Utente
Buongiorno,
Sono un ragazzo di 29 anni a seguito di alcuni disturbi all occhio sinistro (fotofobia, lieve intorpidimento dell occhio al risveglio e fosfeni al movimento verso il basso dell occhio sx)
Ho eseguito una importate serie di visite, tutto è risultato nella norma, sia visita oculistica che neurologica e per scrupolo mio ho fatto anche i a pev e campo ottico computerizzato.

Non contento visto il mio estremo stato di ansia ho eseguito una RM magnetica encefalo e tronco encefalico e risultato tutto nella norma ad eccezione di questa frase: in regione ponto mesencefalica è riconoscibile una puntiforme immagine lacunare sulla sequenza Flair di non univoca interpretazione trattandosi di modificazione demielinizzante aspecifica che merita un controllo a distanza di tempo.

Inutile dire che questa frase mi ha mandato in panico! Ho avuto modo di parlare con il dottore mentre lo refertava e mi ha detto che è davvero piccola (2mm) e non ha forma tipica da lesione da sclerosi multipla, dice che potrei anche averla sempre avuta e che se non avessero utilizzato una RM di ultima generazione probabilmente neanche si sarebbe vista.

Io però sono terrorizzato non riesco più a vivere, a pensare, a lavorare.

Ho paura posso essere SM o peggio un tumore che ho letto che in quella regione è fatale.
Aiutatemi vi prego.

Lui ha detto di non pensarci più di tanto è al massimo rivedere tra un anno ma come fa a essere sicuro che non sia un tumore in fase iniziale??

Inoltre è possibile che i fosfeni e fotofobia siano causati proprio da quel piccolo reperto??

Ho dimenticato di dire che 2 settimane fa in pronto soccorso mi era stata fatta una TC da cui non era emerso nulla
Aiutatemi vi prego sto davvero male

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

da quanto emerge dal contenuto del Suo post, concordo ampiamente con quanto detto dal neuroradiologo, stia tranquillo ed effettui una RM di controllo tra sei mesi-un anno.
Tale reperto non penso sia responsabile della sintomatologia riferita. Potrebbe fare visionare le immagini dell’esame al Suo neurologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille della veloce risposta, come mai non crede che il reperto possa far riferimento ai fosfeni? Perché da lì non passa il nervo ottico giusto?
Inoltre posso essere tranquillo sul fatto che non si tratti di un tumore del tronco encefalico? La lesione sarebbe apparsa differente?
Inoltre volevo chiederle se reperti di questo tipo sono comuni in generale nelle RM?
Mi scusi ma ho davvero necessità di capire per riuscire a sollevarmi, quella parola (demielinizzazione) mi ha fatto rabbrividire
Come le dicevo ho effettuato anche i PEV che sono risultati okay, è una buona cosa giusto perché in caso di SM sarebbero stati alterati giusto?
Grazie mille dottore e buon 2020

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ci sono dei criteri di valutazione che il neuroradiologo utilizza per la differenziazione dei reperti riscontrati.
Nel suo caso si tratta di rilievi frequenti e spesso privi di significato clinico.
Si fidi di quello che Le ha detto lo specialista che ha avuto modo di studiare accuratamente le immagini.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Buona epifania dottore,
Ho portato L esame al neurologo e mi ha rassicurato dicendo che quella zona (mesencefalo) dove c’è la piccola iperintensita non è correlata alla vista e quindi ai fosfeni.
Secondo lui il mio sistema nervoso simpatico lavora troppo ed un po’ squilibrato quindi può creare questi fastidì e mi ha quindi detto di prendere 0,25 di xanax al mattino per riequilibrare il tutto.
Ora io non credo di essere pazzo e anche se vorrei davvero fidarmi di lui c’è qualcosa che non torna.
Al risveglio mi sento i muscoli dell occhio sinistro più indolenziti e le da sdraiato guardo verso la fronte alla massima estensione la vista si duplica, chiudendo uno dei 2 occhi torna normale.
La stessa cosa non succede invece se sono in posizione eretta e guardo verso L alto in quel caso non mi sembra di avere diplopia.
Guardando su internet però ho proprio visto che il mesencefalo è responsabile de movimento dei bulbi oculari quindi quel reperto può essere correlato al mio sintomo o sbaglio??
Non capisco più se sto impazzendo o meno!
Se avessi problemi al nervo oculomotore li avrei perennemente anche guardando in altre direzioni?? Devo farmi rivalutare da un altro neurologo. Mi aiuti se può per favore

Grazie infinite

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

si fidi di quanto ha detto il neurologo e lasci stare internet che come vede anche su se stesso crea solo ansia.
"Non capisco più se sto impazzendo o meno!"

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Grazie dottore ma purtroppo per tranquillizzarmi ho bisogno di una spiegazione tecnica .
È possibile che quel reperto riportato nella RM possa causarmi questo senso di indolenzimento ai muscoli oculari sx e la diplopia quando da sdraiato guardo verso l’alto?
Oppure veramente il mesencefalo non ha nulla a che fare con questo tipo di problematica?

