Utente 350XXX
Buonasera, ho deciso di richiedere un consulto per un problema che mi stra creando veramente un forte stress e incertezza
Nel mese di maggio ho avuto manifestazione acuta di un ascesso al primo a un morale nell'arcata inferiore (se non erro numero 36), i sintomi sono stati gonfiore, sensazione che il dente fosse più grosso con difficoltà nella masticazione e nella chiusura della bocca, forte dolore il tutto accompagnato dalla comparsa di una fistola nella gengiva. Il dentista mi ha dato l'antibiotico ROVAMICINA, ho preso tutta la scatola che mi ha tolto il gonfiore e poco dolore.
Abbiamo quindi iniziato una cura canalare con l'uso di piccolo aghetti, in un primo momento non corretta perchè si procedeva nel canale sbagliato, poi con la lastra si è passato a quello giusto. Per 4\5 sedute sembrava andare tutto bene, nel senso che non avvertivo alcun dolore, però non si riusciva a far spurgare la fistola, poi a forza di insistere questo è avvenuto: devo dire che in quest'ultimo lavaggio ho sentito parecchio male !

Il problema è venuto dopo, perchè d'improvviso, dalla seduta seguente ho iniziato a sentire fortissimo dolore "vivo" appena il dottore mi inserisce l'aghetto. Il dente era stato devitalizzato eppure, il dolore che sento ogni volta è fortissimo, al punto che un giorno ho dovuto bloccare fisicamente la mano del dottore. L'ultima seduta, per la stessa ragione, il dentista ha deciso di farmi l'anestesia e ha poi proseguito con gli aghetti.
Però tutto questo non mi convince e i miei dubbi principali sono questi:
- da maggio sono 5 mesi che è iniziato tutto e non è cambiato niente, la fistola c'è sempre, alcune sere si gonfia, altri giorni invece è piccolina
- il dolore al dente io lo sento "interno", nel senso che appena il dentista mi mette la medicazione mi parte il dolore, è un dolore pungente, che avverto anche in occasioni di alcuni movimenti pertanto mi viene da pensare che sia nevralgico.
- naturalmente ad ogni seduta il dente mi viene richiuso con del cementino che però è poco resistente e ne giro di pochi giorni si consuma, pertanto cerco di usare quotidianamente il colluttorio OKI ANTINFIAMMATORIO per tenere più disinfettata possibile la zona e limitare il dolore.

mi chiedo se tutto questo è normale, e se potete consigliarmi o almeno fornirmi delucidazioni a proposito di questo problema che non riesco a risolvere.
Grazie per l'attenzione, cordiali saluti
Maria

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
non è assolutamente normale
un dente va chiuso in uno ,due app.ti in quanto si continua a contaminare
il consiglio è di cercare un collega esperto in e odonzia che le risolva il problema
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2] dopo  
Utente 350XXX

La ringrazio per il suo interessamento, Dott. Finotti
Sono veramente preoccupata e sotto forte stress perchè
oltre al dolore ho anche il timore di compromettere il dente irrimediabilmente.

[#3] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
Deve trovare un collega bravo e specialista in endodonzia
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#4] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Non è assolutamente detto che l'intervento endodontico riesca, anche nelle migliori mani.
Spesso l'estrazione è inevitabile, e il successivo rimpiazzo del dente con un impianto la soluzione ideale in caso di fallimento.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#5] dopo  
Utente 350XXX

Buongiorno, volevo aggiornare la situazione del mio dente.
Purtroppo, anche dopo successive sedute e trattamento dei canali, la fistola rimane.. Alcune settimane sembra quasi svanire poi d'improvviso sento un leggero dolore e si rigonfia, fortunatamente spurgando abbastanza in fretta.

Con queste condizioni il dentista non vuole chiudermi definitivamente il dente, e quindi sto andando avanti a ritoccare il cementino provvisorio per non avere fessure.
A suo parere il dente sarebbe da togliere

Ma quello che non mi è chiaro riguarda la fistola: ammesso di vederla un giorno scomparire, quali sono le cause esatte che la fanno gonfiare d'improvviso ? può esserci un legame col tipo di cibo consumato ?

Poi, per quanto riguarda la possibile estrazioni mi sono state proposte più opzioni: sia l'impianto che l'intervento per fare uscire il dente del giudizio attualmente incluso e andare cosi chiudere lo spazio, però devo essere schietta che al momento non mi sento proprio di togliere il dente. Per lo meno vorrei essere certa di aver tentato tutto.
Per questo motivo vorrei sapere: la cura canalare può essere ripetuta più volte su uno stesso dente ?

Grazie

[#6] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Può essere ripetuta con probabilità di successo spesso decisamente basse (ma non ho dati oggettivi per esprimere un parere specifico NEL SUO CASO)
L'estrazione e la sostituzione con un impianto potrebbe essere la soluzione con risultato più predicibile.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)