Utente 217XXX
Buongiorno dottori, scrivo in merito ai sintomi esposti in questa richiesta di consulto datata Agosto 2017 https://www.medicitalia.it/consulti/archivio/582926-privazione_di_sonno.html

Da 8 mesi a questa parte i sintomi si sono palesati in modo ondivago, con periodi di peggioramento e periodi di quasi remissione, anche se parlo di settimane. Rispetto alla richiesta succitata ho eradicato i problemi digestivi col pantoprazolo quindi mi capita di dormire anche in modo ininterrotto da quando prendo sonno fino al mattino, tuttavia sebbene dorma attualmente piu' di 7 ore a notte ( o comunque non meno di 7) i problemi restano.
Ho svolto un esame per verificare se soffrissi di apnee notturne, ma il monitoraggio cardio respiratorio e' risultato sostanzialmente negativo. Le analisi del sangue le ho svolte due volte, a giugno e ad agosto, in concomitanza dei sintomi ma i valori di routine sono normali.
La cosa mi sta minando l'attivita' lavorativa e sono preoccupato perche' tra dieci giorni inizio un nuovo lavoro e non vorrei presentarmi male.
Martedi' ho una visita dal medico qui in Inghilterra dove vivo. Avevo intenzione di chiedergli di prescrivermi analisi per ferro, calcio e dosaggio di eventuali carenze vitaminiche, ma leggo anche consulti in cui i miei stessi sintomi erano legati a virus come l'epstain barr etc.
E' possibile?
Nel corso di questi ultimi mesi l'unico altro sintomo che avverto e' un'infiammazione del funicolo spermatico per la quale ho eseguito spermiocultura rivelatasi anch'essa negativa. L'urologo mi ha prescritto bromelina da 40 mg.

Svolgero' una visita neurologica appena possibile, penso a fine marzo, chiedo quindi se l'aspetto infettivo possa essere implicato in questa sintomatologia.

[#1] dopo  
44918

Cancellato nel 2018
Salve,
l'unica situazione in cui avrebbe potuto essere lecito pensare ad una infezione era la non meglio specificata infiammazione al funicolo spermatico. Ma pare essere stata esclusa.
Quindi credo che a questo punto non resti che una visita neurologica.
Se desidera la trasferisco in Neurologia.
Saluti.
Caldarola.

[#2] dopo  
Utente 217XXX

SI dottore, la ringrazio

[#3] dopo  
Utente 217XXX

vorrei aggiungere una domanda: spesso mi sveglio e mi accorgo che il mio cervello sta "pensando": parole, immagini, a volte mi scopro a cantare una canzone che ho ascoltato durante la giornata e che mi è entrata nella testa. Mi chiedo se questa attività sottostante il sonno sia normale e se c'entri qualcosa coi miei problemi.

[#4] dopo  
Utente 217XXX

dunque, ho eseguito la settimana scorsa esami del sangue: emocromo completo, dosaggio ormoni tiroidei, valutazione diabetica, calcio, magnesio e vitamina D.
E' spuntato fuori un valore bassissimo di quest'ultima (9 ncl)

La dottoressa qui in Inghilterra mi ha detto che non è certa che questa sia la causa dei miei sintomi perché la carenza di vitamina D è molto comune e le persone che presentano questi sintomi sono poche. Lo stesso dottore che aveva predisposto l'esame mi ha annunciato che a volte pur normalizzando il valore i sintomi possono restare e una collega al lavoro mi ha detto di aver avuto lo stesso problema e dopo aver assunto le vitamine ha avuto "una spinta" ma non si è ristabilita al 100%.
La dottoressa mi ha comunque prescritto calciferolo da 50000 unità da prendere una volta a settimana per sei settimane, l'ho assunto per la prima volta martedì.
Per due giorni sono stato abbastanza meglio del solito, salvo accusare un giramento di testa come se fossi ubriaco proprio 5 minuti fa.
Al mio ritorno in italia sosterrò una visita neurologica ma immagino che con tutti i valori ematici al loro posto posso escludere patologie più serie o eventuali infezioni giusto?