Il laser per curare l' ambliopia e stabismo

A seguito di visita oculiastica in cui mi è stata diagnosticata un' esoforia all'occhio destro ed è stato riscontrato un pregresso intervento per strabismo allo stesso occhio all'età di 3 anni,mi è stato proposto di sottopormi ad un'intervento con laser ad eccimeri PRK, al fine di eliminare il difetto dell'"occhio prigo" ed andando a recuperare quella mancata acutezza visiva causata dai difetti ormai evidenti al medico.
Nel mese di aprile, indotto dall'ottimismo del parere professionale del medico, ho accettato di sottopormi all'intervento presso una struttura dell'hinterland milanese in cui opera il medico.
Oggi, a distanza di sei mesi dall'operazione, e a seguito delle frequenti visite di controllo post-operatorie accompagnate da un uso costante di svariati colliri, mi è stato riferito dal medico che è naturale che l'occhio operato sia rimasto "pigro", e che pertanto,seppur curato nel suo difetto refrattivo, continuerà ad essere un occhio inutilizzato e con scarsa acutezza visiva (porto ancora gli occhiali per vedere come prima dell'intervento). Vi chiedo cortesemente se esiste una soluzione alternativa al problema dell'esoforia/ambliopia/strabismo, evidentemente non curabili con il Laser?
[#1]
Attivo dal 2007 al 2010
Oculista
Carissimo,
lei avrà capito male,l'Oculista le avrà sicuramente proposto di eliminare il deficit refrattivo con la chirurgia refrattiva appunto e NON CERTAMENTE L'ESOFORIA,COSA ASSOLUTAMENTE INIMMAGINABILE!!!!!
Un caro dsaluto

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio