Utente
Buonasera, sono una ragazza di 32 anni.

Il mio problema è cominciato diversi mesi fa, quando ho cominciato a sentire una strana stanchezza alle gambe.
Quando andavo fuori a passeggio, ad un certo punto sentivo le gambe stanche, più precisamente i quadricipiti stanchi.
Dopo poco è iniziato il periodo di lockdown quindi il problema, stando sempre a casa non si è più ripresentato.
Da quando abbiamo riniziato ad uscire, la fatica delle gambe è ricominciata, e io la attribuivo al fatto che eravamo stati fermi per più di due mesi e credevo che riprendendo piano piano sarebbe passato.
Invece no, la cosa è peggiorata sempre di più fino a qualche settimana fa che, portando una cassa d'acqua su per due scalini, al primo sono caduta; la mia gamba non ha retto, è come se non ci fosse stato il muscolo, ho dato la normale spinta per salire il gradino e sono caduta.
Da quel giorno fare le scale è una sofferenza, le gambe non mi reggono, sento un forte affaticamento muscolare, i quadricipiti che bruciano e se sto troppo in piedi mi tremano le gambe.
Ho contattato subito la mia dottoressa di famiglia e mi ha detto che è un calo di magnesio e potassio e mi ha dato delle bustine da prendere, ma questo non può essere un semplice calo di magnesio.
Non riesco a fare 200 metri senza fermarmi perche ho forte dolore alle gambe, è difficile fare le faccende di casa, alzarsi dalla sedia, uscire dalla macchina e non potete immaginare salire le scale.

Sono molto preoccupata per questa situazione, anche perche è molto invalidante...non poter fare una semplice passeggiata è demoralizzante, specie per una ragazza di 32 anni.

Il mio quadro clinico è un ipotiroidismo, prendo una fialetta di tirosint da 75 al giorno, zoloft da 100 e goccioline di surmontil perche soffro di attacchi di panico e la pillola estinet.
Sono in forte sovrappeso-obesità, ma sto perdendo peso grazie a una sana alimentazione, fumatrice, e da inizio anno ho scoperto di avere un ernia sacro-lombare dovuta a forti sforzi fisici.

Non so da dove cominciare, che tipo di esami fare, mi hanno segnato le intolleranze alimentari e esame per celiachia (ho problemi di intestino e di assimilazione di alcuni alimenti) ma sono risultati negativi, a parte qualche lievissima intolleranza a pochi alimenti.
La mia dottoressa dice che è un calo di magnesio ma è troppo invalidante, non riuscire a rifare un letto perche ti devi sedere ogni due minuti demoralizza e preoccupa... Che cosa devo fare?
Che tipo di esami o specialista devo consultare?
Può essere qualcosa di grave?
Vi ringrazio, aspetto speranzosa vostre risposte.

[#1]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Buongiorno a Lei,

valutando a distanza quel che scrive ma non potendola visitare il mio va considerato solo un consiglio poichè un consulto a distanza non può sostituirsi ad una buona visita specialistica.

Il consiglio: si sottoponga a Visita Neurologica ed ad una
RM Rachide con studio del Midollo Spinale.

Cordialmente.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#2] dopo  
Utente
Dottor Poli la ringrazio per la sua celere risposta, questo deficit motorio, a parere suo, può dipendere dall'ernia che ho? Lo studio del midollo spinale a cosa serve?
Grazie per la risposta.

[#3]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
L'ernia discale a che livello è localizzata? E cmq se a livello cervicale o dorsale e se questa improntasse o comprimesse il midollo spinale potrebbe essere la causa.

Perché il Midollo Spinale?
Perché questo è la naturale continuazione verso il basso.
Contenuto all' interno del Rachide così come l'Encefalo è contenuto all' interno del Cranio.
Veicola dall'Encefalo alla periferia (apparato muscolare) il controllo nervoso della forza e motilità degli arti.
Qualsiasi cosa ne possa provocare una sofferenza influisce sulla funzione suddetta.

Ma come detto: NEI LIMITI DI UN CONSULTO A DISTANZA.

