Utente 564XXX
Salve, il 18 di maggio il mio dentista ha effettuato un'otturazione sul secondo premolare in basso a destra (quello prima dei molari), non ho avuto alcun problema ma a un mese di distanza ha iniziato ad infiammarsi la gengiva dalla parte interna sotto al dente in questione e sono tre giorni che alla masticazione il dente mi fa male, devo proprio evitare di masticare sopra, spingendo con il dito, spazzolandolo o passando il filo interdentale non sento niente.
Può essere dovuto all'infiammazione della gengiva o è legato all' otturazione di un mese fa?
Grazie.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Agrillo

24% attività
0% attualità
0% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
buon giorno
se l'otturazionee' in composito
potrebbe essersi infiammato il nervo,direi quasi sicuramente,
dovra devitalizzarlo,purtroppo capita con i compositi
le consiglio di prendere un antibiotico per evitare aggravamenti e pulpiti molto dolorose
buona giornata
Agrillo dott.edoardo

[#2] dopo  
Utente 564XXX

La ringrazio per la risposta. Ma oggi ho riprovato a masticare sopra e non ha fatto male, ho solo un po' ancora la gengiva infiammata (le ho spesso e uso un dentifricio apposta per sfiammarle), devo ancora pensare a doverlo devitalizzare o posso aspettare per vedere se è stata solo una cosa passeggera? Come posso capire con che materiale è stata fatta l'otturazione? Grazie.

[#3] dopo  
Dr. Stefano Princivalle

24% attività
4% attualità
12% socialità
ROVIGO (RO)
PORTO TOLLE (RO)

Rank MI+ 40
Iscritto dal 2008
Se l'otturazione che e' stata fatta e'"bianca" si tratta di composito.
Faccia una visita dal suo dentista che sapra' darle una risposta corretta ,dopo aver fatto un test di vitalita' sul dente in questione(test termico) e dopo aver valutato eventuali debordaggi dell' otturazione stessa,cosa che spesso determina i sintomi da lei descritti
cordialita'
Dr. stefano princivalle
chirurgia orale,implantologia, parodontologia,protesi.
PERFEZIONATO IN ODONTOIATRIA LEGALE E PROTESI

[#4] dopo  
Utente 564XXX

La ringrazio per la risposta, effettivamente l'otturazione è bianca.
Volevo chiedere un ultimo parere: dato che a settembre mi è stato otturato anche il premolare in basso a sinistra (sempre quello prima dei molari) e a tutt'oggi è molto sensibile a freddo e frequente infiammarsi della gengiva, il dottore (senza fare nessun test ma semplicemente valutando che non era una carie troppo grossa) suggeriva di devitalizzarlo solo se sarebbe diventato insopportabile il fastidio della sensibilità. Ora si presenta un problema anche ad un altro dente otturato che come soluzione ha la devitalizzazione cosa devo pensare? E' un problema di questo composito o del mio dottore?
Perchè insomma, tralasciando i costi che non sono proprio economici, non è neanche piacevole otturare i due denti e dopo poco doverli devitalizzare, quindi vorrei capire, in poche parole, se devo cambiare dentista! Grazie!

[#5] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Il composito, come materiale in sè, è innocente.

Il criterio decisionale: "devitalizzazione se troppo sensibile al freddo" è semplicemente un criterio idiota.

Si devitalizza se la carie è arrivata alla polpa, o se la polpa è infiammata in modo irreversibile, o per ragioni protesiche.
BASTA.
Il composito (ben fatto) NON FA in alcun modo infiammare la polpa.
Una otturazione mal fatta si.
Una sensibilità al freddo di un dente otturato può esserci per:
* carie residua (otturazione mal fatta)
* carie recidiva (nuova carie fra dente e otturazione)
* microfessura da inadeguato sigillo marginale (otturazione mal fatta)
* infiammazione della polpa, da carie o da tossicità del composito per incompleta polimerizzazione (otturazione mal fatta)
* altre cause non legate all'otturazione


Io non so se le sue otturazioni sono mal fatte, non le ho viste; faccia lei dei riferimenti leggendo questi articoli:

www.medicitalia.it/blog/odontoiatria-e-odontostomatologia/546-scegliere-buon-dentista-criteri-empirici-valutazione.html
www.medicitalia.it/blog/odontoiatria-e-odontostomatologia/255-diga-gomma.html




www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#6] dopo  
Utente 564XXX

La ringrazio dottore, anche se sono un po' combattuta perché io vorrei evitare la devitalizzazione dato che ho già due denti devitalizzati e un impianto dentale che sostituisce un dente che era devitalizzato e poi ha avuto un granuloma... Ma il mio dottore sembra sempre propendere per la devitalizzazione, certo mi ha detto che se il fastidio è sopportabile preferisce non devitalizzare, però insomma la soluzione pare solo quella e ora temo ad andare a sentire per l'altro dente... Anche se d'altra parte dopo il granuloma al molare dove ora ho l'impianto sono comunque preoccupata di avere di nuovo qualcosa di così serio! Devo dire che anche al mio compagno che si è trovato a farsi curare da lui per caso, aveva un'infezione ad un dente devitalizzato male da un precedente specialista e lui era già partito per estrarlo, se non era per il mio compagno che l'ha fermato e gli ha chiesto se non era possibile tentare prima un'altra strada, e da lì ha pensato di fare in un altro modo salvando il dente. Ma io credo che sia compito del dottore salvaguardare i denti e non dover dirgli io che cosa fare!

[#7] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Vede, parlando di odontoiatria SERIA, il paziente non ha voce in capitolo in merito alla scelta se devitalizzare o no.
E in realtà non ha scelta neppure il dentista.

Sto parlando di odontoiatri seri e capaci, naturalmente.

Si devitalizza se:

1)
la carie è arrivata alla polpa.
E allora non c'è scelta, non c'è altra strada.
VA FATTA.
Quindi o il paziente accetta il trattamento proposto, o in caso contrario il dentista SERIO ha deontologicamente (secondo me) l'obbligo di rifiutare di eseguire ogni altro trattamento.

2)
se la polpa è infiammata in modo irreversibile.
Qui c'è il rischio, per il dentista, di fare valutazioni errate.
Potrebbe essere lecita (anche se non priva di rischi) la scelta di attendere un periodo ragionevole di tempo per arrivare ad un chiarimento clinico.

3)
per ragioni protesiche.
Ma non è il suo caso.

Ma a monte di questo c'è prima la diagnosi: queste otturazioni che fanno male, perchè fanno male?
E queste otturazioni non le ho viste.

Leggga gli articoli che le ho citato, POI possiamo riparlarne.

www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)