Utente 288XXX
Avendo la necessita' di sostituire un ponet dentale e dovendo in futuro sostituire anche altri due anteriore e inferiore destro mi chiedevo se era meglio usurare x tutti lo stesso materiale ( zirconia ceramica o metallo ceramica) o se era indifferente che i diversi ponti fossero di materiale diverso.Il mio dubbio era anche riferito alle correnti determinate dal bimetallismo..

Grazie a tutti per l'attenzione

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
se le leghe utilizzate sono nobili, il discorso del bimetallismo diventa pressoché trascurabile. Normalmente la zirconia viene utilizzata nei settori anteriori per le sue proprietà estetiche mentre nei settori posteriori trovano ancora applicazione le strutture metalliche, la scelta quindi è più che altro estetica e strutturale, a favore del metallo, nelle protesi con più di tre elementi.

Cordiali saluti
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#2] dopo  
Utente 288XXX

Grazie Dottore.


In effetti e' un settore posteriore con ponte 4 elementi

Quindi forse e' meglio il metallo ceramica...L'argento e' una lega nobile? Eventualmente potrebbero esserci problemi tra argento e i i vecchi ponti che dovrebbero essere in lega aurea( a detta del vecchio dentista)

Grazie x l'attenzione

[#3] dopo  
Utente 288XXX

Una curiosita': e' vero che sostituendo il ponte e' necessario rimodellare la gengiva come afferma il dentista?

Grazie x l'attenzione

[#4] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
L'argento è un metallo e non una lega nobile. Per lega nobile si intende una lega che contenga una determinata percentuale di oro.
Settore posteriore, 4 elementi uniti, personalmente opterei per struttura metallica.

Cordialità
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#5] dopo  
Utente 288XXX

Grazie dottore,e' stato gentilissimo

[#6] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Esatto, quando si rimuove una vecchia protesi fissa normalmente si fa una ripreparazione dei monconi e quindi è necessario ricondizionare la gengiva con una protesi provvisoria.
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#7] dopo  
Utente 288XXX

Grazie,

E che essendo rimasto in bocca x oltre un anno il provvisorio..nn so se debba essere rifatto

[#8] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Non le saprei dire neanche io, glie lo può dire solo il suo dentista che deve fare il lavoro. Non c'è una regola su questo, esiste solo il concetto di seguire una determinata procedura e se è necessario al fine della procedura il provvisorio si rifà o si modifica.
Sicuramente non è cosa buona la permanenza di un provvisorio per così tanto tempo.
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#9] dopo  
Utente 288XXX

Grazie dottore, in effetti ho ritardato un po ma il provvisorio e' stratro sempre controllato e nn ci sono infiltrazioni,

Grazie x la risposta

[#10] dopo  
Utente 288XXX

Una precisazione: il dentista mi ha proposto un ponte in lega nn preziosa... cosa vuol dire .E' ferro o metallo simile..puo' fare allergie?E' meglio la lega preziosa?

Grazie x l'attenzione

[#11] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
spero di essere esaustivo con questa risposta visto che lei gira e rigira intorno all'argomento quando a me sembra invece che sia chiaro come il sole.
Quando si dice metallo in odontoiatria, ci si riferisce sempre ad una lega ossia una fusione di vari metalli. I metalli in chimica vengono differenziati tra nobili ossia più stabili chimicamente e quindi meno alterabili nel tempo e non nobili che sono più instabili e alterabili.
Quindi una lega si definisce nobile se ha nella sua composizione una determinata percentuale di metalli nobili, in questo caso parliamo soprattutto di oro, che la rendono meno alterabile nel tempo e quindi più stabile.
Lega stabile = meno allergie, meno correnti galvaniche (bimetallismo) e via dicendo.
Quindi è ovvio che una lega nobile o preziosa che dir si voglia è meglio di una non preziosa, infatti ha anche un costo più alto. Noi tutti sappiamo che se una cosa costa di più è perché solitamente ha una qualità migliore.
Quindi dubito che il suo odontoiatra le abbia proposto, come sua scelta, una lega non preziosa se non per venirle incontro economicamente. Ripeto è solo una questione economica la scelta, qualitativamente non vi può essere un imbarazzo ma solo una certezza a favore della lega preziosa.

