Attacchi di panico, derealizzazione, agarofobia (25 anni)

Tutto inizia il 7 aprile quando mi trovavo a tavola con i miei genitori ed improvvisamente mentre mi guardavo intorno ho iniziato a percepire tutto (persone e cose) in maniera alterata, distorta e con una specie di 'capogiro', e subito dopo ho iniziato a tremare, battito molto accellerato, aumento della pressione, cosi sono andato a sdraiarmi dicendo che non mi sentivo bene e per circa un ora ho percepito un forte calo dell'umore e una forte depressione.
Dopo un ora mi riprendo ed esco per i miei impegni, tutto procede normalmente per qualche giorno (nel frattempo il mio medico di base mi ha prescritto EN perche secondo lei era un attacco di panico e potevo usare queste gocce nel caso mi fosse capitato di nuovo).
Qualche giorno dopo, mi trovo sdraiato sul letto a guardare la TV in serenità e spensierato come sempre quando improvvisamente tutto cio che mi circonda mi sembrava quasi irreale, cominciavo a chiedermi se tutto cio in cui ho semore creduto è vero, ho percepito una forte depressione e anche guardare fuori dalal finestra mi creava un gran malessere, mi sentivo completamente vuoto...tutti i miei ideali scomparsi, il mio essere razionale, la mia forte passione per la scienza...niente riusciva a farmi 'riprendere'...e da quel giorno è stato tutto un degenerare di sintomi, sensazioni...conducevo le mie giornate con questo forte malessere e con una depressione che giorno dopo giorno andava aumentando.
il 19 aprile vado da mio zio sulle 19 e ci sediamo in giardino quando di nuovo inizio a percepire questa distorsione di cio che mi circonda.
le mani iniziano a sudarmi freddo, la luce naturale mi dava fastidio, battito accellerato ecc ecc...cosi corro a casa e prendo le gocce EN...per tutta la sera sono stato male, nel dormiveglia avevo una sorta di allucinazioni, sensazioni e percezioni strane.
Decido di chiamare uno psichiatra specialista che due giorni dopo incontro e che mi da come diagnosi ansia acuta, derealizazzione, dispercezioni visive, ecc ecc e una cura farmacologica (dropaxin-talofen-xanax).
i miei sintomi hanno continuato un po a degenerare dopo l'inizio della cura ovvero confusione mentale, fatica ad uscire o allontanarmi troppo da casa perche tutto l'ambiente mi crea appunto confusione, derealizzazione.
ad oggi qualche miglioramento lo noto anche se ancora fatico ad andare in giro, non esco tanto (se non qua nelle vicinanze)
Nel frattempo mi sono affidato anche ad un neurologo che mi ha prescritto una RMN, un EEG, un ECG e TSH...oggi ho ricevuto l'esito della RMN: Nel contesto della sostanza bianca sottocoticale frontale biemisferica, ma con reperto piu evidente sinistra, si rileva la presenza di qualche piccola areola di alterato segnale, iperintensa nelle immagini a TR lungo, senza un corrispettivo nelle immagini T1 pesate e di diffusione, da aspecifici esiti gliotici.
in tutto cio voglio specificare che ho fatto uso di cocaina da 3 anni circa e che negli ultimi mesi ne ho abusato
[#1]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 2,8k 174
La diagnosi e la terapia dello psichiatra sembrano corrette, ma deve avere pazienza, perchè gli effetti di queste cure si manifestano solo dopo qualche settimana.
E' molto probabile, se non certo, che i suoi sintomi siano stati prodotti o favoriti dall'abuso di cocaina.

Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio