Utente 876XXX
Da circa 1 anno ho cominciato ad avvertire un leggero tremore alle mani sia a riposo che quando verso l'acqua. Inoltre mi sento le gambe pesanti, perdo l'equilibrio , a volte è come se stessi su una nave, ho mioclonie e fascicolazioni.
Sono andata da un neurologo che mi ha fatto tiagnosi di morbo di Parkinson iniziale , Mi ha prescritto una TAC :: sistema ventricolare nei limiti morfo-volumetrici. piccoli esiti ischemici periventricolari. Strutture della linea mediana in asse. Poi ha prescitto una SPETDATSCAN :
Si apprezza tuttavia lieve asimmetria nei Putamen per minore attività a sinistra. CONCLUSIONI
Il quadro scintigrafico in atto non depone per chiaro deficit funzionale del sistema dopaminergico. Tuttavia alla luce del reperto evidenziato, che si pone ai limiti della significatività diagnostica ma ben correlata con la sintomatologia riferita, si consiglia rivalutazione a distanza

Sono andata da un altro neurologo che invece ha escluso il Parkinson , Mi è sembrato orientato verso un'altra malattia ma prima di pronunciarsi vuole vedere RM . ha detto che la spet datscan è un esame inutile e mi ha richiesto una Rm del cervello e tronchi encefalici con m.d.c. che ho ritirato ora :
Esame esguito con apparecchiature ad alto campo.
Indagine eseguita in tecnica SE e FAST-SE
Ponderazioni in T1 E T2 assiali, sagittali,e coronali
L’ esame è stato completato con m.d.c. paramagnetico
IV ventricolo eumorfico e in sede.
Sistema ventricolare sopratentoriale ai limiti superiori di norma
Minimo ampliamento su base atrofica degli spazi liqurali periencefalici della base e della volta
A carico della sostanza bianca adiacente la cella media del ventricolo laterale destra alcune minute areole iperintense nelle sequenze a lungo TR , la maggiore delle quali di 2-3 mm compatibili con micro focolai gliotici parenchimali su base vascolare .
Uno –due puntiformi analoghi reperti contro lateralmente e uno frontale sinistra al vertice subito al di sotto della giunzione cortico-sottocorticale.
Sfumata iperintensità FLAIR della sostanza bianca periventricolare posteriore come iniziale appena apprezzabile leucaraiosi su base ipossico-cronica
Non evidenza di aree di alterato segnale a carico del ronco encefalico e del cervelletto.
Normale aspetto del corpo calloso.
Meglio dopo m.d.c. e.v. è apprezzabile qualche piccola cisti dei plessi coriotidei nei corni posteriori dei ventricoli laterali di entrambi i lati, prevalentemente a destra ove la maggiore presenta un DT max di circa 8 mm
R.A.: perdita della fisiologica lordosi cervicale con iniziale tendenza all ‘ inversione avente fulcro in C3-C4 almeno nelle condizioni di scarico funzionale in cui viene eseguita l’esame .
Ipetrofia muco nasale dei turbinati nasali di destra . Tessuto iperintenso in T2W a genesi flogistica occupa qualche cella mastoidea di destra
Vorrei il vostro parere cosa ho? Sclerosi ?Sla? demenza vascolare? Grazie sempre per la vostra disponibilità

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,

se due colleghi che l'hanno visitata hanno avuto due orientamenti diversi capisce bene che noi, a distanza, non possiamo certamente stabilire la natura del Suo problema.

Detto questo, una precisazione va fatta, personalmente non ritengo che la Spect Datscan sia un esame inutile, spesso è dirimente quando la clinica è dubbia, pertanto una lieve asimmetria, anche se non significativa, potrebbe essere indicativa per il futuro.
RM encefalica, emerge un chiaro quadro di vasculopatia cerebrale cronica su base anossica (deficit di ossigenazione) che deve essere curata se ancora non assume nulla in tal senso.
A cosa invece possa essere dovuta la sintomatologia descritta non è possibile saperlo da questa postazione, anche perché non sappiamo cosa è stato riscontrato alla visita neurologica.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro

[#2] dopo  
Utente 876XXX

Buon Giorno
sono tornata dal secondo neurologo che mi aveva prescritto RM e ha ribadito che non ho nulla e non devo fare nulla
Sono andata da un geriatra , mi ha prescritto cardioaspirina 1 a pranzo brainil 1 la mattina Pasaden gocce e ciplalex gocce la sera Lui sostiene che i miei disturbi siano di origine ansiosa e ho i muscoli molto contratti , con questa cura dovrei stare meglio. Anche se secondo lui tra 1 anno dovrei ripetere datscan
Ma il deficit di dopamina nel putamen può essere dovuta all'età? I geriatra ha dubbi in proposito. Secondo lei può essere dovuto all'età o ha ragione il primo neurologo che ha sospettato un inizio di parkinson? La settimana prossima andrò a visita da questo neurologo che ancora non ha visto nè il datscan , nè RM . Quindi non so cosa possa dire.Poi le volevo chiedere se oltre alla cardioaspirina e il vessel che prendo da 2 mesi ci siano altri farmaci per ossiggenare meglio il cervello e migliorare la circolazione celebrale . Il cinazyn che prende una mia amica me l'hanno proibito perchè porta il Parkinson . Io ho principalmente difficoltà alle gambe che sento pesanti con difficoltà a camminare e salire le scale . Volevo un suo ulteriore parere . Grazie infinite per sua disponibilità

