Utente 505XXX
Gentili dottori,
Da alcuni mesi ho un problema al lato sinistro della parte anteriore della lingua: sensazione a volte di bruciore o parestesia/anestesia.Ne ho parlato con il mio dentista, che ha ipotizzato una BMS. Poi controllando da sola la bocca allo specchio, ho notato che la parte della lingua dove sentivo i fastidi (emilingua sinistra anteriore) si presentava atrofica rispetto all'altra metà. Mi sono terrorizzata ed ho iniziato a cercare le possibili cause....soprattutto per il terrore della SLA! Soffro di acufeni e di disturbi alla colonna cervicale e lombare (discopatie e protusioni diffuse). Per gli acufeni feci a suo tempo TAC alle rocche petrose e RMN, entrambi negativi. Per la colonna ho nel corso degli anni fatto rx, RMN ed EMG (dolori diffusi, a volte senso di debolezza e parestesie sia arti superiori, che inferiori, parestesie anche al collo ed al viso, etc....). Ho voluto fare questa precisazione in quanto, il problema della lingua, collegato a tutti i disturbi tipici della SLA rilevati da internet, sembravano fare pari e patti con i sintomi che ho da tanti anni collegati alle patologie della colonna.
Ho fatto RMN MDC al cranio e cervicale, massiccio facciale e collo.Esito negativi per il cranio e tronco cerebrale, i problemi già conosciuti alla cervicale.Per la lingua:"Lo studio del cavo orale è disturbato da artefatti da materiale ferromagnetico legati alla presenza di materiale ortodontico. Per quanto possibile valutare si segnala una lieve disomogeneità di segnale dei settori di sinistra del corpo linguale che ha segnale tenuemente iperintenso nelle sequenze T1 pesate come per modesta degenerazione adiposa del tessuto muscolare senza che si vengano a delineare tumefazioni o nodulazioni solide nè significative impregnazioni dopo somministrazione di gaudolinio. Non si osservano alterazioni a livello della radice linguale. Regolare la morfologia del rinofaringe e dell'orofainge. Non si osservano alterazioni morfologiche a carico del piano glottico laringeo, normale tutto il resto...".Ho consultato un otorinolaringoiatra che ha rilevato l'edema di Reinke (sapevo di averlo da anni), non ha saputo diagnosticare altro per la lingua. Ho consultato due diversi neurologi e, dopo avermi visitata, hanno entrambi escluso l'ipotesi di problema di motoneurone, anche se non sono stati in grado di definire nemmeno loro il problema.
Ho notato solo oggi che sulla parte posteriore della lingua, la parte sinistra dove risiede il mio problema, sembra non essere irrorata come l'altra metà (non presenta la presenza visibile dei vari vasi sanguigni che sono ben visibile sull'altro lato "sano".
Secondo lei è possibile che un morso veramente importante (con ferita profonda e sanguinamento) che mi sono data mesi fa sulla lingua dove ora ho il problema, possa aver dato origine al mio disturbo?
Vi ringrazio in anticipo di una risposta e dell'indicazione di eventuali altri esami o consulti specialistici che possano aiutarmi ad avere una diagnosi.

[#1] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,
caso davvero singolare il suo ma, onestamente, molto difficile da definire attraverso un consulto online!
Il parere di due distinti neurologi ha già escluso trattarsi di una lesione del XII nervo cranio, l'ipoglosso, che è estremamente raro ma che è caratterizzato da atrofia ma anche da deviazione della lingua verso il lato sano, nonché da disfagia e disfonia (elementi che lei non ha citato nel suo articolato resoconto anamnestico). Per quel che posso dirle, un evento traumatico (il morso da lei menzionato) non è in sicuramente in grado di causare questo quadro clinico. Il bruciore alla lingua (non ho capito l'acronimo BMS che lei riporta) o glossodinia può avere anche origine da una protratta irritazione meccanica ma non da un trauma unico da morso.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 505XXX

