Utente
Salve, mesi fa, a fine marzo 2019, ho avuto un episodio di presincope a scuola (sono un insegnante), senza svenimento, seguito da uno stato vertiginoso persistente che non passava.
Preoccupato dalla sintomatologia che non migliorava, il mio medico mi prescrive una radiografia cervicale e dopo qualche giorno al peggiorare dei miei sintomi vado al pronto soccorso e mi sottopongono ad una visita dall'otorino, risultata negativa e una tac all'encefalo anch'essa negativa.
Mi hanno dato un antivertiginoso e dopo un paio di settimane la sintomatologia é andata via.
Rimaneva un fastidio dietro la nuca che ho sempre attribuito alla cervicale per cui ho avuto difficoltà a fare sport in palestra.
La radiografia cervicale riportava: "cervicouncoartrosi diffusa, modicamente ridotti gli spazi intersomatici tra c5c6c7.
Verticalizzazione.
Demineralizzazione ossea.
".
A novembre di quest'anno, quando ho avuto un nuovo episodio di presincope a scuola, più forte del precedente e di nuovo si é scatenata la sindrome vertiginosa.
Provo ad andare da un osteopata per curare la cervicale ma dopo la sua visita i sintomi peggiorano ma mi consiglia una visita da uno gnatologo perché ha riscontrato una forte tensione a livello del mastoideo.
Lo stesso giorno vado dal mio medico che mi prescrive "vertiserc" che ha diminuito le vertigini.
Dopo una settimana però rimaneva un senso di instabilità e vertigine che non passava, al che il mio medico di base mi prescrive una cura con degli antinfiammatori perché secondo lui é la cervicale perché ho anche fastidio alla nuca.
Dopo questa cura i benefici sono stati pari a zero.
Vado da un otorino per una visita ma ascoltati i miei sintomi non mi fa alcuna visita alle orecchie, mi fa camminare ad occhi chiusi avanti e indietro facendomi notare come la mia direzione cambiasse e mi consiglia uno gnatologo.
Vado dallo Gnatologo che, vista la radiografia, mi spiega che ho un disallineamento della mandibola rispetto la parte posteriore del cranio e quindi prendo un bite (arrivato una settimana fa).
Nel frattempo il mio medico di base mi dà una cura con Strialisin (miorilassante) ed etoricoxib (FANS) senza benefici.
La mia sindrome di instabilità e vertigine con fastidio alla nuca e leggera cefalea rimane persistente.
A scuola martedì mi sono sentito male, con un senso di svenimento molto forte, corro dal mio medico che mi dà ansioten e mi chiede di stare a riposo per qualche giorno perché ho una forma ansiosa depressiva (ma io sono in psicoterapia da aprile).
Lo stesso giorno vado da un neurologo che non riscontra alcun problema e mi prescrive una RM encefalo e collo i cui risultati saranno pronti martedi e degli integratori a base di magnesio.
In due mesi la mia sindrome vertiginosa appare peggiorata, sento da giorni anche una sensazione di nausea e fastidio al petto, forse per tutti i farmaci che ho preso (soffro di MRGE per un'ernia iatale).
Ho bisogno di un aiuto perché non so più a chi rivolgermi per fare calmare questi sintomi.

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Buongiorno a Lei

la sincope o episodi pre-sincopali che non giungono alla transitoria perdita di coscienza hanno usualmente neurologica o cardiologica.

Pertanto la invito a sottoporsi Visita Neurologica ed a Visita Cardiologica (ed eventuali esami strumentali fossero ritenuti indicati) ovviamente di persona.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la pronta risposta.
La visita neurologica é stata negativa, quindi devo fare una visita cardiologica.
Il mio problema però é anche e soprattutto una sensazione di vertigine e una leggera cefalea permanenti durante urto l'arco della giornata.
In alcuni giorni ho la sensazione di un casco che mi avvolge la testa partendo dalla nuca e che preme fino alle orecchie.
Inoltre alcune posizioni sono molto più sofferenti per me, come quando sono seduto di fronte al PC.