[#3] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

difficilmente l'esito della Spect DatScan può essere correlato solo con l'età, soprattutto se il deficit è unilaterale.
Dire adesso se è indicativo per Parkinson è impossibile senza la visita diretta che possa correlare l'esito dell'esame con la sintomatologia ed i segni riscontrati durante la visita.
La terapia farmacologica vascolare che sta praticando è sufficiente.
Assolutamente condivisibile ripetere la DatScan per monitorare il quadro e vedere eventuali variazioni di captazione.
Vediamo cosa Le dirà il neurologo che consulterà la prossima settimana, se vuole può farcelo sapere.

Buon fine settimana
Dr. Antonio Ferraloro

[#4] dopo  
Utente 876XXX

La ringrazio tantissimo della sua celere risposta . La terrò informata per altri eventuali consigli

[#5] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Di nulla.

Buona serata
Dr. Antonio Ferraloro

[#6] dopo  
Utente 876XXX

Buona sera
sono andata da un altro neurologo che vedendo TAC, DAT_SCAN e RM con m.d.c. la sua diagnosi è stata di encefalopatia vascolare e mi ha prescritto lo screening coagulativo . Questi esami sono risultati nella norma (
tempo di protrombina 12- attività protrombinica 107 -
I . N. R. 1,04--- Fibrinogeno 326 --omocisteina 8,8 proteina C 111,00 ) --tranne PROTEINA S che è risultata molto bassa : 42 -v.n. 60-140. Al laboratorio è sembrato strano e mi hanno telefonato per rifare l'esame con altro prelievo , ma il risultato è stato sempre uguale. Considerando che prendo VESSEL E CARDIOASPIRINA che non avevo preso solo la mattina dell'esame . Il medico curante è rimasto perplesso e mi ha parlato di una malattia genetica . Questo potrebbe essere visto che mia madre ha avuto una demenza vascolare con piccoli esiti ischemici e cosi 2 sue sorelle e un fratello . Lei cosa ne pensa ? Tra 15 giorni devo fare vedere gli esami al neurologo che mi li ha prescritti ma
Vorrei il suo parere
Ci sono altri esami da fare? altre cure?
Di cosa si tratta ?
Grazie e cordiali saluti

[#7] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

la Proteina S bassa può essere causata da fattori acquisiti o congeniti, tra i primi per frequenza Le ricordo la gravidanza e l'assunzione di estroprogestinici (non è il Suo caso) nonché malattie epatiche come le epatiti, in tal senso Le conviene approfondire tale condizione, ne parli col medico curante.
Non rari sono pure i fattori congeniti e a questo proposito dovrebbe approfondire il problema rivolgendosi ad un buon reparto di ematologia.
Consigliato inoltre il dosaggio della proteina S anche nei collaterali ed eventuali figli.

Cordialmente
Dr. Antonio Ferraloro

[#8] dopo  
Utente 876XXX

La ringrazio tantissimo della sua celere risposta
Aggiungo che non ho problemi epatici (fatto tante volte ecografia ed esami )
Non ho capito che questo valore della PROTEINA S basso può essere la causa della ENCEFALOPATIA VASCOLARE e della Demenza vascolare che ha avuto mia madre e i miei zii . Nella prima TAC sono delle piccole ischemie. Mia madre ha anche sofferto di trombosi alle gambe e flebite
Quali altri cause porta questo valore basso?
Perchè mi dice di rivolgermi ad un ematologo? A me li ha prescritti il neurologo . E' una malattia ematologica?
Ho le idee confuse
Grazie delle ulteriori spiegazioni che mi vorrà dare
Grazie ancora e cordiali saluti

[#9] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile Signora,

le condizioni cerebrovascolari della Mamma e degli zii sono compatibili con la condizione di Preteina S bassa il cui rischio maggiore è la tendenza alla coagulazione, ciò tendenza del sangue a formare piccoli coaguli, ovviamente riguardo i Suoi parenti è solo un'ipotesi a distanza, le lesioni potrebbero essere causate anche da piccoli trombi indipendenti dalla riduzione della proteina in questione.
Le ho parlato di ematologia solo perché è un reparto dove vengono praticate molte analisi genetiche ma può rivolgersi a qualunque struttura in grado di effettuarle.

Cordialità
Dr. Antonio Ferraloro

[#10] dopo  
Utente 876XXX

Buon giorno
ancora grazie per la sua spiegazione