Utente 448XXX
Gentili Dottori,
Da una settimana a questa parte ho un problema debilitante che mi porta a crisi di pianto perché sono molto spaventata.
Lavoro in ambulanza 118, faccio anche notti da 12 ore. Quando sono a casa riesco a dormire per 12 ore di giorno dopodiché ceno e ne dormo altre 12, insomma cado in un sonno profondissimo che mi fa risvegliare direttamente dopo 12 ore. Mi preoccupa il fatto che potrebbe essere qualcosa che mi porti alla morte o che comunque mi faccia pensare a problemi gravi come qualcosa al cervello o simili. Mi sento debole e vorrei solo continuare a dormire. Vorrei un vostro aiuto.
Grazie di cuore

Saluti

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile ragazza,
non drammatizzi! Se vuole, può trovare una spiegazione ai suoi quesiti leggendo nella sezione Speciali Salute di Medicitalia il mio articolo "Tutto sui disturbi del sonno". Inoltre, lavorando di notte si determina un'alterazione del ritmo circadiano nell'alternanza sonno-veglia. Ma tutto ciò non causa né danni al cervello né tanto meno "morte precoce".
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 448XXX

La ringrazio davvero..
Cari saluti