Egregio dottor Colangelo, La ringrazio infinitamente della sua pronta risposta. Mi scuso per l'acronimo, ma intendevo la sindrome della bocca urente...agli effetti il punto dove ho morso fino a tagliare la lingua, lo avevo anche ripetutamente morso precedentemente e mi davo la spiegazione al fatto che stavo passando un periodo molto stressante e non ero abbastanza attenta nella masticazione. Non ho disfagia o disfonia, anche se, forse a causa dell'edema di Reinke (sono stata fumatrice fino a pochi mesi fa....), il tono della mia voce è rauco e spesso ho necessità di schiarirmi la gola per parlare (soffro anche di scolo retronasale catarrale che è particolarmente fastidioso e recidivante). La mia lingua in protusione tende effettivamente leggermente a deviare, ma non verso il lato sano, piuttosto verso quello dove ho il problema e comunque ho una normale mobilità e masticazione, ho solo il bruciore,parestesia, pizzicore, etc..oggi ho ritirato i referti degli esami del sangue ANA ENA ANCA richiesti dal neurologo e sono tutti negativi. Secondo lei una biopsia potrebbe essere d'aiuto a capirci qualcosa? So che un problema sensoriale alla lingua dovrebbe derivare dal nervo linguale, potrebbe essere causato da stravasi di materiale endodontico? Escluderei altre cause legate ai denti perchè non ho avuto estrazioni o trattamenti recenti. Comunque secondo lei posso escludere l'ipotesi terrorizzante di SLA? Quali altri esami potrei eseguire per una diagnosi?
Grazie ancora in anticipo!

[#3] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Se il suo Neurologo ha escluso una malattia del 1° e 2° motoneurone ha avuto le sue buone ragioni. Certo, attraverso un consulto online posso solo riferirle che un disturbo consistente esclusivamente in una emi-atrofia della lingua (se realmente esiste) non è un quadro tipico della SLA. La biopsia non serve a nulla, se è mirata ad escludere questa malattia. Consulti ancora un odontoiatra in merito al quesito che mi ha rivolto in merito al ruolo di eventuali stravasi di materiale endodontico.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#4] dopo  
Utente 505XXX

Grazie ancora dottore per la tempestività della sua risposta! Il mio odontoiatra (anzi ne ho sentiti 2 in verità...) hanno minimizzato il problema, dicendomi che la lingua è talmente tanto innervata e sensibile, che è plausibile che il mio problema possa derivare anche dal danneggiamento di alcune fibre nervose della pianta linguale, non avendo minimamente preso in considerazione la possibilità di stravasi di materiale endodontico (eventualità che ho trovato io su internet...). Comunque nei prossimi giorni effettuerò anche EMG ai 4 arti (esame richiestomi insieme a quello del sangue, dal neurologo solo per estremo scrupolo), anche se già so che risulterà "alterato", come già in passato rilevato, a cause delle mie discopatie/protusioni/etc...sia cervicali, che lombari. Secondo lei comunque dall'EMG si può rilevare se le eventuali alterazioni sono dipendenti dai miei preesistenti problemi, o causati dall'insorgere di altre patologie? Va da se che da quando ho scoperto il problema alla lingua vivo nel terrore e tutti i sintomi che già avevo li sento amplificati...anche perchè internet non ci aiuta a minimizzarli! Scherzo, ma è vero...secondo lei esistono esami per valutare la genesi del danno "neurologico" della lingua con certezza? I Potenziali Evocati potrebbero essere utili non tanto e solo per la lingua, ma per valutare altre possibili patologie? Il neurologo li ha snobbati dicendo che non servono più, ma ho letto invece da altre parti che possono essere utili. Eventualmente che altri esami posso fare? Pensavo anche di consultare un odontostomatolgo....
Grazie ancora della disponibilità!

[#5] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Siccome mi pare che faccia da sfondo una sottile paura di malattie neuro-degenerative, faccia pure ulteriori indagini (che saranno rigorosamente negative....) ma legga pure questo mio articolo di cui le allego il link:
https://www.medicitalia.it/news/neurologia/7755-paura-malattie-neurodegenerative-fa-cuore.html
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#6] dopo  
Utente 505XXX

Gentilissimo dottore, La ringrazio ancora della sua attenzione al mio problema e delle sue risposte...ho letto il suo articolo, che è sicuramente molto interessante! Sa, io sono un persona estremamente positiva di natura, ma sono attaccata "alla logica" in maniera esagerata...uno più uno per me fa sempre due, cosa che in medicina purtroppo può non essere sempre vero. Le assicuro comunque se trovassi UNA SOLA PLAUSIBILE SPIEGAZIONE O DIAGNOSI alla mia lingua che presenta questa zona di atrofia e ha questi problemi di parestesie etc etc....e non ci penserei più! Il problema è che qualsiasi medico neurologo, dentista, otorino, etc....sembra capirci niente e a volte, minimizzare senza dare un minimo di spiegazione al paziente, può creare ancora più ansia di quella di partenza.

[#7] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Cara Signora,
comprendo e condivido il suo disagio, non avendo ancora ricevuto una diagnosi per il problema della sua glossite atrofica che, ovviamente vive con crescente ansia.
Ciò che posso dirle, nella comprensibile limitatezza del consulto online, è che poche branche della medicina consentono di porre una diagnosi con precisione millimetrica come accade in Neurologia. Ciò è ovviamente legato alla nostra conoscenza della fisiopatologia del sistema nervoso centrale e periferico, per cui una lesione situata in un certo punto si esprime con segni e sintomi che coinvolgono in una certa maniera una funzione e non un'altra. Con ciò, mi intenda La prego, voglio solo giustificare la difficoltà di diagnosticare correttamente il suo disturbo che, comunque, al mio sesto senso suona più come riverbero di una noxa locale più che essere espressione di una malattia sistemica.
Mi informi cortesemente degli sviluppi.
Cordiali saluti
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#8] dopo  
Utente 505XXX

La ringrazio ancora della Sua attenzione e soprattutto di un po' di tranquillità che con la Sua opinione mi ha trasmesso! Spero proprio che la Sua professionalità ed esperienza abbiano ragione, contro la mia ansia! Come Le dicevo farò domani l'EMG agli arti, già prenotata da tempo e comunque Le farò sapere. Oggi ho visto il nutrizionista che mi ha seguita un po' di tempo fa per altre questioni e che, con l'occasione, ha rivalutato i miei valori in termini di indice di massa corporea, metabolismo basale, metabolismo basale etc....compresa la massa muscolare che è risultata del 47,1%, dato anche migliore di quello di 2 anni fa, quando mi aveva seguita. Anche questo dato potrebbe confermare che non dovrebbero esserci problemi...che ne pensa?
Grazie ancora e buona serata!

[#9] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,
innanzitutto La ringrazio della cortese valutazione espressa su di me. Vedrà che l'EMG non mostrerà nulla. Una glossite atrofica (anche se la sua è alquanto strana, essendo a carico di metà lingua) può essere conseguenza di svariate condizioni (ad esempio, carenza di vitamine del gruppo B) oppure essere determinata da cause locali.
Mi informi passo passo, perché è un caso interessante.
Cordiali saluti
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#10] dopo  
Utente 505XXX

Gentilissimo dottor Colangelo, la mia EMG è stata rinviata....la dottoressa che doveva eseguirmela, considerando che lavora nella stessa struttura del neurologo che mi aveva precedentemente visitata (Referto: "Ipotrofia emilingua sinistra, con associate disestesie della stessa, da lesione traumatica del nervo ipoglosso e/o muscolo linguale. Minima, verosimilmente non significativa asimmetria dei ROT, per Sin>,Dx. Non segni neurologici riconducibili ad una patologia dei motoneuroni.), mi ha detto che sarebbe stato meglio che avesse eseguito lui stesso l'esame, in quanto lei con questo referto ed alla luce dei miei precedente problemi di colonna vertebrale sia cervicale, che lombare (già documentati da RMN MDC, RX e EMG eseguiti in passato), non avrebbe saputo cosa andare a valutare. Sono rimasta un po' stupita, ma ne ho dovuto prendere atto e farò l'esame la prossima settimana con lo stesso neurologo della prima visita. Nel frattempo volevo chiederle, che ne pensa di una possibile causa del mio problema da una sindrome collo/lingua? Leggendo in che cosa consiste, va molto vicino alla mia situazione....come potrei valutare la cosa? Ho letto di TC Spirale o valutazione di possibili spostamenti dell'Atlante, ma terrei ad avere un suo parere al riguardo. Come sempre La ringrazio della sua pazienza e disponibilità.

[#11] dopo  
Utente 505XXX

Gentilissimo Dottor Colangelo,
Oggi ho effettuato l'EMG ai quattro arti ed il neurologo ha riportato "Non evidenziate alterazioni significative dei parametri neurofisiologici esplorati ai 4 arti". Mi ha solo detto che non ho la muscolatura delle gambe particolarmente tonica....anche se cammino per 4 o 5 km al giorno! Mi ha detto che comunque non ritiene che la cosa sia "patologica". Ieri avevo anche controllato il CPK ed è risultato a 103....secondo lei a questo punto posso essere tranquilla per quello che riguarda il mio terrore di gravi malattie neurologiche? ...devo cercare di darmi una ragione che la mia lingua sia stata solo lesionata dal morso tremendo che mi sono data....grazie ancora, mi fa sapere se con gli ultimi esami posso veramente tranquillizzarmi? Grazie in anticipo!

[#12] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Forse credeva di azzannare uno dei magnifici prodotti dolciari della sua incantevole città......
Ma sì, metta da parte queste paure immotivate e...buon rientro dalle ferie!
Con molta cordialità
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#13] dopo  
Utente 505XXX

Gentilissimo dottor Colangelo, scusi se torno a disturbarla, ma ho necessità di un suo parere sul fatto che l'EMG è stata eseguita solo agli arti e non al cranio e torace, come avevo letto si dovrebbe fare per escludere definitivamente il terrore della Sla....le scrivo questo perché la mia lingua, sempre ipotonica nel lato anteriore sinistro, a volte oltre che bruciare ed avere tipo parestesie, sembra essere quasi attraversata da una scossa di corrente elettrica e poco fa, appena ho sentito questa sensazione, mi sono guardata allo specchio ed ho visto che sul punto dove sento questa sensazione, avevo veramente delle fascicolazioni ben visibili...oddio mi riprende l'ansia a 1000! Mi dia il suo parere....non so più che pensare e mi sembra di avere ogni giorno un disturbo in più. Come posso fugare questo terrore? Devo ripetere L'EMG anche ai distretti non esaminati? Grazie ancora in anticipo della sua cortese attenzione e disponibilità.

[#14] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Cara Signora,
innanzitutto grazie per la sua cortese recensione.
Ci risiamo????
Se fosse una mia concittadina La inviterei a discuterne dal vivo, perché vorrei proprio vedere questa sua condizione che tanto la sta affliggendo. In alternativa, le posso solo suggerire di farsi controllare dal suo Neurologo.
Cordialmente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#15] dopo  
Utente 505XXX

Gentilissimo dottore,
Mi scuso ancora del disturbo, sono una persona sufficientemente ragionevole per rendermi conto che forse sto facendo troppe domande, ma se lo faccio è perchè ormani sono super stressata, non vedendo evoluzioni di miglioramento della situazione e ci tengo al suo parere....in sintesi vorrei solo sapere se queste fascicolazioni/fibrillazioni che ho visto per la prima volta solo oggi sulla parte della lingua "ipotonica" possono significare qualcosa nell'ambito di tutto quello che le ho già prolungatamente e dettagliatamente esposto nei miei precedenti messaggi, perchè questo nuovo sintomi mi ha fatto ripartire la testa (il neurolgo che mi ha fatto l'EMG mi aveva guardato la lingua, ma in quel momento non c'erano movimenti strani e nemmeno io fino ad oggi avevo verificato che le scosse che avvertivo provocassero questo effetto di "fascicolazione")...e solo per questo ho dato peso a quello che ho letto circa l'EMG da effettuarsi in 4 distretti per escludere la malattia che mi terrorizza....altrimenti, le giuro, non ci stavo più pensando dopo le sue parole! Il dentista mi ha detto che potrebbe essere il risultato della parziale "denervazione" di quel settore della lingua, non so per quale processo di cicatrizzazione o altro (non ho ben capito...)...vorrei solo il suo parere al riguardo....grazie e mi scuso ancora! Il ragazzo di mia figlia è di Napoli e spero di poterla venire a ringraziare personalmente quanto prima!

