Consulto sintomi

Gentili dottori buongiorno. Premetto che sono un tipo fortemente ansioso e ipocondriaco. Per quanto riguarda la salute degli occhi porto gli occhiali per miopia bilaterale e ho sempre "sofferto" di miodesopsie "leggere". L'altro ieri, giocando a pallone, ho subito una forte pallonata all'occhio destro (quello che vede di meno). Il problema immediato è stata la perdita della vista: davanti a me vedevo bianco, ombre e riuscivo a distinguere solo le luci dei lampioni o il flash del telefonino. In ospedale ho perso tempo: dopo ore di attesa mi hanno detto che l'oculista non c'era e dovevo aspettare 24 ore. Preso dal panico sono andato via. La visita in guardia medica del giorno dopo- abbastanza rapida e approssimativa secondo me- ha detto che era un forte trauma e tutto sarebbe rientrato nel tempo, al massimo potevo metterci un collirio. Premetto che, appena svegliatomi, metà del sangue che ricopriva la pupilla non c'era più e che avevo ripreso a vedere seppur un po' annebbiato. A stamattina la situazione è questa:

-recupero abbastanza totale della visione senza lampi luminosi, annebbiamenti ecc. Sento solo la vista un po' affaticata
-dolore sopportabile, ma costante se muovo l'occhio
-distinguo perfettamente i colori ma dall'occhio colpito sono meno chiari rispetto all'altro
-resta una piccola parte di sangue nella pupilla e c'è un leggero gonfiore post-traumatico intorno all'occhio
-aloni intorno alle luci che percepisco solo se chiudo l'occhio "sano", altrimenti tutto mi sembra regolare

Visto che tutto lo noto solo chiudendo l'occhio sinistro, chissà che questi fastidi non c'erano già prima e non me ne sono mai accorto :) Il panino è totale, ho letto su internet roba che va dalla sclerosi multipla alle peggiori malattie, ma il medico di base mi ha ribadito, per fare un esempio, che la neurite ottica è un sintomo di sclerosi multipla, non una malattia eventualmente da trauma che sfocia in SM. Volevo chiedervi un parere, sono in attacco di panico e già mi vedo sulla sedia a rotelle.Chiedo infine se è comunque curabile o migliorabile la situazione a prescindere da cosa sia. Da ignorante penso che se avessi dovuto perdere la vista e diventare cieco da un occhio non avrei avuto questi sensibili miglioramenti sulla vista. grazie
[#1]
Dr. Ferdinando Munno Oculista 2,6k 156
salve,
ovviamente la sua situazione dopo un trauma merita molto di più di un consulto telematico per quanto sia effettuato da noi specialisti e sicuramente di più di dr.google.
si faccia controllare quanto prima da uno specialista poichè nelle miopie un trauma potrebbe generare una rottura di retina e un conseguente distacco.
faccia una visita con fondo oculare.

Dr. Ferdinando Munno - Medico Chirurgo
Specialista in Oftalmologia
www.studiocarbonemunno.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Anzitutto grazie. La vista va meglio, persiste il dolore oculare, leggero gonfiore, fastidio alla luce e aloni. Se la sua tesi fosse esatta c'è un rimedio e cosa potrebbe comportar?
[#3]
dopo
Utente
Utente
Caro dottore ci tenevo ad aggiornarla. Fatta visita oculistica che ha escluso coinvolgimento di retina. Secondo il dottore mi è andata bene e non c'è nessun problema serio. Sostiene che l'urto, questa visione più sbiadita dei colori e gli aloni intorno alla luce siano frutto del trauma associato al peggioramento della miopia e al sangue ancora presente nell'occhio. Non reputa necessari ulteriori indagini a prescindere dalla durata dei sintomi. Concorda su tutto? Grazie

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test