Utente 438XXX
Gentile dottore, le chiedo un nuovo consulto perché quello precedente era ormai scaduto. Sono un ragazzo di 26 anni che soffre di ansia e attacchi di panico e di emicrania con aura, ho effettuato diverse visite e controlli, tra cui:Visite neurologiche, Risonanza magnetica e Angio-Rm encefalo e tronco encefalico, Tac encefalo, EEG anche in privazione del sonno, visite oculistiche e campo visivi, analisi del sangue, ed elettrocardiogramma, risultati tutti negativi. Sono seguito da un neurologo da 3 mesi circa con la seguente terapia: sertralina 50 mg, Depakin chrono 300mg, ezequa 30 mg è xanax, le scrivo perché sto avendo dei problemi a livello urologico come incontinenza urinaria non si manifesta tutti i giorni ma a giorni alterni cioè non arrivo ad andare in bagno e l'urina esce da sola, oppure la notte durante il sonno mi ritrovo con le mutandine un po' bagnate, e poi ho minzione a volte frequente ed a volte l'urina impiega un po' ad uscire, ho effettuato gli esami del sangue con azotemia e creatinemia ed urine risultate negative, le volevo chiedere questi problemi possono essere effetti collaterali dei farmaci? Il neurologo me li ha fatti sospendere per 2 giorni e la situazione sembrava migliorata, oppure si può trattare di vescica neurologica ? O di qualche problema neurologico? Al più presto farò la visita urologica, mi scusi per le domande e capisco che on line è difficile dare risposte o fare diagnosi, ma sono preoccupato, la ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

riguardo eventuali effetti collaterali dei farmaci citati, a parte il depakin, gli altri possono causare la sintomatologia descritta, sono comunque effetti non comuni ma possibili.
Tutti gli esami diagnostici effettuati con esito negativo sono ovviamente un’ottima notizia, può completare l'iter con una RM lombosacrale insieme, ovviamente, alla visita urologica ed a eventuali esami richiesti dall'urologo.
Consideri che due giorni di sospensione della terapia sono pochi per valutare questo tipo di problemi ma capisco pure che è difficile sospenderla drasticamente per più giorni.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottore la ringrazio veramente tanto per la risposta e per in consigli effettuero' al più presto la visita urologica, un ultima domanda la vescica neurologica dipende da qualcosa a livello neurologico? Cordialmente

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la vescica neurologica può essere causata sia da problematiche del sistema nervoso centrale che periferico.
L’esito negativo degli esami finora effettuati è tranquillizzante.
Adesso segua le indicazioni dell'urologo e può effettuare per completezza, come Le dicevo, anche una RM lombosacrale.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottore la ringrazio per la risposta e per il consulto le auguro una buona buona serata Cordiali saluti

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottor Ferrarolo mi scusi se la disturbo ancora, tra pochi giorni avrò la visita neurologica di controllo e la mia situazione è lievemente migliorata anche se ci sono ancora dei problemi le ricordo la mia terapia: sertralina 50 mg, Depakin chrono 300mg, ezequa 30 mg, xanax 1.50 my suddiviso in 2 somministrazioni faccio questa terapia per ansia e attacchi di panico ed emicrania con aura. Le volevo chiedere :
1) Il depakin è un farmaco utilizzato per la prevenzione o profilassi dell'emicrania con aura? Secondo lei il dosaggio di 300mg per me che ho 26 anni è basso? Non le sto chiedendo una correzione ma solo un parere perché so che non si possono consigliare farmaci.
2) C'è una differenza tra emicrania con aura ed emicrania olftalmica? Se c'è è possibile soffrire di entrambi?
3)L'ansia in generale può causare un attacco improvviso unilaterale di emicrania senza aura con lieve dolore?
4) La sinusite può facilitare un attacco di emicrania o di cefalea senza aura? Mi scusi per le domande, La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

1. Alcuni colleghi utilizzano il depakin nella prevenzione dell’emicrania con aura ma questa indicazione non è riportata in scheda tecnica.
2. No, secondo la classificazione internazionale delle cefalee la dizione "emicrania oftalmica" è una vecchia dizione oggi sostituita da "emicrania con aura".
3. Potrebbe essere un fattore scatenante ma non è la causa.
4. Non è tra i fattori scatenanti.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottore la ringrazio per la risposta e per i chiarimenti le auguro una buona serata Cordiali saluti

