Utente
Salve,
Sono un ragazzo di 23 anni e Sono qui per esporre il mio problema:
Verso la metà di marzo all’improvviso ho avuto un senso di svenimento, calore e sudorazione... dopo essermi un po’ ripreso ho da quel giorno un mal di testa che parlando col neurologo ha rilevato una Cefalea di tipo tensiva.

A seguito di quest’episodio, mi è stata diagnosticata dall’urologo una prostatite che sto curando con miglioramenti.

Il problema principale è che da quell’episodio ho una cefalea tensiva che non mi lascia andare
Inoltre quando esco fuori casa ho una sensazione di fiato corto, sudorazione e a volte anche senso di svenimento.

Qualche giorno fa in auto si presentò questo senso di svenimento che di lì a poco stavo per fermarmi e in tutto questo appena tornai a casa rimasi stordito per qualche ora...
Ho effettuato la Tac e gli esami del sangue ed è tutto nella norma a parte la vitamina D bassa con valore 5.

Il neurologo mi ha dato luxamide, ma appena la prendevo (avendo letto gli effetti collaterali) iniziavo a sentirmi con fiato corto, affanno e senso di oppressione alla testa, quindi ho smesso...
Tutto questo non mi è mai capitato prima d’ora e mi ha scombussolato abbastanza.

Prima passavo più tempo fuori casa che in casa, adesso proprio non riesco a stare fuori casa perché avverto sintomi come questa cefalea, fastidio alla pancia, sudorazione fredda alle mani...

Dimenticavo ed ho sempre occhi stanchi/pesanti e gambe stanche

Cosa ne pensate?


Grazie anticipatamente

[#1]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Ragazzo.

oltre la cefalea tensiva mi pare di vedere elementi che possono indirizzare verso uno stato ansioso.
Se il farmaco non l'ha tollerato è opportuno riferirlo al neurologo per un’eventuale sostituzione.
Inoltre la cefalea tensiva non è al momento trattata farmacologicamente per cui è "normale" che ancora persista.
Ne parli nuovamente col neurologo.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente
Grazie Dottore per la risposta... volevo sapere se la cefalea tensiva si cura soltanto con antidepressivi/ansiolitici perché il neurologo per ora li ha esclusi

[#3]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazzo,

ci sono anche altre tipologie di farmaci per curare la cefalea tensiva, il loro utilizzo spesso dipende dal riscontro dell'eventuale fattore scatenante.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente
Grazie Dottore.
Martedí andrò dal neurologo..
Volevo sapere se gli occhi stanchi e senso di confusione e scarsa concentrazione sia collegato all’ansia oppure devo fare altre visite?
ricordo che mi è scaturito tutto a seguito di una mancanza d’aria, senso di svenimento e il giorno dopo ho iniziato ad urinare spesso e andando da un urologo mi è stata diagnosticata una prostatite..
Ho fatto anche ECG..

Questi sintomi che sono rimasti come cefalea tensiva, senso di stanchezza, occhi stanchi e confusione sono dovuti all’ansia?

O devo indagare su qualcos’altro?

Grazie

[#5]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazzo,

al momento faccia la visita neurologica già prenotata, il collega poi, in base ai riscontri della visita Le dirà come procedere.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno dottore.
Mi è stato data una compressa di Deniban al mattino e 5 gocce di Alprazolam al mattino ed ora di pranzo e 10 la sera.
Volevo sapere se la terapia risulta giusta secondo lei e se il fumo di sigaretta può infierire negativamente sull’effetto oppure posso fumare seppur in modo più moderato...
Grazie!

[#7]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Ragazzo,

dipende dalla diagnosi che ha fatto lo specialista.
Ha un referto con diagnosi?
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente
Cefalea tensiva, sintomatologia somatoforme, prostatite.
Anamnesi generale negativa, esami ematochimici di routine nella norma
Esame neurologico nella norma

[#9]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Bene, faccia la terapia prescritta.
Il fumo di sigaretta non interferisce con la cura ma ovviamente è meglio smettere di fumare per tanti altri motivi.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente
Buongiorno dottore
Ho iniziato la terapia con Deniban ed Alprazolam come detto in precedenza:
Sembrerebbe che i sintomi dell’ansia (tachicardia, fiato corto, vuoto allo stomaco) si siano quasi azzerati in questa fase iniziale di terapia..
Persiste però un senso di occhi stanchi e pesanti e pesantezza della testa...
È ancora presto per far si che questa cefalea tensiva regredisca un po’?

Grazie mille

[#11]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

è ancora prematuro vedere benefici completi, deve avere un po’ di pazienza

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#12] dopo  
Utente
Dottore, buongiorno
Sto eseguendo la terapia sopra indicata da circa un mese e stamattina mi è capitato che dal barbiere mi sia venuto quell’attacco fastidio alla pancia, senso di calore, insomma un attacco d’ansia
È normale nonostante io stia assumendo regolarmente alprazolam mattina pomeriggio e sera?
I dosaggi sono troppo bassi?
Inoltre la cefalea continua a persistere...
Occorre cambiare neurologo oppure rivolgermi ad uno psicologo? Grazie

[#13]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
A parte che il dosaggio dell'alprazolam è basso, deve considerare anche che con il passare del tempo il farmaco perde gradualmente di efficacia per cui da solo non può risolvere il problema.
Dr. Antonio Ferraloro

[#14] dopo  
Utente
E come si può risolvere?

[#15]  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Necessita una cura più adeguata ma non possiamo stabilirla noi da qui.
Dr. Antonio Ferraloro