Utente 567XXX
Buongiorno, Sono una ragazza di 23 anni studentessa universitaria. Soffro di mal di testa costanti (da una vita) ogni giorno dalla mattina alla sera che non passano con i medicinali (oki o brufen). Mi dà fastidio la luce naturale e spesso i rumori. Leggendo su Internet si è innescata in me la paura di avere una neoplasia a livello cerebrale. Sono andata dal neurologo che mi ha detto che secondo lui si tratta di cefalea muscolo tensiva (in quanto accuso anche dolore al collo e alla schiena) mi ha prescritto sirdalud e gradient (con nessuno dei due ho riscontrato un miglioramento) mentre un altra neurologia mi ha dato laroxyl in gocce (prese per solo una settimana ma anche con quelle nessun miglioramento). Porto gli occhiali da almeno 8 anni ma ultimamente ho riscontrato anche un abbassamento della vista, infatti andrò anche dall'oculista (non so se puo essere correlato ai mal di testa o se è un normale abbassamento della vista studiando sempre), ho sempre sonno, e in questi ultimi giorni mi sembra si sentire un senso di ovattamento solo ad un orecchio. Non ho nè nausea, nè vomito, nè crisi convulsive. Ho fatto le analisi del sangue generiche e non è risultato nulla, ho fatto una TAC (senza mezzo di contrasto) da cui non è risultato nulla e a dicembre farò anche la risonanza magnetica ma ho paura di avere qualcosa. Cosa mi consiglia? Se ci fosse stato qualcosa con la TAC si sarebbe visto? Da cosa potrebbe dipendere? Grazie a chi risponderà.

[#1]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Paziente,
innanzitutto le confermo che se malauguratamente avesse avuto come lei teme un tumore cerebrale sarebbe stato sicuramente identificato dalla TAC, anche senza mezzo di contrasto. Da quanto riferisce nel suo resoconto anamnestico, arguisco che possa trattarsi di una cefalea di tipo tensivo che può essersi complicata con cefalea da abuso di antalgici, considerata la sua ammissione di farne un abbondante uso di farmaci di tal tipo. Le suggerisco di leggere questo mio articolo per avere ulteriori ragguagli sul problema specifico.
Cordialmente
https://www.medicitalia.it/news/neurochirurgia/6978-cefalea-da-abuso-di-antalgici.html
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

[#2] dopo  
Utente 567XXX

La ringrazio dottore per avermi tranquillizzata. In ogni caso non ho mai abusato di farmaci antalgici. Ho preso solo una volta il Brufen e molto raramente ( meno di 3 volte l'anno) l'oki.
A questo punto quale potrebbe essere la soluzione alla mia cefalea tensiva?

[#3]  
Dr. Mauro Colangelo

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
20% attualità
20% socialità
FRATTAMAGGIORE (NA)
NAPOLI (NA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La cefalea di tipo tensivo deve essere correttamente diagnosticata dallo Specialista che indirizza il paziente verso il trattamento più appropriato, basato su farmaci ed altri approcci terapeutici (come terapia fisica, psico-terapia, etc)
Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it