Utente 427XXX
Salve,
Vorrei avere un parere in merito alla mia situazione. A seguito di un persistente dolore, mi è stato diagnosticato un ascesso dovuto al dente del giudizio dell arcata dx inferiore. Mi è stato prescritto dal dentista Augmentin due volte al giorno, colluttorio e oki per 6 gg. Mi trovo al 5 giorno senza aver riscontrato una diminuzione del dolore che mi impedisce anche il sonno. Sto facendo un abuso di oki che mi dona un po' di sollievo.
È normale che al 5 giorno abbia ancora questi sintomi così forti?
Ieri il dentista ha bucato l ascesso con un ago e lo ha spremuto. Nell immediato ho avuto sollievo ma l incubo è ricominciato dopo poco.
Cosa posso fare? Sto davvero male.
Vi ringrazio per l attenzione, attendo risposte.
Cordialmente

[#1] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Prenota una visita specialistica
Pur non avendo riscontri obiettivi e clinici che sono la cosa più importante per valutare la sua situazione( dente incluso,
cisti,ecc),penso trattarsi di una pericoronite.
Clinicamente vengono riconosciute due forme di pericoronite, una acuta ed una cronica. La forma acuta a sua volta ha due forme, una congestiva, legata all’eruzione del dente e che si esaurisce con il completamento della crescita del dente, e quella suppurativa . La periconite suppurativa è spesso l’evoluzione della congestiva ed è la forma più severa, che causa forti dolori che si irradiano fino all’orecchio. In questo caso può essere coinvolta nell’infezione anche la lingua, la mandibola e la gola.
La pericoronite cronica è caratterizzata da un leggero dolore e da una infiammazione cronica dei linfonodi. L’evoluzione della pericoronite cronica può associarsi ad altre complicanze e problemi del cavo orale qual’ora vi siano condizioni di igiene non ottimali o problemi di altra natura.La terapia assegnata mi sembra corretta,ma se dolore e gonfiore persistono il consiglio
è di passare alla somministrazione parenterale di antibiotico.
Infine consideri che la terapia risolutiva è l'estrazione del dente.
Cordialità
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#2] dopo  
Utente 427XXX

Gentili dottori,
Scrivo perchè ad oggi non ho ancora risolto del tutto la situazione. Ho intrapreso la cura con rocefin ( dopo insufficienza della cura con augmentin) e il dolore è migliorato fino quasi a scomparire. Oggi il dentista mi ha reciso il pezzo di gengiva che causava problemi e ora avverto un dolore al cavo orale, parte destra della gola (dove avevo l ascesso) e rispettivo orecchio. Si tratta di sintomi che avevo in parallelo all ascesso e che erano scomparsi con la cura antibiotica. Ora tornano a ripresentarsi ma l ascesso è guarito e non mi da alcun fastidio.
In più, non so se possa centraqte, ma avverto un dolore e un prurito non troppo forti nella zona vaginale che erano stati ricondotti ad una possibile candida (indotta dall antibiotico) e per questo prendo triasporin. Non ho tuttavia alcuna perdita biancastra.
Grazie per l attenzione..

[#3] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Le consiglierei per non avere più problemi in futuro l'estrazione del dente del giudizio,come esplicitato in precedenza.
Poi faccia lei.
Buona serata
dr Luigi De Socio

https://it.linkedin.com/in/luigi-de-socio-9bb60343
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia