Utente 999XXX
Buongiorno gentile dottor,avrei bisogno di un Suo importante consiglio:ho un problema che riguarda l'inizio di una sciatalgia,cioè ho riconosciuto i sintomi delle volte precedenti. Ho dolore nella zona lombo-sacrale della schiena e soprattutto a livello dell'attaccatura fra l'inguine e la coscia e fino al calcagno.Mi ero sottoposta a cicli di iniezioni di muscoril,quando mi era capitato,sono,purtroppo,fuori città,per alcuni giorni e dovrò prolungare,mio malgrado,il mio soggiorno,non vorrei che la situazione peggiorasse e dover restare bloccata,come mi è già successo precedentemente.Cosa posso fare per arginare la situazione?Cosa,cortesemente, mi può consigliare?Non posso neppure mettermi a riposo,completamente.Mi scusi,c'è qualcosa che potrei fare per prevenire l'insorgenza di questo disturbo?La ringrazio per il Suo interessamento e la Sua attenzione.Cordialità.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
la cosa più importante da fare sarebbe una Risonanza del rachide lombo-sacrale per studiare la causa del suo problema ma capisco bene che è fuori casa e probabilmente non può permetterselo per ovvi motivi logistici. In questi casi è corretto ricorrere a farmaci sintomatici per via intramuscolare, i FANS, cioè antinfiammatori-analgesici come il diclofenac (Voltaren e altri) o ketorolac trometamina (Lixidol e altri) eventualmente associati al suo Muscoril, sempre che non ci siano fattori allergici ai suddetti farmaci o altre controindicazioni come per es. ulcera peptica in fase attiva. Il migliore consiglio, comunque, per lei che si trova fuori casa è di recarsi al Pronto Soccorso più vicino e farsi visitare e somministrare una terapia sintomatica.
Le porgo i migliori auguri e la saluto cordialmente.
Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 999XXX

Buongiorno Gentile Dottore Ferraloro,La ringrazio infinitamente per essermi venuto in aiuto e mi scusi se non Le ho espresso i miei ringraziamenti immediatamente,purtroppo,non ho la possibilità,i questi giorni,di navigare in internet liberamente.Sto già meglio,perchè sto assumendo su Suo consiglio,il Voltaren.Mi scusi,se sto approfittando della Sua gentilezza e della Sua disponibilità,chiedendoLe un approfondimento riguardo alle contro-indicazioni del muscoril,che Lei ha scrupolosamente ricordato.E'indicato in pazienti che hanno disturbi del sistema immunitario?So da un paio di mesi circa di soffrire di sindrome da sovrapposizione fibromialgica.Mi è sfuggito di scriverlo.Ci sarebbero problemi se prendessi il muscoril?Quando lo avevo assunto precedentemente non sapevo di soffrire di questa malattia autoimmune.La ringrazio.Cordialità.Antonia V.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signora Antonia,
non c'è alcun problema ad assumere il Muscoril nei pazienti che soffrono di sindrome fibromialgica. Anche la patogenesi autoimmunitaria è molto dubbia in questa sindrome. La cosa certa è che "non si hanno certezze" sulla causa di questa sindrome. Può comunque somministrare il muscoril tranquillamente. Mi fa piacere che la lombo-sciatalgia vada meglio.
Porgendole i migliori auguri la saluto cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 999XXX

Buongiorno Gentile Dottore Ferraloro,La ringrazio per avermi tranquillizzato.La ringrazio,augurandoLe buon lavoro e buona giornata.Cordiali saluti.Antonia