Utente 438XXX
Da alcuni mesi lamento un fastidio alla parte sinistra del viso, il fastidio è partito della zona dei molari come lieve dolore continuo per poi diramarsi, con una sensazione di peso, più in alto al centro della guancia fino alla parte sinistra del naso e successivamente all’occhio sinistro.
Ho così provato a nel mese di dicembre a togliere il dente del giudizio 28 pensando insieme al mio dentista che il fastidio derivasse da questo dente che tendeva a scendere visibilmente non avendo più l’antagonista. La rimozione non ha però portato nessun beneficio.
I fastidi ai molari 26 e 27 sono rimasti e circa un mese fa l’occhio ha iniziato a diventarmi rosso e dolente. L’oculista ha diagnosticato una iridociclite acuta, che ho iniziato a curare con cortisone in gocce e che tende a ripresentarsi quando smetto il cortisone.
Per l’iridociclite ho effettuato esami del sangue con VES, PCR, Reumatest ed emocromo tutti nel range della normalità. Ho l’omocisteina a 19 per carenza di B12 (che ora sto reintegrando) in quanto tendenzialmente vegano senza mai aver integrato B12. Non ho altri sintomi se non questo fastidio ai denti e viso e un leggero acufene che effettivamente sembra essere comparso nello stesso periodo.
Per questi motivi, un mese fa ho anche fatto una risonanza encefalo, che è negativa ad eccezione di una cisti a sole nascente di 1 cm circa che capita sulla radice del 26 che esce nel seno mascellare per qualche millimentro.
Mi sono fatto visitare da un otorino che mi ha consigliato di indagare meglio i denti visto che le iridocicliti possono nascere da problemi odontogeni, escludendo altre patologie.
Il mio dentista, che ho riconsultato, dice che i denti sembrano sani. Oltre alla panoramica che non rivela granulomi, mi ha fatto un test di sensibilità al freddo e alla tensione elettrica sui molari 25, 26 e 27 e dai test i denti sembrano vivi.
Mi rivolgo a voi per chiedere consigli su come procedere, ho questo lieve ma costante dolore ai suddetti denti, questa cisti che si poggia sulle radici di uno di loro, e una iridociclite nello stesso lato del viso, comparsa dopo l'inizio di questi fastidi a denti e guancia.
Denti all'apparenza vivi, possono in realtà nascondere problemi che creano infiammazione?
Vi ringrazio in anticipo per la disponibilità.
Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
da quanto lei riferisce, escludendo appunto problematiche di tipo odontoiatrico, mi viene spontaneo pensare ad una sinusite cronica del seno mascellare ma mi sembra di capire che l'otorinolaringoiatra che l'ha visitata non ha proprio considerato questo quadro clinico. E' corretto?

Cordiali saluti
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#2] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Gentile Utente,,bisogna capire se la cisti sul 26 è di natura odontogena o meno.Non sempre i test di vitalità ci danno delle indicazioni chiare(falsi positivi)
Per avere certezza le consiglio una CBCT della zona,la panoramica non basta.
Se di pertinenza odontogena,due le possibilità : o terapia canalare o meglio,estrazione del26.
Le infezioni di natura odontogena possono estrinsecarsi in altri
distretti(malattia focale).Le riporto quanto da lei citato : " Mi sono fatto visitare da un otorino che mi ha consigliato di indagare meglio i denti visto che le iridocicliti possono nascere da problemi odontogeni, escludendo altre patologie....."
Ci tenga al corrente
Buona Serata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#3] dopo  
Utente 438XXX

Gentili Dottori, vi ringrazio per le risposte.

Dott. De Giovanni, il prossimo passo, se totalmente esclusa la causa odontogena, sarà quello di tornare dall'otorino e ripartire da lì. L'otorino non mi ha parlato di sinusite cronica perché alla visita endoscopica non vedeva tracce.
Nel frattempo cercherò di curare la iridociclite con il cortisone in gocce, anche se il fastidio a guancia e denti che la precede mi fa pensare che l'iridociclite sia nata da qualche infiammazione in quel distretto e non sia totalmente idiopatica.

Dott. De Socio, sono d'accordo nel continuare ad approfondire il distretto denti.
Certo è che il mio dentista mi ha detto di guardare oltre, perché i denti vivi non danno questi problemi, dice che a limite potrei avere un inizio di pulpite o una frattura invisibile, ma questo non è visibile ora e logicamente non vuole togliermi un dente che al momento sembra sano.
Io continuo a sentire fastidio a quei due denti e quindi proverò a fare la CBCT.
Per capire bene, la CBCT è capace di dirimere ogni dubbio sul collegamento tra cisti e dente? Oppure è un esame che mi lascerebbe soltanto pochi dati in più della risonanza già fatta?

Vi ringrazio,
buona serata.

[#4] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
La CBCT ovvero TAC CONE BEAM e ' l'unico esame dirimente nel suo caso,dove la risonanza "non vede" se la cisti e' una cisti radicolare del 26.....
Ci tenga aggiornati
Buona Serata
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#5] dopo  
Utente 438XXX

Ok, ho già fatto due panoramiche in sei mesi, ma a questo punto credo sia necessario fare anche questo esame per avere maggiore chiarezza.
Per quanto riguarda la sua esecuzione, devo chiedere l'analisi di un distretto specifico per osservare denti molari superiori e seno mascellare? E' possibile farla soltanto nella parte sinistra per evitare inutili radiazioni?

Ringrazio ancora,
Buona serata

[#6] dopo  
Dr. Luigi De Socio

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
20% socialità
PESCARA (PE)
GIULIANOVA (TE)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2016
Certo la CBCT ,può essere fatta su una emiarcata dentaria ,anche solo
restringendo il campo alla zona molare,per evitare radiazioni,sicuramente inferiori a quelle di una Ortopanoramica.
Spieghi bene al Radiologo il dubbio clinico per evitare altri esami.
Cordialmente
Dr. Luigi De Socio
Specialista in Odontoiatria
Perfezionato in Ortodonzia
Perfezionato in Gnatologia

[#7] dopo  
Dr. Armando Ponzi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2011
Gentile paziente,
più che la Cone Beam sarebbe più utile per lei una TAC Dentascan.
Quest'ultima ha una migliore definizione dei tessuti ossei e molli, cruciale per avere maggiori dettagli rispetto ad una diagnosi complessa per la quale le consiglio anche una visita, presso una sede maxillo-faciale, di tipo ospedaliero.
Cordiali saluti.
Dr. Armando Ponzi
www.sgfmedical.it