Utente 259XXX
Buonasera, scrivo questo nuovo consulto attinente a una specialità diversa dai precedenti per chiarire un dubbio odontoiatrico. Cambiando casa mi sono trovato, per comodità, a cambiare dentista curante. Il mio nuovo odontoiatra, persona seria e preparata, non sembra aver gradito in maniera particolare il lavoro del vecchio specialista, in quanto mi ha visto alcune otturazioni bianche(uso questo termine in quanto è quello che lui ha usato con me). A suo parere, per un ragazzo giovane sono più opportune otturazioni "grigie"(scusate di nuovo ma non saprei come definirle), in quanto più durature. Sempre a suo avviso, dopo un certo periodo di tempo che dipende da molte variabili, un'otturazione bianca deve necessariamente essere sostituita, mentre il mio vecchio dentista aveva detto che, con un procedimento chiamato "conservativa", che lui mi ha fatto, sarei stato a posto con quelle otturazioni per sempre. Sono sorpreso da avere due pareri cosi diversi da due medici ambedue competenti, e vorrei sapere, a parere di qualche specialista, qual è a questo punto il parere più affidabile. Ci tengo a precisare che non si tratta assolutamente di un giudizio sul lavoro di specialisti competenti in materia ma semplicemente di un chiarimento. Ringrazio ancora gli specialisti che svolgono un servizio utilissimo su questo sito

[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Il termine " Per sempre" in odontoiatria non esiste.
Un lavoro fatto a regola d'arte con scienza e coscienza può durare anche molti anni.
Certo che le considerazioni del suo nuovo odontoiatra sull' uso di ricostruzioni grigie (verosimilmente amalgami d'argento ) e bianche ( verosimilmente compositi) riportano l'odontoiatria indietro di almeno quarant'anni, forse di più.
Le cose e' da diverse decine di anni che non stanno più in questi termini: un composito ben eseguito e' più estetico risparmia più tessuto dentario e dura come se non più di un amalgama ( sul quale qualcuno le dira', pende anche il dubbio legato all'utilizzo del mercurio nella lega ).
Un pregio che si deve riconoscere all' amalgama e' di tollerare molto il pressappochismo: con il tempo si ossida e gap e imprecisioni tendono ad auto-sigillarsi. Il composito richiede una precisa e puntuale operatività per esprimere al meglio le sue caratteristiche.
A ciascuno le sue preferenze ma la moderna (già da diverse decine di anni) odontoiatria conservativa, è quella che prevede l'utilizzo dei materiali compositi performanti come e più dell'amalgama più estetici e che richiedono preparazioni di cavità meno demolitive.
Cordialità
Dr. Enzo Di Iorio
Chirurgo Odontoiatra
enzodiiorio@hotmail.it

[#2] dopo  
Utente 259XXX

Grazie mille dottore, risposta molto chiara. Ho letto anche del rischio del quale lei ha parlato legato al mercurio, ma lo considero marginale. Che dire, forse in futuro chiederò otturazioni bianche anche a questo medico. Distinti saluti

[#3] dopo  
Dr. Cataldo Palomba

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,
<< per un ragazzo giovane sono più opportune otturazioni "grigie".... in quanto più durature. ......dopo un certo periodo di tempo.. un'otturazione bianca deve necessariamente essere sostituita, mentre... con un procedimento chiamato "conservativa", ... sarei stato a posto con quelle otturazioni per sempre.>>

sono dichiarazioni più aneddotiche che basate su un razionale merceologico ed operativo, certamente non sono rappresentative dello stato dell'arte dell'odontoiatria conservativa oggi.

Aggiungo alle indicazioni del Dott. Di Iorio che i denti riabilitati con ricostruzioni in amalgama, anche di media estensione, spesso sono soggetti nel tempo a fratture di parti della corona naturale residua, con perdita di interi versanti cuspidali, talvolta con interessamento della superficie radicolare con conseguente difficoltà o impossibilità di recupero, per non parlare delle fratture interradicolari dei denti devitalizzati e ricostruiti in amalgama, destinati inevitabilmente all'estrazione.
Si tratta di situazioni molto frequenti nella pratica quotidiana.

Cordiali Saluti

NOTA BENE
Questa risposta ha scopo puramente informativo e non ha valore di diagnosi né di prescrizione terapeutica e non deve essere considerata sostitutiva della visita medica.
https://www.facebook.com/dentistarantonline
Risposta ad esclusivo scopo informativo, non costituisce diagnosi, non sostituisce la visita medica.