[#3]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Mi dice che la visita neurologica effettuata di persona è stata normale. Se ha questi disturbi spero/ritengo lo abbia detto al neurologo. Se SI non so perchè abbia ritenuto di non darle alcun trattamento.
In ogni caso mi faccia sapere circa le RM che sta aspettando e circa il parere del Cardiologo.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente
Gent.mo dottore, ho messo al corrente il neurologo di tutto quello che ho scritto qui. Infatti mi ha chiesto di poter vedere la RM appena pronta e per il momento mi ha prescritto solo degli integratori. L'unico filo comune a tutti gli episodi é che sono avvenuti in un ambiente caldo e con aria viziata. Poi credo anche che la paura in quei momenti abbia fatto la sua parte. Appena pronta la RM posterò i risultati.
La ringrazio di nuovo per la risposta

[#5] dopo  
Utente
Scrivo tutto il referto.
La RM encefalo (tecnica SE, TSE, FLAIR, FLAIR-SPIR, SSh-DWI) senza contrasto:
Strutture mediane in asse.
Sistema ventricolare e spazi periencefalici di regolare morfologia, ampiezza e caratteristiche di segnale.
Non sono presenti alterazioni focali del segnale a carico del parenchima encefalico.
Minime note di sinusopatia etmoidale bilaterale.
La RM cervicale (tecnica TSE, STIR, FFE) senza contrasto:
Appianata la fisiologica lordosi.
Non sono presenti immagini riferibili ad ernia del disco.
Canale vertebrale nei limiti per ammpiezza.
Regolare la morfologia e il segnale del tratto midollare esaminato.

[#6]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Buonasera a Lei

la RM Encefalo è stata refertata normale. Evidenzia solo una sinusite etmoidale.

la RM Rachide Cervicale è stata refertata evidenziando una riduzione della fisiologica lordosi cervicale (quello che nel referto è chiamato "appiattimento"). Per il resto anch'essa normale.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#7] dopo  
Utente
Sulla base di questo il neurologo mi ha consigliato di assumere due compresse al giorno (mattina e sera) di ansiodep un integratore a base di Magnesio e L-Teanina, escolzia, passiflora, Withania e Biancospino.
Onestamente sono un po' scoraggiato da questo perché non credo che sia tutto riconducibile a un semplice problema di ansia ma proverò anche questa cura. Nel frattempo prenoterò una visita dal cardiologo.

[#8]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Non so' che dirle o che farle se questa è la opinione del suo neurologo che la ha visitata di persona.
Se non si sente soddisfatto può sempre acquisire un secondo parere sempre mediante visita neurologica di persona.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#9] dopo  
Utente
Mi scusi dottore, non mi sono spiegato bene ma la mia non era una critica al neurologo. Il mio é stato uno sfogo per via del momento che sto vivendo. La mia sindrome dura da due mesi e nel frattempo é anche peggiorata tanto da costringermi ad un periodo di malattia. Sarà che sono un po' ipocondriaco, sarà che anche l'ansia o lo stress ora fanno la loro parte, ma dopo le visite effettuate e le terapie adottate che sono di fatto fallite mi sento scoraggiato e come a procedere a tentoni nel buio.
Purtroppo a volte non é facile in poche righe spiegare i propri pensieri e avrei solo voluto sentire il suo parere circa la scelta del medico di sottopormi a questa cura. La ringrazio molto per il tempo che mi dedica e per la disponibilità.

[#10] dopo  
Utente
Sulla base di questo il neurologo mi ha consigliato di assumere due compresse al giorno (mattina e sera) di ansiodep un integratore a base di Magnesio e L-Teanina, escolzia, passiflora, Withania e Biancospino.
Onestamente sono un po' scoraggiato da questo perché non credo che sia tutto riconducibile a un semplice problema di ansia ma proverò anche questa cura. Nel frattempo prenoterò una visita dal cardiologo.

[#11]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Era chiaro come il suo fosse essenzialmente una manifestazione di scoramento. Solo integratori.

Le consiglio, come forse gia' detto, di acquisire una secondo parere neurologico mediante una valutazione di persona.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it