Pertanto prima una Visita Neurologica effettuata di persona poiché le cause possono essere molteplici ma solo una accurata visita di persona ed accertamenti mirati possono condurre ad una diagnosi basata sull'evidenza.
Il resto sono solo impressioni ed ipotesi.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#4] dopo  
Utente
Buonasera dottore, le chiedo scusa per il ritardo della risposta, ho trovato ora la risposta della risonanza che ho fatto l'anno scorso. Le metto il referto:
Modeste irregolarità degenerative margino-somatiche anteriori ed interapofisarie. Canale vertebrale di calibro nei limiti della norma. I dischi intersomatici L4-L5 ed L5-S1 sono diffusamente disidratati.
A L4-L5 protrusione discale mediana-paramediana sinistra che impronta la superficie anteriore del sacco durale.
A L5-S1 voluminosa ernia discale estrusa paramediana-pre-intraforaminale destra con segni di conflitto disco-radicolare.
Non immagini da riferire ad ernie o protrusioni ai restanti dischi in esame.
Non evidenti alterazioni di segnale a carico del cono midollare e delle fibre della cauda equina.
Può darmi un suo parere?
La ringrazio.

[#5]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Il quadro è quello di un disco-artrosi lombare con protrusione discale L4-L5 e con una voluminosa ernia discale L5-S1 estrusa paramediana-pre-intraforaminale destra con segni di conflitto disco-radicolare.

Se la voluminosa ernia discale lombare che si estrinseca solo a destra fosse la causa la sintomatologia dovrebbe essere quella di una sciatalgia dolorosa ed un eventuale deficit di forza a destra.

Ora Lei scrive "...stanchezza alle gambe. Quando andavo fuori a passeggio, ad un certo punto sentivo le gambe stanche, più precisamente i quadricipiti stanchi...".

Ossia non dice che ha dolore ma una stanchezza bilaterale ad entrambi gli arti inferiori, in particolare a livello dei muscoli quadricipiti (innervazione L2-L3-L4).

E' evidente la discrasia.
"Forse" dall'anno scorso le cose sono cambiate.

La voluminosa ernia discale L5-S1 destra non può rendere conto di tanta stanchezza ad entrambi gli arti inferiori che Lei avverte a livello dei muscoli quadricipiti che hanno una innervazione L2-L3-L4 mentre la ernia evidenziata nella RM dello scorso anno viene segnalata a livello L5-S1 destra ossia nel territorio di innervazione dei muscoli del polpaccio destro.

Non so se la sua debolezza sia di natura "periferica" ossia radicolare lombare o dei nervi periferici degli arti inferiori oppure di natura "centrale" ossia per interessamento del midollo spinale cervicale basso o dorsale (a livello lombosacrale non c'è midollo spinale... questo termina a livello della vertebra L1).

E in un consulto a distanza, in assenza di una visita medica di persona, non è possibile stabilire se la causa della debolezza sia periferica o centrale.

Ne parli con il suo medico di medicina generale... immagino che saprà indirizzarla, dopo averla visitata, verso visita specialistica e/o accertamenti strumentali "mirati" corretti.

Cordialmente
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, grazie per la sua risposta. La stanchezza e il dolore lo sento ad entrambe le gambe, e la cosa più difficile e dolorosa è salire le scale. Non ho proprio la forza nelle gambe, sento che se non mi reggessi, cascherei.
Ho parlato con la mia dottoressa e mi ha segnato RM lombo sacrale più RM anca DX e SX. Una volta avuti i risultati farò la visita neurologica.
Se appena avute le risposte glie le scrivo qui, lei mi può dare un parere?
La ringrazio ancora per avermi messo sulla strada idonea per il mio problema, come avrò novità le farò sapere.
Grazie e buon lavoro dottor Poli.

[#7]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Come scritto le occorre un pare/una visita di persona.

Se vuole me le giri ma questo resta sempre un con co sulto a distanza ossia senza visita di persona.
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#8] dopo  
Utente
Certo, farò una visita neurologica appena avrò tutti gli esami, mi farebbe piacere girarle le risposte per un suo parere.
Grazie

[#9]  
Dr. Otello Poli

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2012
Se vuole... se le farà piacere...
Le auguro di trovare un Collega che centri subito il problema...
Dr. Otello Poli, MD
Neurologo-Algologo-Esperto in Medicina del Sonno
email: otellopoli@gmail.com - sito web: www.otellopoli.it

[#10] dopo  
Utente
Lo spero tanto anche io dottore. Grazie di tutto.