[#9] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottor Ferrarolo mi perdoni se la disturbo ancora, ho effettuato la visita neurologica di controllo, il medico ha modificato la terapia prima era la seguente:sertralina 50 mg, Depakin chrono 300mg, ezequa 30 mg xanax 1,50 mg, mentre invece ieri mi ha prescritto: sertralina 25 mg depakin chrono 300 mg per 2 volte al giorno anziché una, e poi ha tolto l'ezequa e ha messa l'En una compressa da 0,50 la mattina e lo xanax 0,75 mg il pomeriggio per un paio di giorni per poi ridurlo fino ad eliminarlo e rimanere solo con l'En e poi il difmetre in caso di cefalea . Le volevo chiedere in base alla variazione della terapia è possibile che il neurologo stia curando l'emicrania e l'umore anziché l'ansia? Lui ha detto che poi mi aumenterà l'En quando sarà necessario, oppure è possibile che ha tolto l'ezequa perché non faceva nulla e vuole mettere i aumentare qualche farmaco in seguito? La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti

[#10] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ovviamente non posso sapere perché il collega abbia modificato la terapia, avrà avuto comunque le sue buone ragioni, d’altronde conosce il Suo caso meglio di me.
A maggior ragione non posso sapere le sue intenzioni future.
Queste sono domande che avrebbe potuto porre direttamente al neurologo che era l’unica persona che avrebbe potuto rispondere in maniera precisa.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#11] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottore la ringrazio per la risposta
Cordialmente

[#12] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottore mi perdoni e mi scusi se la disturbo ancora, come le ho scritto in precedenza, il neurologo mi ha modificato la terapia in precedenza era(sertralina 50 mg, Depakin chrono 300mg, ezequa 30 mg e xanax 1,50 mg) ora invece è sertralina 25 mg, Depakin chrono 300mg per 2 volte al giorno, ed EN 0,5 mg la mattina, lo xanax me lo ha fatto sospendere in modo graduale in 2 settimane, siccome non sto bene, ho confusione mentale, vertigini e ho senso di spossatezza, ho chiamato il neurologo e mi ha detto di prendere l'En anche il pomeriggio 0,5 mg, le volevo chiedere questi sintomi li può comportare il fatto che non prendo lo xanax? Il neurologo dice che la riduzione dei farmaci è stata minima, questi effetti se sono da sospensione dello xanax quanto tempo potrebbero durare? Un ultima domanda è vero che lo xanax è più forte dell'en? Ovviamente è solo un informazione, ovvero è più rapido a fare effetto? La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti

[#13] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

la sintomatologia che descrive potrebbe essere causata dalla sospensione dello xanax che l'en non è riuscito a compensare.
Questa ipotesi è verosimile qualora i sintomi siano insorti dopo la sospensione o durante la riduzione del farmaco.
Entrambi sono benzodiazepine, non possiamo dire che uno è "più forte" dell’altro, è il dosaggio a fare la differenza.
Probabilmente con la seconda dose di en la sintomatologia potrebbe attenuarsi.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottore la ringrazio per la risposta e per il consulto le auguro una buona serata Cordiali saluti

[#15] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottor Ferrarolo mi scusi se la disturbo ancora una volta. Come le ho scritto nei precedenti consulti sto facendo una terapia farmacologica per ansia e attacchi di panico e emicrania con aura prescritta da un neurologo con sertralina 25 mg, Depakin chrono 300mg per 2 volte al giorno, ed EN 0,5 mg per 2 volte al giorno, il neurologo ha cambiato l'antidepressivo e mi ha prescritto lo zarelis da 37,5 mg e dimezzato il depakin fino a toglierlo e a confermato l'En. Le volevo chiedere lo zarelis è un farmaco pericoloso per il cuore? Può provocare allungamento dell'intervallo qtc, arresto cardiaco o fibrillazione ventricolare? Ho prenotato una visita cardiologica per precauzione, un ultima cosa è indicato per l'emicrania? On label oppure off label? La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali

[#16] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

con lo zarelis sono stati segnalati casi di aumento del tratto QTc prevalentemente però a dosaggi molto elevati ed in pazienti con problematiche cardiologiche preesistenti.
Non è un farmaco indicato per la prevenzione dell'emicrania, se qualche collega lo utilizza in tal senso è un uso off label.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#17] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottore la ringrazio per la risposta e per la sua disponibilità Cordiali saluti

[#18] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottor Ferrarolo, mi scusi se la disturbo ancora, come le ho scritto nel precedente consulto il neurologo mi ha prescritto lo zarelis da 37,5 mg, per 10 giorni ne ho preso una compressa da 37,5 mg, mentre da 6 giorni ne prendo una da 75 mg, e da quanto prendo il farmaco mi sento più ansioso, e ho nausea e anche altri disturbi come confusione mentale, e prendo anche xanax 1 mg per 2 volte al giorno, le volevo chiedere questi sintomi possono essere causati dal farmaco? Un ultima cosa da 3 giorni sto assumendo un integratore per perdere un po' di peso e si chiama inverter brucia grassi a base di guarana', zenzero, arancio amaro, caffè verde e cascara, questi tipi di sostanze possono creare ansia o avere iterazioni con i farmaci citati sopra? La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti

[#19] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è normale che l’aumento dello zarelis possa causare un’accentuazione dell’ansia e gli altri sintomi che menziona, tale sintomatologia dovrebbe ridursi spontaneamente in un paio di settimane.
L’integratore non ha interazioni negative col farmaco in questione.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#20] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottore la ringrazio per la risposta, le volevo chiedere un altra cosa, un aura emicranica è la stessa di un aura epilettica? Cioè io soffro di emicrania con aura, la mia aura prima del mal di testa può essere di tipo epilettico? Visto che col depakin chrono ho avuto un aura In un solo anno? Cioè c'è differenza tra aura emicranica e aura epilettica? Cordialmente

[#21] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'aura emicranica è seguita da cefalea (anche se in casi rari può non manifestarsi) mentre l'aura epilettica è seguita da una crisi epilettica.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#22] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottore la ringrazio per la risposta e per il consulto ma soprattutto per la sua disponibilità e gentilezza, le auguro un buon week end Cordiali saluti

[#23] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottor Ferrarolo mi scusi se la disturbo ancora una volta, il mio medico curante mi ha prescritto in caso di un attacco di emicrania con aura una compressa di ibifen da 100 mg compresse, le volevo chiedere siccome ho letto che alcuni lotti del farmaco l'anno scorso sono stati ritirati, è un farmaco pericoloso per la salute? È efficace durante l'aura visiva? O solo sulla fase dolorosa? La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti

[#24] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per i limitati lotti che sono stati ritirati evidentemente c’erano delle anomalie e se il farmaco oggi è regolarmente in commercio non ci sono più problemi.
A livello di efficacia è maggiore sul dolore e meno sull'aura.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#25] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottore la ringrazio per la risposta e per la sua disponibilità le auguro una buona serata Cordiali saluti

[#26] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottor Ferrarolo mi scusi se la disturbo ancora, ma le volevo chiedere un consulto riguardo a delle cose, 2 settimane fa circa sono stato al pronto soccorso per problemi allo stomaco in pratica avevo dolore all'addome quando urinavo e quindi mi hanno fatto ecografia addome dove hanno trovato solo un piccolissimo calcolo e mi hanno detto che è nulla di preoccupante, e poi mi hanno fatto le analisi del sangue e delle urine risultate negative, poi mi hanno preso i parametri vitali e la pressione era 140 /90 con 88 battiti e li hanno detto di monitorare la pressione misurandola per un periodo, ieri ho effettuato una visita cardiologica con ecg risultata negativa ed il Qtc era normale visto che assumo zarelis da 75 mg, solo che mi hanno trovato la pressione 130 /85 e 90 battiti con tutto che avevo assunto xanax da un'ora e il cardiologo mi ha detto di ridurre il peso e sempre di monitorare almeno 2 volte a settimana la pressione, ho telefonato il neurologo e lui mi ha detto che devo fare un po' di sport e di fare una dieta e che secondo lui la pressione non è particolarmente elevata e che non dipende dall'assunzione dello zarelis, e poi mi ha detto di non assumere l'almogran in caso di atto Co di emicrania con aura vista la mia pressione, io ho comprato il lasonil a compresse le volevo chiedere, il lasonil è utilizzato anche per emicrania visto che è naprossene? Me lo ha dato il farmacista, Riguardo lo zarelis può causare questo problema di pressione? La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti

[#27] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

lo zarelis può causare ipertensione, è un effetto considerato comune, poi chiaramente non si manifesta in tutti i soggetti ma in una minoranza di casi.
Il naprossene, essendo un FANS, può essere utile nelle cefalee ma senza abusare sia perché l’abuso di FANS può cronicizzare il problema sia perché anche questo farmaco potrebbe causare ipertensione ma in questo caso, se assunto solo al bisogno, tale effetto può essere irrilevante.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#28] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottore la ringrazio per la risposta e per il consulto le auguro una buona serata Cordiali saluti

[#29] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottor Ferrarolo mi perdoni se la disturbo ancora una volta, ma volevo un suo consulto su alcune cose, le riassumo in breve la mia situazione soffro di ansia e attacchi di panico e di emicrania con aura da tanti anni, ho effettuato diverse visite neurogiche risultate negative, Risonanza magnetica e Angio-Rm encefalo e tronco encefalico, Tac encefalo, EEG anche in privazione del sonno, visite oculistiche e campi visivi, analisi del sangue risultate tutte negative, attualmente solo seguito da un neurologo con la seguente terapia : zarelis e xanax, ho preso zarelis da 75 mg per 2 mesi circa, il neurologo visto gli scarsi risultati lo ha aumentato prima di 37,5 per 7 gg e ora a 75 mg, ne assumo 75 la mattina e 75 la sera da oggi, e di xanax ne assumo 2 mg e lui mi ha detto di portarlo a 3 mg, nell'ultimo periodo sto accusando sintomi strani tra cui confusione mentale, demenza cioè mi dicono di fare una cosa e dopo alcuni minuti o ore la dimentico di fare e poi ho la sensazione che mi stia sempre per venire un attacco di emicrania con aura, non lo so come se avessi sempre aure emicraniche e afasiche cioè è solo una sensazione che sembra reale, nell'ultimo periodo ho effettuato analisi del sangue e delle urine, ecografia addome e reni, visita cardiologica con ecg risultate negative, solo che mia pressione è un po' ballerina al pronto soccorso che solo stato per fare le analisi e l'eco all'addome per problemi legati al mal di stomaco quando urino mi hanno trovato la pressione 140/90, durante la visita cardiologica era 130/85,mentre l'altra sera era 100/80,le volevo chiedere questi sbalzi di pressione possono dipendere dallo zarelis? Riguardo gli altri sintomi citati sopra possono essere sintomi di tumore al cervello o di sm? O di ictus? Sono davvero molto preoccupato tanto che volevo andare al PS per fare una Tac all'encefalo, e poi da quanto ho aumentato lo zarelis questi sintomi solo più forti può essere lo zarelis? , un altra cosa la nausea può essere dovuta all'aumento dello zarelis? Mi scusi per le domande La ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti

[#30] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

teoricamente i sintomi riferiti, soprattutto nausea, ipertensione e stato confusionale, possono essere effetti dello zarelis. Da quanto tempo ha aumentato la dose?
A quando risale la RM encefalica?

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#31] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottore la ringrazio per la risposta, ho aumentato lo zarelis di 37,5 mg la scorsa domenica e oggi l'ho aumentato di altri 37,5 mg come mi ha detto il neurologo, c'è da dire che i sintomi sono peggiorati ed è un periodo per me un po' stressante, la risonanza magnetica l'ho effettuata a maggio 2017.
Secondo lei può essere lo zarelis che sta causando tutti questi problemi? Perché ricordo che un paio di anni fa ho dovuto sospendere l'effexor perché non mi sentivo bene, mi devo preoccupare di patologie importanti? Cordialmente

[#32] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

l'aumento dello zarelis può causare questi sintomi, non posso però sapere se sia il Suo caso.
Consideri che efexor e zarelis contengono lo stesso principio attivo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#33] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottore, lei mi consiglierebbe di ripetere la risonanza? Oppure di andare al pronto soccorso per fare una tac? Ho paura di qualche tumore o lesione, Riguardo alla terapia farmacologica mi consiglia di contattare il neurologo? Cordialmente

[#34] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

una TC non è indicata, semmai una RM ma solo per tranquillizzarsi. Consigliabile rivolgersi al neurologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#35] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottore la ringrazio per la risposta e per il suo consulto le auguro un buon natale cordiali saluti