[#16] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Cara,
le fascicolazioni della lingua sono presenti nella forma pseudobulbare della SLA ma sono anche presenti: disfagia, difficoltà di masticazione, disfonia, disartria e poi la sindrome pseudobulbare stessa (incapacità di controllare i muscoli del distretto facciale, spasticità della lingua, episodi di pianto o di riso, senza che siano stati provocati da vere emozioni). Lei di tutto quel che ho citato cos'ha? Fascicolazioni (????) della lingua forse. Ma la lingua è un muscolo e può avere le fascicolazioni benigne, come un qualsiasi altro muscolo.
Diciamo a Napoli: calma e....gesso!
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#17] dopo  
Utente 505XXX

Grazie dottore, gentilissimo come sempre!
Purtroppo alla lingua non ho solo le fascicolazioni, che ho rilevato visivamente solo oggi...ho anche l'ipotrofia che non si capisce con certezza da cosa sia stata causata, ho il bruciore/parestesia, sicuramente sarà tutto riconducibile alla stessa causa, il problema è che nessuno sa dirmelo con certezza qual'è questa causa purtroppo e non è semplice darsi una ragione se hai o scopri altri "sintomi"...per la EMG fatta solo agli arti mi può dire se è veramente sufficiente? ...vorrei non disturbarla più o darle conferma che sto migliorando e che il problema è identificato. Anche se non si risolvesse, mi accontenterei di sapere da cosa è scaturito....grazie ancora, buon week-end!

[#18] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
L'EMG ai 4 arti è PIU' che sufficiente
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#19] dopo  
Utente 505XXX

Gentilissimo Dottor Colangelo,
La aggiorno sulla situazione: ieri ho effettuato una visita odontostomatologica, per una ulteriore verifica dell'aspetto della mia lingua. La dottoressa non ha trovato alcuna alterazione, a parte l'ipotrofia e che i disturbi "sensoriali" potrebbero derivare dai ripetuti "morsi". Mi ha detto che se non avessi già effettuato gli esami (RM CMD, EMG e Visita Neurologica), me li avrebbe richiesti, ma visto che erano "negativi", anche lei ha provato a supporre in prima battuta un problema di alterazione per trauma "locale". Mi ha poi richiamata oggi al telefono per dirmi che comunque qualcosa "non le tornava", che ha approfondito la cosa e che forse sarebbe opportuno indagare anche su altri fronti per capire la genesi del disturbo. Anche se al momento sono solo supposizioni mi ha detto che sarebbe bene verificare eventuali problemi vascolari (angiografia), nel caso ci fosse "compressione" di qualche nervo cranico, oppure problemi della sindrome collo/lingua oppure un ipotetico spostamento dell'atlante. Comunque sia ha dovuto riscontrare che all'apparenza la mia lingua, pur muovendosi agevolmente, sembrerebbe aver subito una "paralisi parziale" dell'ipoglosso, evento che mi ha detto essere comunque molto raro. Non essendo però una specialista del settore neuro-vascolare, si sarebbe prima consultata con un suo collega neuro-radiologo per avere un suo parere sul mio caso e valutare quali ulteriori esami effettuare. Mi farebbe però piacere avere un suo parere, che, come ormai avrà ben capito, tengo in massima considerazione.
Un caro saluto e grazie in anticipo.

[#20] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Cara amica mia,
facciamo un po' il punto della situazione.
Una lesione unilaterale dell'ipoglosso comporta atrofia, fascicolazioni dell'emilingua ipsilaterale ed a riposo sul pavimento buccale ,elemento per noi patognomico, la punta della lingua è deviata verso il lato sano (stiloglosso del
lato sano che tira); invece, quando si chiede di effettuare la protrusione della lilngua, se ne ha la deviazione verso il lato
ispilaterale alla lesione (genioglosso sano che
spinge l’emilingua in fuori). Una lesione di natura vascolare è una cosiddetta lesione nucleare ed ad essa si associano spesso emiplegia facio-brachiale e/o emiipoestesia
propriocettiva e vibratoria). Un trauma che coinvolga le prime vertebre cervicali può causare anche un danno periferico dell'ipoglosso, ma prima del XII nervo cranico lede il midollo: ergo tetraparesi. Nel caso di una lesione dei vasi del collo (per esempio per dissecazione carotidea) si associano segni da lesioni di altri nervi cranici (particolarmente il vago) e quindi disturbi respiratori.
A questo punto, se vuole escludere tutto ciò faccia una RM del collo con sequenze angio.
Mi faccia sapere.
Saluti affettuosi (anche a suo genero)
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#21] dopo  
Utente 505XXX

Gentilissimo dottor Colangelo,
La ringrazio di cuore della sua sempre preziosissima attenzione!
Procederò con l'ulteriore esame e La terrò comunque aggiornata.
Grazie mille dei saluti affettuosi, che contraccambio con altrettanto affetto, anche da parte del ragazzo di mia figlia, Le auguro un buon week-end!

