Utente 505XXX
Buongiorno sono un ragazzo di 23 anni, da un pò di tempo che avverto spesso dolori al torace sul lato sinistro.
Subito allarmato ho chiesto consulto al mio medico di base che mi ha tranquillizzato, e mi ha prescritto un ECG dove risulta essere tutto ok. Avevo inloltre effettuato circa un anno prima anche un holter 24 ore e anche da quello risultava essere tutto ok.
Inizialmente il dolore era al torace (95% al lato sinistro) e al braccio sinistro, a volte con fitte mentre altre debolezza/affaticamento.
Ho effettuato un ecocardiocolordopler dove risulta essere tutto ok.
Ulteriori sintomi che mi capitano sono formicolii al lato sinistro della testa, e alla gamba sinistra. Accompagnato da mal di testa a votle fitte e a volte un senso di "pressione".
Mi capita a volte di avvertire un senso di pressione anche al torace.
Il medico mi ha poi fatto fare un rx dove risulta (oltre alla scoliosi) una rettilizzazione della fisiologica lordosi per contrattura antalgica della muscolatura paravertebrale. Minima riduzione di ampiezza del segmento posteriore dello spazio intersomatico C6-C7.
Il medico mi ha spiegato che tutti questi miei dolori possono essere dovuti da questo problema.
Mi ha prescritto 5 giorni di voltfast e di fare attività sportiva (nuoto).
Il voltfast non sembra aver cambiato nulla, i dolori si presentavano e si presentano lo stesso.

Purtroppo i dolori si presentano spesso in forme diverse e quindi continuo a vivere in uno stato d'angoscia.

Vi ringrazio per il consulto, cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Egregio giovane,
se il dolore al torace si è dimostrato non essere di origine cardiaca può essere semplicemente legato ad una nevralgia intercostale, la quale non ha alcun collegamento patogenetico con una eventuale sofferenza delle radici spinali a livello del rachide cervicale. Ancor di più non vi è connessione con il disturbo riferito alla gamba o alla testa (formicolii e senso di pressione). Se persiste il disturbo, Le suggerisco di consultare un neurologo che confermerà quanto le ho detto e le indicherà anche una terapia opportuna.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 505XXX

Dr Mauro Colangelo la ringrazio per la risposta.
Tra le varie analisi mi sono dimenticato di aggiungere che ho una grande carenza di Vitamina B12 che al momento sto reintegrando con il Dobetin.
Ho spesso l'ansia che questi dolori possano essere "gravi" in quanto essi sono spesso diversi e non accennano a migliorare nonostante gli antidolorifici (voltfast).
Le patologie cardiache sono state escluse con elettrocardiocolordopler e ECG, non so se possono esserci altri problemi da verificare in altri metodi.

Effettuerò al più presto una visita dal neurologo come consigliato.