[#36] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Grazie e Buon Natale anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro

[#37] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottor Ferrarolo mi scusi se la disturbo ancora una volta. Ma avrei bisogno di un suo consulto su dei sintomi che mi preoccupano, le riassumo la mia situazione soffro di ansia e attacchi di panico e di emicrania con aura,e sono molto ipocondriaco,sono seguito da un neurologo, con la seguente terapia: zarelis 75 mg per 2 volte al giorno xanax 1 mg per 2 volte al giorno e depakin chrono 300mg una volta al giorno, da 2 mesi circa avverto le suguente sintomatologia: confusione mentale, demenza (cioè devo per esempio cercare una cosa oppure devo dire una cosa ad una persona e 2-3 minuti dopo la dimentico) sensazione di avere sempre aure emicraniche ad esempio ieri mi è successo di parlare al telefono e ho avuto per un secondo problemi ad esprimermi come se avevo afasia in pratica mi sono imprigliato con le parole tipo lapsus non lo so descrivere bene cioè sapevo quello che dicevo ero lucido cosciente ma nello stesso tempo ansioso perché parlavo al telefono, c'è da dire che è un periodo un po' stressante dove ho ansia e poi ho anche sbalzi d'umore e poi nausea come se avessi una sorta di intossicazione alimentare. Ho effettuato tante visite neurologiche risultate negative, Risonanza magnetica encefalo e tronco encefalico, ed angio rm encefalo a maggio 2017 con il seguente reperto :Ventricoli laterali di dimensioni lievemente aumentate e modicamente asimmetriche per sinistro maggiore del destro.
||| e |V ventricolo di normali dimensioni, in asse.
Regolare lo sviluppo del corpo calloso.Assenti alterazioni di segnale a carico del parenchima encefalico. Si segnala il maggior ampliamento della cisterna magna a livello di entrambi i versanti. Regolare la rappresentazione degli spazi corticali della base e della convessita celebrale e cerebellare bilateralmente.
Le sequenze Angio-Rm in fase arteriosa non evidenziano alterazioni morfo-strutturali e/o del segnale da vuoto di flusso a carico del poligono di Willis e dei suoi principali rami; si segnala solo lieve tortuosita' del decorso dei tratti intra-cranici delle aa. Vertebrali.
Sfumate alterazioni di segnale da mastodite cronica si riconoscono bilateralmente e modico ispessimento della mucosa dei turbinati nasali di sinistra. Tac encefalo fatta a luglio 2016 con il seguente reperto:Regolare la sede e la morfologia del quarto ventricolo, ampia la cisterna magna, in asse il terzo ventricolo, asimmetrici I ventricoli laterali con il destro che appare inferiormente assottigliato e di ampiezza ridotta rispetto al controlaterale, poi ho effettuato EEG anche in privazione del sonno, visite oculistiche e campi visivi risultati negativi, vista orl risultata negativa, visita cardiologica risultata negativa, ecografia addome è reni risultata negativa tranne per un piccolo calcolo ma comunque nulla di preoccupante e analisi del sangue e urine risultate negative, secondo lei in base hai miei esami e hai sintomi potrei avere un tumore al cervello? Oppure un aneurisma? O una malattia come sla o sclerosi multipla? Gli specialisti che mi hanno visitato mi hanno sempre detto che non ho nulla ma io una grande paura di questi sintomi, mi scusi per la lunghezza del consulto la ringrazio in anticipo per la risposta Cordiali saluti.

[#38] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

dopo avere effettuato una RM encefalica con angio-RM negativa può escludere tumori e aneurismi cerebrali nonché le altre condizioni che cita.
L’ipotesi ipocondriaca al momento è quella più probabile.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#39] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottore la ringrazio per la risposta, questi sintomi possono essere effetti collaterali dei farmaci che assumo? Cordialmente

[#40] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

teoricamente è possibile che siano effetti collaterali dei farmaci che sta assumendo ma sembrerebbe più probabile la loro origine ansiosa. Ne parli con lo specialista che La segue.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#41] dopo  
Utente 438XXX

Gentile dottore la ringrazio ancora una volta per la risposta parlerò con lo specialistica le auguro una buona serata Cordiali saluti

[#42] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata anche a Lei
Dr. Antonio Ferraloro