Utente
Buongiorno Dottori,
sono un uomo di cinquanta anni che a seguito di visita neurologica per insonnia e cefalea mattutina, il neurologo, oltre a prescrivermi degli esami del sangue che, a parte il valore del colesterolo totale a 233 e l'HDL a 36, risultano essere nella norma, richiede anche una RM encefalo e tronco encefalo smc.
In attesa della visita di controllo volevo un Vs.
parere a riguardo del referto ritirato oggi, che sinceramente non mi tranquillizza molto:
Esame condotto con sequenze multipara metriche multiplanari in condizioni di base.

In sede sovratentoriale, nelle immagini influenzate dal T2 si riconoscono plurime puntiformi iperintensità sparse nella sostanza bianca sottocorticali, da microfocolai di fluidi aspecifica.

Strutture mediane in asse.

Regolare rappresentazione del sistema ventricolare e degli spazi subaracnoidei della base e della convessità.
In sede sottotentoriale non si evidenzia focali alterazioni di segnale a carico degli emisferi cerebellari e del verme; nella calotta pontina si riconosce una puntiforme iperintensità gliotica al davanti del IV ventricolo.

Regolare rappresentazione degli spazi liquorali ventricolari e subaracnoidei sottotentoriale.

Conclusioni: puntiformi iperintensità gliotiche della sostanza bianca sottocorticali e nella calotta pontina, di significato aspecifico e senza un franco significato patologico; a tale riguardo é dirimente la valutazione clinica specialistica.

Grazie mille a chi vorrà rispondermi.

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

le puntiformi iperintensità sono state valutate dal neuroradiologo senza un chiaro significato patologico, sono "cose vecchie" in quanto descritte come gliotiche e sono molto frequenti a riscontrarsi anche in soggetti senza patologie particolari.
Faccia vedere le immagini dell’esame al neurologo che l’ha richiesto. Stia sereno.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie mille Dottore della celere risposta,
attendo la visità del neurologo con piú tranquillità.
Buona serata e buon lavoro.

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Buonasera Dott. Ferraloro,
oggi mi sono recato dal neurologo per la visita di controllo ed a farli visionare la RM encefalo, le sue conclusioni sono che a suo parere, c'è una sofferenza vascolare, mi ha prescritto come ulteriori accertamenti un ecocolor doppler ai tronchi sovraortici ed un ecocolor doppler transcranico con test microbolle per eventuale pervietà del forame ovale.
Quello che, secondo lui, è più preoccupante è la lesione riscontrata nella calotta pontina, perche mi ha detto che è nella zona del cervello che controlla il cuore e la respirazione.
Sinceramente mi ha un po spaventato.
Mi ha inoltre consigliato di iniziare subito a prendere una bustina di Cardirene 75 mg. al giorno.
Mi farebbe piacere un Suo parere in proposito.
Grazie mille.

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

il collega ha visionato direttamente le immagini per cui ha un indubbio vantaggio, il nostro parere a distanza non conta nulla a questo punto.
Segua le indicazioni del neurologo ma mi consenta solo un suggerimento, non si faccia prendere da eccessive paure perché di questi quadri ne vediamo tanti e con ottimo decorso.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore e grazie ancora per la celere risposta,
domani prenoterò gli ulteriori accertamenti richiesti e poi, con i referti in mano, vedremo il dafarsi.
Anche perchè il neurologo mi ha detto che in caso di esiti positivi la cosa non sarà più di sua competenza ma dell'angiologo.
Approfittando della sua competenza e cortesia volevo chiederle nel caso gli esiti fossero negativi, come si procede di regola in questi casi?
Ci sono ulteriori approfondimenti da fare con atri esami diagnostici o si tiene monitorata la situazione con delle RM nel tempo?
Conscio del fatto che mi può dare solo delle indicazioni generiche, in quanto non ha potuto visionare le immaggini della RM, come procederebbe Lei in questo caso?
Ci sono delle linee guida da seguire?
Grazie mille e buon lavoro.

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

già la profilassi con Cardirene garantisce una buona copertura.
Oltre gli esami diagnostici prescritti dal neurologo è sufficiente effettuare delle RM periodiche di controllo ma non a breve distanza di tempo.
Se gli esami prescritti fossero negativi si potrebbe procedere col cosiddetto screening trombofilico per valutare eventuali fattori che possano causare una tendenza del sangue alla coagulazione.
Comunque, pensiamo una cosa per volta e con serenità.

Buona domenica
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Oltre la sua competenza è anche molto rassicurante, qualità che non tutti i medici hanno.
Eseguirò gli accertamenti richiesti e La terrò informata, è sempre utile avere un secondo parere.
Grazie ancora per il servizio svolto e Le auguro una buona domenica anche a Lei.

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Buonasera Dott. Ferraloro,
volevo aggiornarla con i referti degli ulteriori accertamenti richiesti dal neurologo:

Doppler transcranico con test microbolle:
Finestra temporale reperita alla profondità massima di 56 mm. a sx.
Sede di iniezione vena antecubitale dx.
Non si rileva la presenza di shunt destro sinistro a riposo.
Non si rileva la presenza di shunt destro sinistro dopo manovra di Valsalva.
Conclusioni diagnostiche e indirizzo terapeutico:
L'esame è nella norma.

Ecocolordoppler T.S.A.
Arterie carotidi comuni, interne ed esterne di entrambi i lati pervie: non lesioni significative.
Velocimetrie e profili doppler nella norma.
Vertebrali pervie ed ortograde in V2.
IMT 0,9 mm.
Conclusioni: nella norma.
IMT: Intima-media Thickness

Gli esami sembrerebbero negativi, sto continuando ad assumere cardirene 75 mg. dopo pasto, sto cercando, con non poca difficoltà, a ridurre il fumo (per ora sono sulle 12/13 sigarette al giorno) con ovviamente l'intenzione di riuscire a smettere completamente.
Il chirurgo vascolare che ha eseguito l'eco tsa mi ha detto che, secondo lui, quei referti rm sono comuni in persone ipertese, cosa che infatti ero, adesso, seguendo una dieta iposodica, mi sembra di avere una pressione giusta, da sdraiato a riposo sempre intorno ai 115/70 e secondo lui è un po troppo presto iniziare a prendere l'aspirina.
Mi piacerebbe avere anche un suo parere a riguardo in attesa di consulto con il neurologo che mi sta seguendo.
Grazie della sua disponibilità.

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

ottima notizia l’esito negativo del doppler transcranico e dell'ecocolordoppler TSA.
Riguardo l’assunzione o meno dell'antiaggregante, non è possibile dare indicazioni di questo tipo, sono decisioni che devono prendere gli specialisti che La seguono.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
Ne parlerò con il neurologo che mi segue e vediamo cosa ne pensa.
Grazie Dottore, per la Sua disponibilità e Le auguro una buona giornata.