Utente 579XXX
Buongiorno Dottori, ho scritto anche molti anni fa ma non trovo più il mio vecchio consulto. Torno a scrivere dopo tanto tempo perchè non mi sento per nulla in forma. premetto che sono alto 185x153 vita sedentaria. Continui ad avere fascicolazioni, ormai da 23 anni, sparse in tutto il corpo, specialmente a riposo, inizio a sentire i muscoli sempre poiù deboli, riesco a fare tutto, sollevare pesi, lavorare in casa, ma spesso ho la sesazione che le mie braccia, specie la sx, sia senza forza. Il problema serio sono le gambe, che continuano sempre più ad essere pesanti, alle volte ma non sempre, la punta del piede sx ruota leggermente nella fase del rialzo, e dopo ore d guida il tallone del piede dx sctriscia poer un paio di passi a terra. in tutti questi anni non ho mai effettuato una visita neurologica, perchè il mio medico di base, ormai anziano ma molto ferrato a detta sua, mi fa sempre prove neurologiche da cui non si evince nulla. Sopratutto si sofferma sui riflessi che sono deboli o quasi assenti, e dice che nella Sla questi sono assolutamente esagerati, e che dopo anni e anni di sintomatologia uguale se avessi avuto questa malattia sarei già con deficit motori ben visibili. Tempo fa 26/09/2017 , feci un EMG x un tunnel carpale, (referto: adduttore breve del pollice dx segni di denervazione(fibrillazzioni e onde rapide positive)in 6 sedi su 10, non fascicolazioni, reclutamento durante sforzo volontario massimo in interferenza di ampiezza normale, nel dx , non segni di denervazione ne fascicolazioni, reclutamento durante sforzo volontario massimo in interferenza di ampiezza normale.) Ora un amico laureando in neurologia mi ha detto che tutti i segni di denervazione sono sintomo proprio della sla e io sono caduto in una profonda depressione.

[#1] dopo  
Dr. Massimo Muciaccia

28% attività
12% attualità
12% socialità
BARLETTA (BT)
MODUGNO (BA)
CONVERSANO (BA)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2006
Gentile utente,
non è il caso di pensare alla SLA sia per la sua età anagrafica ed anche perchè le fascicolazioni sono presenti già da molti anni in assenza di progressione clinica ed altri importanti segni piramidali (iperreflessia osteotendinea, babinski ecc.) come giustamente riferito dal suo anziano medico di famiglia. Consiglierei di effettuare una visita neurologica ed esami ematici con cpk ed elettroliti. Inoltre una radiografia del rachide in toto.
Mi faccia sapere.
Cordiali saluti.
DOTT. MASSIMO MUCIACCIA
SPECIALISTA IN NEUROLOGIA
ASL BAT - ASL BARI