Utente 501XXX
Buongiorno,
ho recentemente effettuato una RX alla colonna in quanto soffro di scoliosi e il referto dice :

SCOLIOSI SN CONVESSA LOMBARE A LARGO RAGGIO CON SLITTAMENTO ROTATORIO DEI CORPI VERTEBRALI E PARZIALE COMPENSO CONTROLATERALE DORSALE. LINEA BIS ILIACA ORIZZONTALE.

Avrei la necessità che qualcuno mi spiegasse il referto, dal momento che il mio medico e il mio ortopedico sono attualmente in ferie.

Inoltre da circa un mese ho dei problemi muscolari : fascicolazioni un po' in tutto il corpo, non frequentissime ma qualche volta al giorno le sento. mi sento spossata e con i muscoli degli arti intorpiditi, non informicoliti se non in rarissime occasioni ma per aver assunto posizioni "strane".

La sera a letto fatico ad addormentarmi e mi sento le gambe pesantissime.

A volte ho male alle ginocchia, tipo un bruciore, specialmente se scendo le scale o se faccio una discesa.

Faccio palestra e per il momento non ho notato una diminuzione della forza o della resistenza durante gli esercizi, tranne che non riesco a correre quando ho questi dolori articolari..

Premetto che mio padre ha sofferto di Sclerosi Multipla ed è morto 8 anni fa e io adesso vivo nel terrore che questi problemi muscolari siano sintomi della stessa malattia se non della SLA.

Non dormo più bene, magari mi addormento e poi mi sveglio nel cuore della notte in preda all'ansia e non riesco ad addormentarmi, spesso ho una specie di attacchi di panico ovvero il ritmo cardiaco accelera e inizio a sudare freddo, non mi godo più la vita e vivo in un costante stato di ansia.

Devo fare una visita neurologica?

Ci sono elementi del referto dell'RX che possano spiegare questi miei dolori?

Da quello che ho scritto ci sono elementi che danno da pensare ad una malattia neurologica come la sclerosi multipla o la SLA?

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
cominciamo col dire che le fascicolazioni sono nella gran maggioranza di casi manifestazioni non legate a malattie del motoneurone e che rientrano nella cosiddetta "sindrome delle fascicolazioni benigne". Comprendo che la triste esperienza avuta col suo papà l'abbia molto provata e l'associazione con la sua malattia le torni pertanto quasi automatica. Risolva la cosa facendo senza ulteriori indugi una Risonanza Magnetica dell'encefalo, che le ridarà fiducia nel vigore della sua giovane età. Si faccia guidare da un Neurologo, cui parlerà anche dello stato ansioso che sta caratterizzando la sua esistenza attuale.
Per le delucidazioni sul reperto della colonna, chieda all'Ortopedico, che potrà trovare anche una spiegazione alla sua condizione di faticabilità agli arti inferiori.
Le suggerisco, per avere le idee più chiare su quel che le ho detto, di leggere questo mio articolo di cui accludo il link.
https://www.medicitalia.it/news/neurologia/7755-paura-malattie-neurodegenerative-fa-cuore.html
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 501XXX

Buongiorno Dott. Colangelo,
la ringrazio moltissimo per la sua risposta, ho prenotato una visita neurologica per la metà di settembre, così da trovare risposte alle mie ansie.
Avrei da chiederle un'ultima cosa che ieri ho dimenticato di scrivere, tre anni fa, dopo un lieve incidente d'auto, mi sottoposi ad un'elettromiografia agli arti superiori che il mio medico ha sempre "ignorato" ma che io credo sarebbe stata da approfondire, mi dica cosa ne pensa:

LO STUDIO ELETTROFISIOLOGICO DEI VARI DISTRETTI ESAMINATI MOSTRA ANOMALIE NEUROGENE ASSONALI RADICOLARI SUI MIOMERI C5-C6 PREVALENTI A SINISTRA, CON ELEMENTI IRRITATIVI ASSOCIATI.

La ringrazio.