Utente 177XXX
Salve,
sono un ragazzo di 32 anni affetto da artrite reumatoide.
Faccio costantemente visite oculistiche per controllare il fondo dell'occhio vista la terapia con sali d'oro che faccio sin da tenera età.
A parte una miopia di quattro diottrie tutto il resto è nella norma.
Sin da piccolo mi è stato detto che ho il cristallino leggermente opaco, una lieve "cataratta" trascurabile.
Ho consultato moltissimi oculisti e tutti mi hanno detto che la situazione clinica è molto buona e che il cristallino opaco potrebbe essere congenito.
Da poco ho consultato un nuovo oculista perché mi sono trasferito e questo durante la prima visita non si è accorto del cristallino opaco.
Durante la visita fatta l'anno successivo se ne è accorto e mi ha detto che l'opacizzazione del cristallino poteva essere la conseguenza di una cura di cortisone fatta all'età di 4 anni (non ho poi mai più preso cortisone in vita mia) e mi ha detto di tenerlo controllato ogni anno mediante le visite che io faccio solitamente per evitare che il problema progredisca(sostenendo che la lieve opacizzazione del mio cristallino è trascurabile).
Ho questo problema sin da piccolissimo ed è sempre rimasto stabile, devo preoccuparmi di una sua eventuale evoluzione?
Tutti gli oculisti che ho consultato, pubblici e privati, mi hanno tranquillizzato sul fatto che la mia forma di artrite non da problemi al fondo dell'occhio, che i sali d'oro al bassissimo dosaggio da me utilizzato non da alcun problema (visto che li utilizzo da oramai vent'anni) e che i farmaci che possono dare maggiori problemi non sono nella mia terapia.
La mia malattia è in fase di remissione da oramai 6 anni.
Io continuo a fare con costanza ogni anno/anno e mezzo la mia visita oculistica, sto adottando le strategie corrette?
Vorrei sapere anche la vostra opinione sul mio cristallino opaco.
Vi ringrazio per la vostra cordiale risposta,
Sinceramente,
Marco.

[#1] dopo  
Dr. Enrico Rotondo

40% attività
0% attualità
16% socialità
CATANZARO (CZ)
LECCE (LE)
NARDO' (LE)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Buonasera, da quello che scrive non sembrerebbero essercici problemi particolari, è probabilmente una opacità congenita non evolutiva, continui a fare i controlli programmati e si tranquillizzi.

cordialmente
Dr. Enrico Rotondo
Policlinico Universitario "Magna Graecia" di Catanzaro
www.medicitalia.it/enricorotondo