Utente
Buonasera, ho parecchia paura di ammalarmi di cancro al cervello perhce sono un po' ipocondriaco, ultimamente durante questo periodo di quarantena stando sempre chiuso in casa ho iniziato ad avvertire un mal di testa che va e viene, magari un giorno si ed un giorno no, non é un mal di testa forte, é fastidioso e molto spesso é collocato in zone diverse, dal dietro la testa, al lato destro o al lobo frontale del craneo, oggi dopo due/tre giorni che non ci pensavo più e senza mal di testa ho ricominciato a pensarci perché il mal di testa mi é tornato e ho anche una leggera nausea che va e viene, non so se é dovuta all"ansia perche magari ci penso troppo, c'è da dire che questa leggera nausea la avvertivo anche prima che mi passasse per quei due/tre giorni, vi prego, sono allarmato perche ho letto che nelle fasi iniziali la neoplasia comporta mal di testa (pressione endocranica) e nausea, vi chiedo se é possibile che io sia malato, non c'è la faccio più a vivere con questo pensiero.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazzo,

la tranquillizzo subito, non ha nessun sintomo che possa fare pensare un tumore cerebrale, infatti la cefalea che riferisce non ha le caratteristiche di una cefalea neoplastica.
Lei ha letto della cefalea da ipertensione endocranica, questa è una cefalea severa ed ingravescente, non è certamente quella che riferisce.
Se la paura immotivata dovesse persistere deve pensare di affrontare adeguatamente il disturbo d’ansia.
Stia tranquillo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la riposta al quanto tempestiva, sono molto più tranquillo, per l'ansia lei cosa mi consiglia?

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazzo,

per affrontare il disturbo d’ansia si rivolga ad uno psichiatra o ad uno psicologo.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro