Utente 264XXX
salve,
circa 2 settimane fa sono andato dal dentista per un dolore lancinante al terzo molare dell'arcata inferiore il quale e quasi scomparso dal buco creatosi. l'otturazione precedente si stacco tempo fa ma io non sentendo dolore non mi preoccupai. comunque andato dal dentista quest'ultimo mi ha pulito il dente da il pus e pulito i canali, ho chiaramente fatto 10gg di antibiotico da lui prescritto e il dolore e passato. Tornando 4 giorni fa il dottore mi ha pulito ancora i canali (perche il dente era rimasto aperto e mangiavo mettendoci cotone all'interno) e mi ha chiuso il dente provvisoriamente con una pasta di idrossido di calcio dicendo che, la prossima volta chiudera i canali e la volta successiva con un piccolo perno andrà a otturarmi definitivamente il dente. Il problemna e che dopo 4 giorni ho un forte dolore al dente e un gonfiore sotto la mascella in prossimita del dente, gonfiore seguito da dolore, faccio fatica a deglutire e mangiare. Tutto questo e normale???, sto provando a contattare il mio dentista che e in ferie. speriamo di riuscirci. volevo solo sapere se il procedimento del mio dentista e corretto e se il dolore e normale e ultima cosa quanto mi verrà approssimativamente il prezzo?. Attendo risposta ringraziandovi per il vostro servizio, disponibilità e professionalità.

[#1] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
4% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Gentile Paziente,

se il terzo molare (dente del giudizio) è nella situazione che lei descrive, ritengo sia preferibile pensare ad una sua estrazione piuttosto che accanirsi per un recupero che non le comporterà significativi vantaggi in termini funzionali (masticazione).

Il dolore e il gonfiore non sono normali, le suggerisco di rivolgersi ad un altro dentista se il suo non è reperibile ed al quale dovrà chiedere delucidazioni sul costo della parcella.

In bocca al lupo.
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#2] dopo  
Dr. Rocco Vita

28% attività
0% attualità
16% socialità
SAN GIORGIO A CREMANO (NA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Esattamente come dice il Dr. De Carli vada subito da un dentista - visto che il suo è in ferie - e faccia riesaminare per bene la situazione. Coraggio!
Dr. Vita Rocco
www.italiamed2@gmail.com

[#3] dopo  
Utente 264XXX

salve,
grazie per le celeri risposte. Comunque mea culpa il dente èil secondo molare presumo non e il dente del giudizio. ho rintracciato il mio dentista e mi ha subito detto di andare a comprare un'antibiotico, augmentin se non erro. Domattina ha detto che torna nello studio per verificare la situazione. Una cosa non torna ma come e possibile che il dente e stato scoperto per circa due settimane soltanto mettendo cotone per evitare l'accesso di cibo e non ho avuto nessun tipo di problema anzi anche dopo la copertura dell'antibiotico stavo benissimo, nessun gonfiore o dolore al dente o sensibilità particolari. Appena mi ha provvisoriamente otturato il dente con idrossido di calcio la notte stessa il dolore e gonfiore si ripresenta(quindi infiammazione). l'otturazione provvisoria non doveva essere da protezione ? i canali li ha puliti per ben due volte, il dente era oramai morto ed in effetti dopo la prima pulizia canalare stavo bene e dopo la seconda secondo me se non avesse messo questo calcio sul dente sarei stato bene. non capisco. Grazie ancora e buona giornata.

[#4] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
4% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
E' buona norma, una volta completata la fase di detersione e sagomatura dei canali radicolari, eseguire subito l'otturazione tridimensionale dei canali e la chiusura del dente.

Lasciandolo aperto o soltanto con del cotone a protezione si verifica una nuova infezione dello spazio precedentemente preparato a causa della saliva cioè dei batteri.

La sintomatologia di adesso può essere dovuta proprio a questo o anche all'idrossido di calcio che potrebbe essere stato inserito troppo profondamente, oltre gli apici delle radici.

Imprescindibile, durante tutte le fasi della terapia canalare (devitalizzazione), è l'uso della diga di gomma che serve proprio ad isolare il dente dal resto della bocca e a prevenire l'insuccesso di tutto il trattamento.

Legga qui
http://studiodecarli.com/1/conservativa_379886.html
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#5] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
1)
Il dente NON DOVEVA essere lasciato aperto.

2)
L'idrossido di calcio, in se, non è responsabile del dolore.


Una terapia canalare di un dente infetto deve essere trattato in questo modo:

1)
Radiografie endorali preeliminari.
2)
Isolamento del campo con la diga di gomma.
Detersione dei canali e loro sterilizzazione con l'ausilio eventuale di disinfettanti.
3)
Medicazione provvisoria con idorossido di calcio.

In una seconda seduta deve essere eseguito:
4)
Riapertura, sempre con l'isolamento del campo con la diga di gomma.
5)
Ri-detersione dei canali e loro sterilizzazione.
6)
Otturazione dei canali radicolari e otturazione provvisoria.

