Utente 228XXX
Salve,
circa dua anni fa, dopo un piccolo incidente(mia figlia casualmente mi mise un dito nell’occhio), mi è stato diagnosticato un graffio alla cornea dell'occhio sx.
Fatto la cura prescritta dal pronto soccorso ( Xanternet gel per una settimana e occhio bendato) da allora è iniziato il mio calvario.
Periodicamente mi si ripresenta il fastidio di un corpo estraneo nell'occhio. All'inizio era molto fastidioso e doloroso. Oggi un po meno, ma quando si presenta, non riesco a chiudere e ad aprire la palpebra, l'unica soluzione è chiudere gli occhi e aspettare il tempo sufficiente affinchè mi passi (all'inizio potevano passare anche ore, oggi aiutandomi con un farmaco omeopatico anitinfiammatorio, "Arnica montana", il tempo d'attesa per ristabilire le funzionalità dell'occhio arrivano ad un massimo di mezz'ora).
Quando si manifesta il fastidio, l'occhio diventa molto rosso ed ha una forte lacrimazione.
Premetto che sono stato da vari oculisti, tutti mi hanno confermato che l'occhio è guarito dall'incidente e che non presenta nessun corpo estraneo.
Il primo oculista mi ha riscontrato la pressione alta e congiuntivite allergica.
Mi ha prescritto gocce per la pressione (Duotrav) e colliri per la congiuntivite. Ho seguito la sua cura per circa un anno ma i sintomi non sono mai scomparsi. Così ho deciso di cambiare oculista per sentire un altro parere.
L’altro oculista, il primo che mi ha fatto una visita molto accurata, oltre a farmi i soliti controlli di routine, mi ha controllato anche l'interno della palpebra, e poi con uno strumento anche se c'era la presenza di un glaucoma, ma niente di niente, tutto negativo.
Inoltre secondo lui la pressione era buona (i valori riscontrati un po alti erano dovuti, come diceva lui, allo spessore del mio occhio o una cosa del genere), e che non avevo nessuna forma di congiuntivite. Quindi, in conclusione, non avevo bisogno di nessun collirio, perchè quando si presenta il fastidio l'occhio ha una forte lacrimazione.
Infatti mi sembrava strano visto e considerato che essendo diabetico faccio una visita oculistica tutti gli anni e non ho mai avuto problemi agli occhi, specialmente di pressione.
Comunque secondo lui il fastidio era dovuto a qualche ciglia che mi graffia leggermente l’occhio, perchè le ho molto lunghe.
Una cosa che ho notato ultimamente è che il fastidio si presenta quasi sempre al mattino al risveglio.
In conclusione, ho paura di strofinarmi l’occhio perchè altrimenti vado a scatenare il fastidio, e spero sempre che non mi capiti quando sono fuori casa o quando sono alla guida perchè diventa un problema serio per la vista.
Secondo voi a questo punto riuscirò mai a guarire da questo problema, ma sopratutto qual è il mio problema?

[#1] dopo  
Dr. Carlo Orione

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
ritengo che lei soffra di EROSIONE EPITELIALE RICORRENTE, dovuta ad una imperfetta riepitelizzazione corneale dopo l'incidente.
Ci sono varie possibilità di cura e di trattamenti per guarire.
A volte bisogna addirittura ricorrere al laser (PTK), ma poi il problema si risolve.

Cordiali saluti
Carlo Orione, MD
carlo.orione@orioneye.com
www.orioneye.com

[#2] dopo  
Utente 228XXX

Grazie mille per la sua risposta.
A questo punto lei cosa mi consiglia di fare?

[#3] dopo  
Dr. Carlo Orione

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Affidarsi alle cure di un bravo oculista.

Cordialmente
Carlo Orione, MD
carlo.orione@orioneye.com
www.orioneye.com

[#4] dopo  
Utente 228XXX

Ho finalmente trovato un oculista che mi ha diagnosticato esattamente un'erosione epiteliale ricorrente. Dopo aver effettuato varie cure, però, ancora oggi, non sono riuscito a risolvere il mio problema. Per prima cosa il dottore mi aveva prescritto una serie di colliri che non hanno avuto effetto. Dopo di che, visto il peggiorare della situazione, siamo passati con l'applicazione per 15 giorni di una lente a contatto curativa. Ma anche questo tentativo è risultato inefficace. A questo punto il dottore aveva optato per un intervento chirurgico, per pulire tutta la superficie oculare in modo da rimuovere l'interno epitelio. Prima di questo però ha voluto fare un ultimo tentativo con un cura di 15 giorni a base di aminoacidi, AMINOFTAL mattina e sera, + l'applicazione del collirio TIROCULAR per tre volte al giorno. Visto lo stato in cui versavo ero molto amareggiato. La nuova cura però aveva avuto i suoi frutti ed iniziavo a stare meglio. Dopo 15 giorni di cura, senza nessun problema, l'oculista mi avevo detto che ero guarito e quindi avevo sospeso la cura applicando solamente di tanto in tanto il collirio. Però nemmeno una settimana dopo, i problemi sono iniziati di nuovo con i soliti fastidi. A questo punto non sapevo più cosa fare, e l'operazione non mi convinceva, visto e considerato che nessuno mi aveva assicurato un intera guarigione con l'intervento chirurgico, e da una ricerca fatta in rete, persone che hanno lo stesso problema, non hanno risolto nulla con l'intervento chirurgico. Non mi restava altro che riprendere la cura che stavo facendo, in più sostituendo il collirio che usavo con TRIUM e CATIONORM, consigliatomi da un altro oculista. Ad oggi sono più di tre mesi che faccio questa cura (AMINOFTAL mattina e sera, l'applicazione di tre volte al giorno di dei colliri TRIUM E CATIONORM, all'inizio li usavo entrambi, adesso per motivi economici uso o l'uno o l'altro, in questo momento uso CATIONORM). I fastidi mi vengono sistematicamente solitamente dopo un mese, ma sono sempre + lievi. L'ultimo fastidio mi è venuto ieri a distanza di un mese e mezzo, soltanto con la presenza di bruciore all'occhio per l'intera giornata. Purtroppo le mie condizioni economiche non mi permettono più di continuare a trovare un oculista in grado di risolvermi il problema almeno per il momento. Potete darmi un consiglio su come comportarmi con la cura che sto facendo? Vi ringrazio per il vostro aiuto

[#5] dopo  
Utente 228XXX

Ah, dimenticavo che oltre ai medicinali descritti, di notte prima di coricarmi applico Recurgel.

Grazie saluti

[#6] dopo  
Dr. Carlo Orione

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
NIZZA MONFERRATO (AT)
GENOVA (GE)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Personalmente le avrei già fatto una PTK con il laser ad eccimeri.

Cordialmente
Carlo Orione, MD
carlo.orione@orioneye.com
www.orioneye.com