Cordialmente
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#12] dopo  
Utente 288XXX

Grazie x la pazienza e x l'attenzione.Quindi opterro' x una lega nobile anche se costa di piu' x evitare bimetallismo oppure zirconiaceramica che mi e' stata proposta ad 100 euro ad elemento in più che nn mi pare molto anzi mi sembra conveniente ad evitate ulteriore metallo in bocca

[#13] dopo  
Utente 288XXX

Gentili dottori

Dopo un giro tra piu' dentesti mi sono state offerte 2 possibilita'.Ponte ceramica zirconia e ponte ceramica con anima in lega palladio cromo

Io sarei x la prima soluzione visto che eviterei i metalli in bocca e considerando che ho un ponte in lega nobile di diversi anni fa le due leghe potrebbero ,pare,creare correnti galvaniche
Quello che mi ha disorientato e che il prezzo del ponte in ceramica zirconio mi e' stato proposto dai diversi dentisti a prezzi che variano tra i 600 euro ad elemento ad oltre 1000 senza che sia emerso una diversita' tra il materiale ( tipo 1 scelta o 2 scelta).quello che chiedo a voi che siete del settore se esiste uno zirconio di maggiore qualita' e di minore qualita' oppure sono i costi dello studio del dentista che incidono tanto da creare queste differenze di prezzo tra i ponti con sbalkti del 60% x un materiale che in teoria dovrebbe essere uguale.
Vi sarei molto grato se poteste chiarirmi questo punto ,cioe' se esistono diverse qualita' di zirconio che giustificano prezzi cosi diversi come capuita x le laga nobile o non nobile che x la composizione ha prezzi molto diversi


Grxzie a tutti e buona giornara

[#14] dopo  
Dr. Pierluigi De Giovanni

28% attività
4% attualità
12% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2013
Gentile utente,
non vi sono diverse qualità di zirconia che comportano relative variazioni di costo del manufatto. Ogni laboratorio però è libero di applicare listini diversi sullo stesso tipo di lavorazione che possono incidere sul costo finale al paziente.
In generale, il costo di un manufatto protesico, a parità di materiali utilizzati, può variare in base al processo di realizzazione con cui viene fatto sia a livello del laboratorio sia a livello dello studio odontoiatrico prevedendo magari metodiche e materiali (impronte, provvisori, studi del caso con modelli, ecc.) volti ad una maggiore o minore precisione è bontà del manufatto in relazione al singolo paziente. Insomma la protesi odontoiatrica è sempre un manufatto confezionato su misura al paziente e quindi questo può comportare variazioni nei listini proposti dai singoli studi.
Per intenderci una protesi può essere realizzata più o meno scrupolosamente e quindi essere più o meno "buona" così da giustificare magari costi diversi per il paziente, non sono solo i materiali utilizzati a determinarne il prezzo.
Resta il problema per il paziente di decidere a chi affidarsi per la realizzazione di una protesi o comunque di qualsiasi altra prestazione odontoiatrica. E' ovvio che è sempre meglio affidarsi ad un professionista già conosciuto e di cui si ha piena fiducia o stima o a chi venga consigliato da parenti o conoscenti per un feedback positivo.

Cordialità
Dr. Pierluigi De Giovanni
ODONTOIATRA

[#15] dopo  
Utente 288XXX

Grazie Dottore.In effetti ero rimasto alquanto perplesso dalle differenze di prezzo anche perché x un paziente e' quasi impossibile se nn impossibile capire a priori se il ponte verra effettuato correttamente o meno ,solo il tempo potra' dirlo
QUINDI IL PROBLEMA NN E' IL COSTO DELLO ZIRCONIO MA il ricarico che effettua il dentista e i suoi rapporti col tecnico che effettua la protesi

In teoria ,ma e' tutto da dimostrare,il pontre piu' caro potrebbe nn essere il migliore ma quello gravato da piu' costi fissi..

Un bel dilemma x il paziente

Grazie x l'attenzione e x il servizio utilissimo

[#16] dopo  
Utente 288XXX

Gentile dott

Oggi sono stato dal dentista il quale mi ha sconsigliato una anima in metallo perché ,secondo lui il corpo umano e la bocca sono ambiti in cui la corrosione dei metalli e' molto accellerata x motivi che mi ha spiegato ma nn ho ben
capito
ha parlato di un ponte con anima in titanio m senza grande convinzione mi e' sembrato,ma posso aver interpretato male il suo atteggiamento e circa zircone ,se ho capito bene,ha lo svantaggio di dover essere incollato ai pilastri e nn cementato e in caso di problemi e' difficilissimo da rompere x tirarlo via dai pilastri
Forse la cosa migliore sarebbe ceramica pura? oppure un ponte in resina ( ammesso che la resina nn abbia rilasci di materiale tossico) oppure ci si puo' comunque fidare deille leghe o del tinanio x un ponte oppure dello zircone seppure e' un materiale nuovo, e a suo dire,nn ancora ben collaudato ma che ha qualche vantaggio


Grazie x l'attenzione e credo che il quesito possa interessare molti lettori