Etacortilen in glaucoma

salve,sono in cura da anni per glaucoma con timoptol 0,25 e da alcuni anni con azarga. per fortuna senza alcun danno da campo visivo.
da circa dieci mesi sono senza gocce in quanto da un esame dalla pachimetria e' risultata molto spessa (sui 600 per occhio) e il mio oculista sta appunto pensando che forse potrei non aver mai avuto il glaucoma.
da un paio di mesi ho un disturbo all'occhio che non ha un riscontro patologico e cosi per provare ad alleviare il mio dolore il mio oculista mi ha prescritto etacortilen gel per 15 giorni mattino e sera e altri 15 solo mattina.
mi ha spiegato che essendo un cortisonico puo alterare la pressione, ma al tempo stesso mi ha detto le seguenti parole:
anche se si alzasse la pressione, non se ne preoccupi in quanto alla sospensione del collirio tutto torna come prima.

La mia domanda e'questa:
rischio qualcosa con questa cura?
tenendo conto che attualmente non prendo farmaci per la pressione oculare sara' meglio che mi faccia misurare la tonometria?
scusatemi, ma un parere in piu non fa mai male...
grazie mille
[#1]
Dr. Carlo Orione Oculista 6k 116 75
Gentile concittadina,
le consiglio un controllo della PIO dopo i primi 7 giorni di somministrazione del collirio cortisonico per essere sicura di non essere una "responder" ai colliri cortisonici.
Proprio oggi ho visitato un paziente che ho operato ieri di cataratta in entrambi gli occhi e la PIO era salita a 43 mm. Hg. DOPO SOLO 24 ore di installazione di un collirio cortisonico (più forte dell'etacortilen, ma pur sempre un corticosteroide).
Il paziente soffriva di glaucoma, ma lo avevo trattato con l LASER SLT 2 mesi fa e la pressione era scesa a 13 senza terapia.
Se ci si accorge subito di essere responder, basta sospendere il collirio e la PIO scende, se invece lo si assume a lungo, può instaurarsi un glaucoma.
Vi sono alcuni pazienti che non tollerano il cortisone.

Cordiali saluti

Carlo Orione, MD
carlo.orione@orioneye.com
www.orioneye.com

[#2]
dopo
Attivo dal 2012 al 2012
Ex utente
intanto grazie mille per la sua celere e cortese risposta.
il mio oculista non si trova nella mia citta, sono fuori per lavoro per alcuni giorni e quindi non saprei come fare a farmi misurare il tono, pensa sia possibile rivolgermi ad un PS? o eventualmente se esiste la possibilita' di una tonometria presso un ottico.
Una cosa che non ho capito, secondo lei puo esser vero che non abbia mai avuto glaucoma dopo 13 anni che mi curo per questo? in passato non avevo mai fatto la pachimetria e quindi questo dato dello spessore e' da poco emerso.
se cosi fosse potrei davvero non aver mai avuto il glaucoma?
per la cura quindi posso farla, previo appunto una misurazione del tono giusto?

se fosse alterata, secondo lei, al massimo quanto dovrebbe essere alta per sospendere la cura?
la ringrazio per la sua pazienza e professionalita'
Un'ultima cosa visto che la sua gentilezza, secondo lei con un dubbio di glaucoma, e' possibile al giorno d'oggi valutare un eventuale intervento per la correzione laser di miopia e astigmatismo? finora ovviamente per via di un glaucoma "sicuro", questa idea non era mai stata valutata, ma in questi ultimi mesi, le cose sembrano cambiate... secondo lei potrei fare un pensiero all'intervento o meglio oramai metterci una pietra sopra per precauzione? grazie ddavvero fin d'ora per i dubbi che sicuramente riuscira' a togliermi dalla testa.
[#3]
Dr. Carlo Orione Oculista 6k 116 75
Gentile Signora,
la misurazione del tono non è un intervento da Pronto Soccorso ed un ottico, che ha studiato come costruire un occhiale, non può e non sa misurare la pressione oculare.
Se vuole, in attesa che torni il suo oculista, le posso misurare il tono domani pomeriggio a Genova.

Una cosa che non ho capito, secondo lei puo esser vero che non abbia mai avuto glaucoma dopo 13 anni che mi curo per questo?
CERTO, ORMAI DA DIVERSI ANNI LA PIO OCULARE SI RAPPORTA ALLA PACHIMETRIA CORNEALE
se cosi fosse potrei davvero non aver mai avuto il glaucoma?
SI
per la cura quindi posso farla, previo appunto una misurazione del tono giusto?
SI
se fosse alterata, secondo lei, al massimo quanto dovrebbe essere alta per sospendere la cura?
SE HA 600 DI PACHIMETRIA IL TONO MISURATO CON TONOMETRO A CONTATTO AD APPLANAZIONE NON DEVE SUPERARE I 22/23 mm. Hg. (anche se ogni occhio ha una sopportazione della PIO oculare differente, infatti è poi l'esame del Campo visivo che ci dice se la PIO è sopportata o meno dall'occhio di quel paziente).
Un'ultima cosa visto che la sua gentilezza, secondo lei con un dubbio di glaucoma, e' possibile al giorno d'oggi valutare un eventuale intervento per la correzione laser di miopia e astigmatismo?
CON LE TECNICHE ATTUALI I DUBBI NON SI HANNO Più
finora ovviamente per via di un glaucoma "sicuro", questa idea non era mai stata valutata, ma in questi ultimi mesi, le cose sembrano cambiate... secondo lei potrei fare un pensiero all'intervento o meglio oramai metterci una pietra sopra per precauzione?
O HA IL GLAUCOMA O NON CE L'HA, NON ESISTE UNA VIA DI MEZZO

Cordialmente

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio