Utente 160XXX
Inizio aprile dopo essere tornata da una crociera nei caraibi, ho avuto alcuni sintomi influenzali (naso chiuso, leggerissima febbre, mal di testa) e mi è comparso un rigonfiamento giallognolo nell’occhio destro e l'occhio si è tutto arrossato (Mi pare di ricordare che quando ero in Costa Rica qualcosa mi era finito nell’occhio). La mattina avevo le palpebre incollate con una secrezione giallo/bianca. Non avverto nessun dolore o fastidio nel occhio a parte forse quando c'e vento che mi pare più sensibile del normale. Trovandomi in Olanda, non in Italia, poiché mio marito sta lavorando la qualche mese a un progetto, mi sono recata al pronto soccorso locale e dopo un po’ di insistenza (non mi volevano visitare inizialmente) mi hanno mandato dal oculista del pronto soccorso. L'oculista mi ha guardato l'occhio con la macchina apposta e mi ha detto che era un’infezione batterica o virale (non era sicura quale delle due) e mi ha prescritto Acular 3 volte al giorno.
Quando ho finito Acular dopo le 4 settimane che mi aveva detto di usarlo il rigonfiamento era ancora presente e l'arrossamento ancora leggermente visibile cosi sono andata di nuovo l'altra settimana al pronto soccorso. Non mi hanno voluto guardare perché non era grave (cosi dicevano senza manco avvicinarsi a guardare) cosi sono andata in un altro ospedale dove sempre dopo un po’ di insistenza mi hanno fatto visitare da un altro oculista. Questo mi ha guardato l'occhio e mi ha detto che il rigonfiamento è una sacca di grasso che a volte capita che si può gonfiare e che dovrebbe andare via da sola ma che potrebbe anche richiedere un intervento per rimuoverla. Inoltre, anche se c'era ancora un po’ di rossore mi ha detto che non c'era infezione e che non dovevo più prendere Acular.
Qualche giorno dopo avevo l'occhio più rosso e un po’ di secrezione gialla.
Inoltre ora il rigonfiamento che è situato nel bianco dell’occhio a ridosso della parte colorata sembra si stia espandendo sulla parte colorata dove vedo un leggero biancore e piccolo rigonfiamento adiacente all'altro nel bianco.
Cosa mi consiglia di fare? devo insistere di nuovo per vedere l'oculista? Purtroppo non mi è possibile rientrare in Italia per ancora qualche mese e avevo già programmato e prenotato una vacanza alle Hawaii per il 12 giugno quando mio marito finisce. Può il sole e il mare peggiorare la situazione?

[#1] dopo  
Dr. Diego Micochero

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
MILANO (MI)
CORTINA D'AMPEZZO (BL)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2006
Con tutta probabilità si tratta di una pinguecola, un accumulo di tessuto adiposo che rende l'occhio più sensibile gli agenti esterni.
L'esposizione a luce intensa e vento non sarebbero indicate, in ogni caso l'uso di un buon paio di lenti da sole è indicato.
Sarebbe molto megio inoltre farsi seguire sempre dallo stesso spcialsita per avere il monitoraggio esatto dela situazione.
Nel caso gli occhi i infiammino durante la vacanza, si facci visitare immediatamente.
Cordialmente
DOTT.DIEGO MICOCHERO
DOTTORE DI RICERCA e già PROFESSORE a c.dell' UNIVERSITA' di PADOVA
Corso del Popolo, 21 PADOVA
340 5240373-338 8718992

[#2] dopo  
Utente 160XXX

La ringrazio moltissimo per la sua risposta.

Alcuni chiarimenti per favore: Questa pinguecola rimarrà sempre nell’occhio o piano piano sparirà?
Al momento il rossore è quasi scomparso senza che prendessi nessun collirio ma ho ancora la pinguecola visibile.
Se non sparisse e volessi eliminarla per una motivo estetico è possibile? Che decorso avrebbe l’operazione?
Meglio farla in inverno quando sarò esposta meno al sole?
Avrò sempre questo problema d’irritazione dell’occhio con il vento e il sole da ora in avanti?
Se si, che altre precauzioni o colliri dovrei usare a parte gli occhiali da sole? Io e mio marito amiamo il sole e il mare e ci passiamo il più tempo possibile lavoro permettendo.

La ringrazio ancora per il suo aiuto

[#3] dopo  
Dr. Diego Micochero

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
MILANO (MI)
CORTINA D'AMPEZZO (BL)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2006
Se è una piguecola resterà, e l'asportazione chirurgica rende l'occhio molto sensibile a tutti gli insulti esterni per moltissimo tempo, quindi nella maggior parte delle volte è sconsigliabile asportarla.
Meglio abituarsi a " difendere " l'occhio con buoni occhiali da sole e colliri umettanti.
Cordialmente
DOTT.DIEGO MICOCHERO
DOTTORE DI RICERCA e già PROFESSORE a c.dell' UNIVERSITA' di PADOVA
Corso del Popolo, 21 PADOVA
340 5240373-338 8718992

[#4] dopo  
Utente 160XXX

La ringrazio moltissimo per la sua disponibilita e il suo aiuto.
Eventualmente contattero il suo studio per una visita quando rientrero in italia fra un paio di mesi.
Distinti saluti