Utente 180XXX
Donna, 50 anni. Parestesie e crampi agli arti superiori e inferiori, perdita di sensibilità. Capogiri e vertigini in posizione eretta e supina. Senso di vuoto. Amnesie. Consulto ORL ha escluso patologie vestibolari e S. Meniere. Presente Fenomeno Reynaud (negativi esami ematologici e reumatologici). In attesa di capillaroscopia.

Ecco il referto:

Mediante sequenze di acquisizione SE, FSE, GRE e FLAIR sono state ottenute immagini sui tre piani ortogonali prima e dopo somministrazione di MsC.
Non sono presenti aree di alterato segnale intraparenchimale, né enhancement patologici, sia in sede sotto che sopra tentoriale, fatta eccezione per puntiformi iperintensità di segnale nelle immagini a TR lungo, immodificate dopo MdC, localizzate nella capsula esterna di sinistra, nel ginocchio della capsula interna dello stesso lato, nella sostanza bianca sottocorticale fronto-opercolare sempre a sinistra, nella sostanza bianca sottocorticale frontale laterale di destra, nelle corone radiate con maggior evidenza a destra, nella sostanza bianca sottocorticale frontale anteriore laterale di sinistra; tali reperti sono espressione di minimi segni di sofferenza vascolare su base microvascolare ischemica cronica.
Si segnale, in corrispondenza dell'origine apparente del pacchetto acustico-faciale di destra, una piccola formazione di natura vascolare (SCA dello stesso lato?) che giunge in stretta prossimità della relativa struttura nervosa; appare pertanto utile stretta correlazione con dati clinici e anamnestici. Uno studio RM mirato sulla regione delle rocche petrose con sequenze di acquisizione volumetriche, se clinicamente utile, potrebbe consentire una migliore definizione dei reperti descritti, anche al fine di escludere con sicurezza un eventuale conflitto neuro-vascolare.
Il sistema ventricolare è normale per dimensioni con linea mediana in asse; ben rappresentati gli spazi liquorali periencefalici.

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Giorelli

20% attività
8% attualità
0% socialità
TRANI (BT)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2011
Gentile utente, purtroppo l' analisi di un referto è sempre opinabile. Uno specialista deve infatti sempre "leggere" personalmente le lastre. Sulla base della storia clinica (fenomeno di Reynaud) e del quadro di sofferenza multifocale della sostanza bianca è possibile pensare ad una malattia reumatica (la sieronegatività non è indicativa di nulla, bisognerebbe comunque vedere quali esami ha effettuato) con coinvolgimento del SNC. Le consiglio di consultare uno specialista neurologo
Dr. Maurizio Giorelli
Neurologo- Parkinson e malattie Neurodegenerative