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

bisognerebbe visionare le immagini per dare un parere attendibile. Da ciò che recita il referto, la puntiforme immagine riscontrata non è responsabile della sintomatologia riferita.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Allora dottore a seguito di un ecografia all occhio mi è stata riscontrato un distacco del vitreo compatibile con i fosfeni quindi.
Però ciò non spiega perché al risveglio senta L occhio più indolenzito .
Se dovesse dipende dal piccolo reperto trovato nel mesencefalo questo intorpidimento e fastidio dovrebbe durare tutto il giorno è corretto?
Ho già chiamato il neurologo per chiedergli ciò ma credo che ormai mi sottovaluti da quando gli ho detto che sono ipocondriaco.
Posso davvero stare tranquillo che quel reperto puntiforme di 2 mm non sia correlato all indolenzimento dell occhio?? E sopratutto non sia evidenza di tumore o lesione da SM? I sintomi sarebbero più palesi e costanti?
Mi scusi L apprensione ma non riesco a venirne a capo

Grazie mille

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

lo ha spiegato il neurologo a cui si è rivolto, è stato detto anche in questo consulto, il reperto riscontrato non ha nulla a che vedere con la dolorabilità dell'occhio.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,
Sono di nuovo qui a scriverle per cercare di capire come mai mi continuo a scegliare con L occhio sinistro come anestetizzato e presento diplopia guardando verso destra o sinistra da posizione sdraiata. Poi il tutto scompare dopo pochi minuti e L occhio torna normale.
Ho effettuato una elettromiografia facciale ed e risultato nella norma, ma allora cosa può essere? Se fosse miastenia gravis peggiorerebbe nella giornata a me invece viene al risveglio. Non so più che passi fare, non dormo la notte per appena mi risveglio e sento questa sensazione vado in panico e non riesco più a prendere sonno.

[#11] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,
Secondo lei la diplopia anche se passeggerà è solo indeterminate posizioni può dipendere dal reperto della RM? La dovrei rieseguire con mezzo di contrasto?

[#12] dopo  
Utente
Dottore,

Le scrivo nuovamente, il disturbo all occhio continua nel senso che mi sveglio sempre con occhio intorpidito e noto pure qualche parestesia a mani e gambe che però passa appena mi muovo.
Posso stare tranquillo che il reperto non è compatibile con sclerosi multipla?

Buona giornata

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

lo hanno detto i medici che hanno visionato direttamente le immagini dell’esame, per cui può stare tranquillo.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente
Grazie dottore, un ultima precisazione, se i sintomi come per esempio questa sensazione al risveglio di occhio intorpidito che passa dopo poco fosse dovuta a sclerosi multipla dovrei averlo per più tempo quindi magari tutto il giorno? Mi capita spesso anche di svegliarmi con parestesie a gambe e mani ma passano nel giro di pochissimo appena cambio posizione o mi alzo dal letto.
Questo tipo di sintomatologia intermittente non è tipica di sm? Il quel caso i disturbi anche se possono regredire ma hanno durata continua per alcuni giorni. È corretto?

[#15]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Perfetto, ragionamento corretto.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#16] dopo  
Utente
Buongiorno,
Riguardando la visita ortottica di un mese fa leggo: cover test PL ortofr PV lieve exofr
Lieve exoforia vuol dire strabismo latente?
Può essere L inizio di un oftalmoplegia dovuta alle lesione nel mesencefalo?
O è una cosa non possibile.
Mi dovrei preoccupare?

[#17] dopo  
Utente
In particolare nella risonanza magnetica c’è scritto che la areola puntiforme (verosimilmente dovuta a gliosi) si trova a ridosso della porzione anteriore dell acquedotto di Silvio e del IV ventricolo.
Le chiedo se quella zona ha qualche correlazione con i nervo oculomotore e una lesione in quella sede può dare fastidi ai muscoli oculari o se quella zona ha tutt’altra funzione?
La ringrazio per le risposte ho davvero bisogno di capire, se è tutto a posto e dimenticarmi di questa storia che non mi sta lasciando vivere da 2 mesi

[#18]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Già risposto alla #7. Anche i medici che hanno visionato l’esame hanno detto la stessa cosa.
Dr. Antonio Ferraloro

[#19] dopo  
Utente
Grazie mille dottore, quindi quel puntino non dovrebbe avere a che fare con i nervi trocleare e oculomotore.
Un ultimo chiarimento, il reperto ritrovato è quello che si definisce sindrome clinicamente isolata? Ho letto che un sintomo o una lesione (monofocale) prendono questo nome. Il che mi fa molto paura.
Il fatto che la lesione sia aspecifica e di origine verosimile gliottica fa si che non possa essere catalogata come sindrome clinicamente isolata?

Grazie mille per i suoi cordiali chiarimenti

[#20]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
No, non è possibile parlare di sindrome clinicamente isolata.
Dr. Antonio Ferraloro