Utente 268XXX
Salve, circa un anno fa, ho subito un incidente stradale, in macchina. Ho avuto un grave trauma cranico commotivo, con perdita di coscienza di circa 30 minuti. Il grave trauma commotivo ha generato delle emorragie cerebrali " come da responso TC Si documenta a destra una iperdensità subaracnoidea girale del lobo parietale, sulla convessità alta, che potrebbe essere riferita a possibile spandimento/soffusione ematica subaracnoidea. altra sfumata iperdensità di 9 mm si rileva a sinistra, in sede temporale mesiale profonda. Si osserva lieve edema diffuso del lobo parietale di destra con ridotta ampiezza degli spazi periliquorali corrispondenti. Altresì, ho avuto grave contraccolpo cervicale postraumatica, con infrazione costale emitorace destro ed escoriazioni diffuse con sfilacciamento tendini spalla destra. Consigliato collare cervicale con appoggio mentoniero per un mese. Ricovero di 40 giorni. la parestesia al braccio si è presentata da subito, mentre dipiù si è accentuata alla gamba sinistra e piede sinistro e in misura leggermente minore alla gamba destra. Parestesia alla testa, che gradualmente è diminuita ma non del tutto. Di tanto in tanto alla testa mi succede di avvertire come un tremore, come se la testa iniziasse a vibrare, dura 30 secondi e poi smette, da un anno e più soffro di confusione di testa, capogiri improvvisi, e trafitture alla testa. Ho anche un equilibrio non perfetto , in quanto tendo a cadere all'indietro, e se tendo a girare o cambiare direzione mentre cammino tendo a cadere. Questa è la diagnosi dopo una visita di controllo" Paziente con elaborazione neurotica post traumatica, connotata da vertigini accessuali, cefalea periodica, instabilità posturale occasionale, crisi emiparestesiche quali equivalenti comiziali focali. Tale condizioni necessita di ulteriore prosieguo terapico combinato (Lvt 500 mg bi/die e BDZ sotto forma di lorazepam 1 mg mattino e sera) L'incidente è avvenuto nel luglio 2017 . A dicembre mentre ero a casa e discutevo con amici, mi sono sentito strano, aumento di confusione e disturbi agli occhi come dei flash, poi non ricordo nulla se non il 118, quello che mi hanno detto amici e moglie, è che sono scivolato a terra e mi dimenavo, un pò di bava e gli occhi girati, e rilascio degli sfinteri. Ricoverato in ospedale altri 20 giorni, e quindi ecco perché in terapia mi hanno messo il Keppra 500. La domanda è : le parestesie possono essere causate dal trauma cervicale forte? Il Keppra debbo prenderlo sempre? Grazie Alessandro Platania

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

le parestesie quanto durano e con quale frequenza si manifestano? Mi pare però di capire che siano state interpretate come crisi comiziali focali.
Riguardo la durata della terapia con keppra non è possibile stabilirla prima, bisogna verificare il decorso e gli esiti di alcuni esami strumentali come la RM encefalica e l’EEG.
Questi sono tutti elementi da valutare periodicamente.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro