Antidepressivi e ansiolitici

Buonasera.

Donna, 60 anni, da 10 in menopausa.

Soffro da almeno 20 anni di cefalea tensiva cronica.

Sei o sette anni fa, su consiglio di un neurologo ho iniziato una terapia di 10 gocce di laroxyl e 15 gocce di En ogni sera, la cefalea è notevolmente migliorata (2/3 gg al mese contro i 10/15 di prima) ma purtroppo, non so se solo i farmaci siano la causa, la mia libido è praticamente scomparsa, e questo mi crea dei problemi considerevoli.

Ho un figlio, appena laureato in medicina, che sostiene che una terapia del genere non andrebbe mai fatta ad oltranza, ma interrotta e rimodulata.

Ora, vista l'estrema difficoltà nel recarmi da un altro neurologo (covid e quant'altro) potrei scalare le gocce di entrambi i medicinali fino a smettere, e usarli solo al bisogno?
Si vive bene senza cefalea ma si vive meglio con una vita sessuale piena.

Grazie, Gloria
[#1]
Dr. Paolo Carbonetti Psichiatra, Psicoterapeuta 3k 179
Buonasera.
in questo sito non è possibile dare indicazioni terapeutiche specifiche.
Se lo spegnimento della libido è di origine farmacologica, l'unico imputabile è il Laroxyl, il quale, purtroppo, è anche quello più attivo sulla cefalea tensiva.
Visto che ha conseguito un buon miglioramento della sintomatologia, è possibile che esista una dose intermedia di Laroxyl che continui ad essere efficace e contemporaneamente non dia quel problema sessuale.
Questo scalaggio, che deve essere molto lento, può farlo insieme con il suo medico di base. Non faccia da sola!
Auguri

Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio, no, non farò da sola, ho la mia dottoressa di base come supporto.
Onestamente vorrei togliere anche En, sono stanca di dipendere dai farmaci, 5 anni sono stati più che sufficienti.
Buona serata, e grazie ancora!

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test