenze FSE T1, FSE T2 e STIR nei piani sagittali e assiali, parzialmente alterata a livello cervicale per artefatti metallici dentari." (ha avuto esito negativo).
Ho il dischetto con le immagini e non riesco a capire la qualità delle immagini, tenuto conto che andava indagato il midollo, più che la colonna e le aree circostanti.
Volevo chiederle se fosse possibile inviarle via mail le immagini privatamente (ho il dischetto) perché lei possa valutarne la qualità ( cioè se secondo lei vale la pena ripetere l'esame a livello cercivale o meno sulla base della loro qualità) senza impegno, ovviamente non mi aspetto un parere diagnostico, ma solo ed esclusivamente un parere sulla qualità delle immagini, dato che il mio medico di base è in ferie e non è molto esperto di SM e altre malattie.
Ritiene sia fattibilie come cosa? Se non è disponibile fa lo stesso.
Grazie comunque per l'attenzione,
Cordialmente

[#4] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non è possibile inviare il dischetto come da "linee guida di Medicitalia.
Non so se "...vale la pena ripetere l'esame a livello cercivale o meno sulla base della loro qualità..." in quanto non posso prendere visione delle immagini RM.
Tuttavia voglio pensare che il medico radiologo, anche sulla base del quesito clinico, abbia descritto il midollo per morfologia, dimensioni e segnale concludendo per un reperto normale.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#5] dopo  
Utente 461XXX

Grazie per la cortese attenzione, dottore.
Cordialmente

[#6] dopo  
Utente 461XXX

Scusi se la disturbo nuovamente dottore, le prometto che è l'ultima volta. Volevo capire se nelle sezioni assiali del rachide il midollo è rappresentato dal cerchio grigio (abbastanza piccolo) al centro o anche dall'anellino bianco che lo circonda? Sono distinguibili materia bianca e materia grigia in queste immagini? Io vedo tutto grigio, anche nelle sezioni sagittali il midollo appare grigio. Ma quella lì è materia bianca o grigia?
Cordialmente

[#7] dopo  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ma perchè non invia l'intero referto?

A scopo generale informativo in una RM Cervico-Midollare, nelle sezioni assiali, il midollo spinale è in "cerchio grigio al centro" mentre "l'anellino bianco che lo circonda" è il liquor peri-midollare.

"...Io vedo tutto grigio, anche nelle sezioni sagittali il midollo appare grigio. Ma quella lì è materia bianca o grigia?...";
"quella li" è il midollo spinale.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it