In una terza seduta occorre ancora fare:
7)
Isolamento del campo con la diga di gomma.
8)
Ricostruzione del dente.

Successivamente, molto spesso, viene allestita una corona.

Alcuni dentisti cercano di chiudere la terapia canalare in una unica seduta anziché due.
Alcune volte potrebbero essere necessarie altre terapie sedute intermedie di idrossido di calcio.

Questi due link potrebbero esserle utili:
www.medicitalia.it/sergioformentelli/news/255/La-diga-di-gomma
www.medicitalia.it/sergioformentelli/news/546/Scegliere-un-buon-dentista-criteri-empirici-di-valutazione

www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#6] dopo  
Dr. Rocco Vita

28% attività
0% attualità
16% socialità
SAN GIORGIO A CREMANO (NA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Sono perfettamente d'accordo col dott. Formentelli.
Il dente non doveva essere lasciato aperto.
Adesso è necessario il ritrattamento dei canali eseguendo delle Rx endorali preliminari ed un rigoroso isolamento del campo attraverso l'utilizzo della diga di gomma.
Indi sterilizzazione, detersione, chiusura dei canali (anche con idrossido di calcio) e otturazione provvisoria del dente. Poi nuova seduta.
Coraggio...!
Dr. Vita Rocco
www.italiamed2@gmail.com

[#7] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
4% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Ovviamente sarebbe necessario sapere SE il materiale per l'otturazione intermedia non sia l'ossido di calcio il quale miscelato con soluzione fisiologica sterile, permette di ottenere un idrossido di calcio molto espansivo (anche oltre apice) con elevato potere idrossico che può dare anche la sintomatologia da lei descritta.

In ogni caso domani il suo dentista potrà chiarire il problema.
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#8] dopo  
Utente 264XXX

salve,
ringrazio per tutte le vostre risposte.
Stamattina sono andato dal mio dentista piuttosto irritato dall'accaduto e lui mi ha risposto che la prima volta che feci l'antibiotico chiaramente ha ucciso l'infezione nelle arterie sottostanti il dente ma non nei canali dove alcuni per non dire centinaia di batteri rimasti chiudendo il dente hanno rinfiammato la situazione. l'idrossido di calcio scendendo nei canali del dente a sollecitato quest'ultimo, Il mio dentista dice che essendo stato aperto il dente sfiatava e chiudendolo no quindi e per questo che mi ha fatto male, adesso essendo nella settimana di ferragosto e chiaramente gli studi sono tutti chiusi ha preferito riaprirmi il dente, farmi terminare l'antibiotico e poi ritornare tra una settimana e mezzo dove lui me lo ripulirà e vedremo il da farsi. Dice che capitano spesso queste situazioni e per questo che chiaramente non lo richiude subito. Evidentemente dice non e stato sufficiente l'antibiotico fatto e la pulitura effettuata. cmq dice che il dente e sano e si salverà' senza problemi perché la base e bianca, pulita e salda. Stamani togliendomi la otturazione provvisoria ho sentito subito una sensazione di benessere come se ci fosse stata pressione e abbiano tolto il tappo.. adesso grazie all'antibiotico anche la mascella si sta sgonfiando. Aspetterò di tornare dal mio medico e vedere il da farsi. Lui mi ha rassicurato anche perché ero piuttosto arrabbiato. Infine dice che non ce bisogno di radiografie e di avere fiducia. secondo voi cosa fara' adesso?, cosa mi devo aspettare? se fa la stessa procedura di prima che senso ha? Non vorrei rimanere altri 3 giorni senza poter dormire, mangiare e soffrire dato che devo lavorare molto in questo periodo. vi ringrazio anticipatamenete per le risposte.

[#9] dopo  
Dr. Paolo De Carli

28% attività
4% attualità
16% socialità
MAJANO (UD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Le abbiamo già risposto in maniera esaustiva, un dente NON va lasciato aperto, ci entra di tutto e diventa sempre più difficile arrivare ad una "sterilizzazione" quindi alla possibilità di salvare il dente.

E tutto questo va fatto SEMPRE sotto diga di gomma.
Dr. Paolo De Carli
Specialista in Odontostomatologia
www.studiodecarli.com

[#10] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
E sottolineo il SEMPRE del collega De Carli.
Non ha chiesto spiegazioni sul fatto che non sia stata usata, come impongono la totalità delle università mondiali?
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#11] dopo  
Dr. Rocco Vita

28% attività
0% attualità
16% socialità
SAN GIORGIO A CREMANO (NA)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2007
Anch'io sono perfettamente d'accordo sia con il Dr. De Carli che col Dr.Formentelli. Peraltro faccia utilizzare la diga di gomma!!
Saluti
Dr. Vita Rocco
www.italiamed2@gmail.com