[#22] dopo  
Utente 505XXX

Buonasera gentilissimo dottor Colangelo,
Come "promesso", sono a riportarle l'esito della angio rmn che ho effettuato al cranio e vasi epiaortici:
Cranio:
Non si osservano alterazioni di flusso e di morfologia alle arterie carotidi interne, ai sifoni carotidei, alle celebrali anteriori e medie. Regolare la morfologia della basilare e delle cerebrali posteriori. Arteria sinistra dominante, non aree di patologico enhancement contrastograico del parenchima encefalico. Cavità ventricolari e cisternali nella norma.
Collo:
Pervie le arterie con rotazione e compattazione delle immagini sul piano assiale. Pervie le arterie vertebrali con arteria sinistra dominante. Non evidenti alterazioni delle arterie carotidi comuni. Il calibro dell'arteria carotide interna di destra è appena ridotto all'origine, marcata riduzione invece del calibro dell'arteria carotide interna di sinistra all'origine, da confermare con eco-color doppler"
Che ne pensa circa questa marcata riduzione rilevata all'origine della carotide interna di sinistra? Potrebbe avere a suo parere una correlazione con il problema alla lingua che ho guarda caso proprio a sinistra? Ho ripreso l'esame un'ora fa ed ho dato un'occhiata veloce su internet (tanto per cambiare .....), mi sembra di aver visto che una implicazione con l'ipoglosso potrebbe esserci...ma non vorrei scrivere assurdità e, come ormai sa bene, vorrei avere il suo pregiatissimo parere.
Un caro saluto, buona serata e grazie ancora della sua gentilissima attenzione.

[#23] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Signoraaaaaaaaa! Per favore!!!!!!!
L'arteria linguale nasce dall'arteria carotide esterna che insieme a quella interna nasce dalla carotide comune. La vuole smettere o no? Anzi, faccia una cosa, venga a Napoli a farmi linguacce, così la vedo io 'sta benedetta lingua.......
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#24] dopo  
Utente 505XXX

Quando verrò a Napoli, sicuramente passerò....ma non certo a farle le linguacce!!!...a parte gli scherzi, come già sapeva mi avevano richiesto l'esame, per valutare in "ultima analisi" la possibilità di un "conflitto vascolare" che potesse in qualche modo dare una risposta al mio problema. Comunque, per curiosità anche se non credo sia di pertinenza neurologica, che significato ha la marcata riduzione del calibro della carotide interna in termini pratici?
La lingua è sempre uguale....e ogni esame in più che mi fanno fare, scopre cose nuove....
Grazie ancora in anticipo

[#25] dopo  
Utente 505XXX

Buonasera dottore,
Solo per completezza di informazione, ho rifatto l'eco-color doppler ai vasii epiaortici (nel referto rmn angio veniva richiesto dal radiologo per verifica del referto...) ed è risultato tutto in ordine per quanto riguarda le carotidi (a parte qualche piccola calcificazione, che già sapevo di avere). Il medico però, ha voluto vedere la mia lingua e di nuovo mi ha fatto scatenare il terrore SLA....mi ha detto che, avendo escluso ogni altra causa con tutti gli esami effettuati, è un'ipotesi da tenere in considerazione. Ora che stavo relativamente più tranquilla, mi ha ridato una mazzata in testa! Ho detto: ma il problema alla lingua l'ho rilevato almeno dal mese di marzo/aprile (sintomi di bruciore, parestesia, morsi frequenti,...), l'ipotrofia l'ho "scoperta" casualmente andando a guardare visto il continuo fastidio, nel mese di maggio....ora siamo quasi ad ottobre, dopo tutti questi mesi non avrei dovuto avere altri sintomi? Ho anche detto che la lesione è proprio concentrata nel solo terzo anteriore sx della lingua, che oltre ai morsi ripetuti, ne avevo dato uno lacerante, che ho anche dolore, pizzicore e parestesia e che da quello che so nella SLA l'eventuale problema alla lingua è più "esteso" a tutto il corpo linguale, che non ci sono sintomi di dolore o genericamente sensoriali, etc...etc..., quasi che lo volessi convincere a darmi un cenno di speranza, ma lui mi ha detto che secondo lui dovevo farmi vedere da un altro neurologo, perchè lui era un medico vascolare, non uno specialista in neurologia, ma che gli unici 2 casi di SLA con sui si è imbattuto avevano la lingua tipo la mia e che non necessariamente l'ipotrofia è su tutta la lingua, all'inizio può essere localizzata in una parte. Ho bisogno di un suo parere la prego, questa storia mi sta mandando fuori di testa e non so più che altri esami fare: ho fatto RMN CMD cranio, collo, viso e angio cranio e vari epiaortici, 2 visite neurologiche, EMG, visita odontostomatologica, esami del sangue ANA ENA ANCA CPK PCR (tutti negativi)....non so più che fare!

[#26] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Non so più dove sbattere la testa con lei! Il Collega vascolare riferisce un'opinione da non specialista e glielo dice per lavarsene le mani dal punto di vista della sua pertinenza e...a rieccola! Ma SLA significa una cosa molto grave e se c'è c'è.
Quando viene a Napoli?
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#27] dopo  
Utente 505XXX

Si probabilmente è così....però, se non era in grado di valutare, poteva esimersi dal dare la sua interpretazione, che per lui non è "niente", per un paziente può essere devastante, soprattutto dopo mesi e mesi in cui non se ne viene a capo.
Spero di poter venire presto, ma attualmente sto così giù di morale che non riesco nemmeno a fare programmi...comunque procederò con la terza visita neurologica (anche se so che sarebbe un iter "normale" per fare delle diagnosi di malattie neurologiche....), poi vedremo se mi richiederanno di rifare l'EMG (la precedente l'ho fatta a fine agosto....forse ancora è un po' presto, comunque vedremo che mi dice). Nel frattempo non sto bene ovviamente....la lingua oggi va meglio, ma negli ultimi 2 giorni è come se ce l'avessi avuta "incartata" dalla parte della lesione ed avevo lo stesso fastidio anche sul pavimento buccale, fra la gengiva e la lingua...pizzicore, parestesia, sensazione di corpo estraneo....difficile da descrivere. Questi sintomi che vanno e vengono mi fanno sempre più pensare ad un coinvolgimento anche del nervo linguale o del NAI....boh! Per il resto ho sempre gli arti un po' rattrappiti, ma con tutte le discopatie cervicali e lombari che ho, non ci avrei fatto caso più di tanto se non avessi il pensiero della lingua....le farò comunque sapere, grazie mille, come sempre gentili e disponibile!

[#28] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
E grazie ancora delle recensioni lusinghiere che mi elargisce a profusione
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#29] dopo  
Utente 505XXX

Eccomi qua....terza visita neurologica fatta e sono di nuovo un po' più sollevata! Il neurologo, che mi ha accuratamente visitata, si è sentito di escludere la SLA, ha riscontrato, come ovvio, la lesione alla lingua, che ritiene comunque derivare dall'ipoglosso (ha anche rilevato una leggera asimmetria del viso, sempre dallo stesso lato). Ha visionato le varie RMN e mi ha detto che, al fine di riuscire a dare un nome al problema (ammesso che ci si riesca, questo anche non è sicuro....), si potrebbero fare due esami: una EMG linguale per evidenziare eventuali mioclonie (le fascicolazioni non sono presente almeno visivamente) ed una RMN 3D, che mi dice essere molto più potente in termini di definizione delle immagini e potrebbe farci vedere qualcosa in più su questo benedetto ipoglosso. Mi ha anche detto che, nella sua ormai lunga esperienza, ha avuto un caso molto simile al mio e solo con la RMN 3D si è evidenziato un neurinoma interno al canale dell'ipoglosso, che era la causa del disturbo.
Si è comunque preso tutti gli esami, per visionarli con i neuro-radiologi e decidere insieme a loro gli step da seguire. Come sempre mi farebbe piacere avere un suo commento....grazie veramente di tutto!

[#30] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Mi rallegro che anche il Collega le abbia tolto la fissazione della SLA!
Allora: il neurinoma (o Schwannoma perché origina dalle cellule di Schwann che ricoprono la parte esterna del nervo) può formarsi su uno qualunque dei 12 nervi cranici, con l'eccezione del 1°, cioè l'olfattorio. Il più colpito (90%) è l'VIII (acustico-vestibolare), il meno è proprio lui, il XII, cioè l'ipoglosso. In molti decenni di Neurochirurgia, ne ho visto uno solo! Era coinvolta sia la parte intracranica che quella extracranica ed aveva un aspetto a dumbbell (i pesi della palestra) e non c'era paralisi della lingua ma solo fascicolazioni. In altri casi della mia casistica, in cui era presente emiatrofia e fascicolazioni, non si trattava di neurinoma ma di lesioni diverse( chemodectoma e linfoma) che comprimevano il XII.
Concordo con l'indirizzo diagnostico del Collega (anche perché lui pure ha dato ragione a me) per cui la invito a tenermi costantemente aggiornato su questo caso, che sta diventando sempre più interessante.
Mi sembra una puntata di Montalbano.....
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#31] dopo  
Utente 505XXX

Grazie dottore....sa quanto tengo al suo parere, la sua professionalità e disponibilità riescono sempre a tranquillizzarmi! La terrò sicuramente aggiornato....intanto le auguro buona serata!

[#32] dopo  
Utente 505XXX

Buona sera dottore,
Oggi ho avuto l'anticipazione dell'esito della RM 3 TESLA con spettroscopia + TAC....un neurinoma o meningioma di circa 2 cm al nervo ipoglosso. Il medico mi ha detto che la collocazione è abbastanza periferica, ma che si dovrà sicuramente intervenire chirurgicamente. Il problema è che questa patologia è rarissima....nella mia città l'ultimo caso è stato diagnosticato nel 2010 e le strutture altamente specializzate per l'intervento sono veramente poche. Ho letto di tutto su internet....ma devo decidere a chi rivolgermi. Posso contattarla via emai?
Grazie in anticipo

[#33] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
A sua disposizione
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#34] dopo  
Utente 505XXX

Carissimo dottor Colangelo,
Anche se le ho già anticipato il privato, voglio riportare ancora qui la mia esperienza: ho seguito i suoi prezioni consigli ed ho eseguito il GammaKnife presso una primaria struttura di Milano, mercoledì scorso e giovedì sono stata dimessa.
Il mio problema è stato ancora meglio identificato ed è risultato essere un paraganglioma della giugulare, che aveva compromesso ovviamente già il nervo ipoglosso, aveva un po' compromesso corrodendolo l'osso del forame, ma non aveva creato problemi di pervietà del flusso sanguigno o altre lesioni nervose evidenti. Ora sono sotto cortisone per circa 5 settimane e fra 6 mesi dovrò fare la RM di controllo, da ripetere ogni 6 mesi per verificare gli esiti (che spero siano positivi e definitivi...) dell'intervento. Voglio qui ancora una volta pubblicamente ringraziarLa di tutto il Suo sostegno, le Sue indicazioni, le Sue raccomandazioni....ho consultato ovviamente di persona Suoi colleghi (che Lei ben conosce...) ed ho valutare le diverse ipotesi di intervento proposte, ma ho sempre voluto il Suo ultimo parere prima di decidere, perchè la Sua professionalità e non da ultimo il Suo spessore di Persona, sono stati forse più importanti di scarne e crude diagnosi...La ringrazio con tutto il cuore e, come già detto, mi auguro di poterLa venire, appena mi sono un po' ripresa, a salutare di persona nella Sua splendida Napoli.
Un abbraccio e che Dio la benedica!

[#35] dopo  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
FRATTAMAGGIORE (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Carissima Rita,
Lei mi commuove con le Sue parole che suonano come la più alta ricompensa che un medico possa aspettarsi da un paziente.
Sono felice per Lei ed è già invitata per una magnifica pizza se viene a Napoli.
Con affetto e cordialità
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it